Liguria delle Arti 2021: il programma del festival che cerca meraviglie nascoste da Levante a Ponente - Genova

Liguria delle Arti 2021: il programma del festival che cerca meraviglie nascoste da Levante a Ponente

Teatro Genova Giovedì 17 giugno 2021

Pino Petruzzelli
© Patrizia Traverso

Genova - Che la Liguria sia ricca di piccoli e grandi tesori nascosti è cosa risaputa. Meno note sono le indicazioni su come e dove trovarli: in nostro soccorso arriva la quarta edizione della rassegna Liguria delle Arti, il festival estivo diffuso che consente di scoprire capolavori dell'arte presenti in tutto il territorio regionale e ingiustamente sconosciuti ai più.

Diretta da Pino Petruzzelli, l'edizione 2021 si svolge dal 19 giugno all'8 settembre ed è incentrata sul legame tra arte e spiritualità. In programma 12 serate all'aperto, oppure dentro chiese e basiliche secolari, dedicate alla scoperta delle meraviglie artistiche della Liguria. Protagonisti di ogni serata sono storici e storici dell'arte che illustrano le opere al centro dei singoli incontri, ma anche musicisti solisti di prestigiose realtà liguri (Fondazione Teatro Carlo Felice di Genova, Gog - Giovine Orchestra Genovese, Conservatorio Paganini di Genova e Conservatorio Puccini della Spezia), oltre all'autore, attore e regista Pino Petruzzelli, che si alterna con Mauro Pirovano nella lettura di immortali testi letterari di Eugenio Montale (unico autore presente nel programma di tutti gli appuntamenti) e tanti altri poeti e scrittori legati al territorio: Ezra Pound e Camillo Sbarbaro a Rapallo, ad esempio, Milena Milani e Gina Lagorio ad Albissola Marina, il premio Nobel Giulio Natta e Francesco Biamonti a Imperia, Maurizio Maggiani e Simone Perotti a Levanto, e tanti altri.

Arte, musica e letteratura, dunque, per una rassegna che è un inno alla bellezza. Organizzato da Teatro Ipotesi con Regione Liguria e le sopra citate istituzioni musicali, e con il sostegno di Coop Liguria, il festival tocca praticamente ogni area della regione. Ciliegina sulla torta, tutti gli appuntamenti sono a ingresso gratuito (previa prenotazione obbligatoria per via dei protocolli anti Covid-19).

«Girare la Liguria attraverso la cultura è un nuovo modo di intendere il turismo: non è più il turismo che fa da traino alla cultura ma è la cultura che permette di andare a scoprire luoghi splendidi che rendono unico il nostro territorio», spiega Pino Petruzzelli: «Liguria delle Arti non prevede repliche ma ben 12 prime, con spettacoli tutti diversi perché ognuno è dedicato a un'opera d'arte diversa, si svolge in un paese diverso e le musiche e le letture sono principalmente ispirate a quel territorio». «È grazie a eventi come questo che Regione Liguria sostiene fattivamente la cultura, motore di crescita e sviluppo», aggiunge l'assessora regionale alla Cultura e allo Spettacolo Ilaria Cavo: «Liguria delle Arti esprime la capacità di fare rete di molte realtà culturali (circa 40 quelle coinvolte attivamente) per valorizzare l'intero territorio, dalla costa all'entroterra».

Il programma prende il via sabato 19 giugno dalla Chiesa della Natività di Maria Vergine a Campo Ligure (via Saracco). Massimo Calissano e Beatrice Astrua raccontano le origini campesi del pittore secentesco Bernardo Strozzi e la sua pala d'altare Martirio di Santa Lucia, custodita nella chiesa. Seguono l'esibizione dell'organista della Gog Fabrizio Fancello e le letture di Pino Petruzzelli. Per info e prenotazioni 010 921003.

Il secondo appuntamento è giovedì primo luglio ad Albissola Marina: presso il giardino-museo Giuseppe Giannotti 1903 (viale Matteotti 29) Beatrice Astrua racconta le opere in ceramica di Lucio Fontana, Aurelio Caminati e Raimondo Sirotti: la conferenza è accompagnata dall'esibizione della violinista del Conservatorio Niccolò Paganini di Genova Yesenia Vicentini e le letture di Pino Petruzzelli. Info e prenotazioni via email.

Ci si sposta a Serra Riccò per la serata di venerdì 2 luglio: il sagrato del Monastero della Santissima Annunziata e Incarnazione (via Pietro Dellepiane 49, frazione San Cipriano) diventa il teatro della lezione della storica dell'arte Irene Fava, che racconta i dipinti di Domenio Piola e Giovanni Battista Carlone; tornano poi il violino di Yesenia Vicentini e le letture di Pino Petruzzelli. Info e prenotazioni via email.

Dall'entroterra di Genova all'estremo Ponente: sabato 3 luglio la chiesa di San Bernardo Abate a Imperia (frazione Moltedo) ospita Gianni Moro, che racconta le opere Sant'Isidoro Agricola di Gregorio De Ferrari e Sacra Famiglia attribuita ad Antoon Van Dyck. La parte musicale è affidata al violino di Eliano Calamaro e quella letteraria nuovamente a Pino Petruzzelli. Per info e prenotazioni 0183701556.

Venerdì 9 luglio il programma prosegue presso la chiesa di San Michele di Pagana, frazione di Rapallo, al cui interno si trova la pala d'altare Crocifissione di Gesù di Antoon Van Dyck. Ad illustrare l'opera è lo storico dell'arte Giacomo Montanari. Seguono l'esibizione alla chitarra di Riccardo Guello della Gog e le letture di Mario Pirovano. Per info e prenotazioni 377 0873980.

Si vira ancora a Levante per la sesta serata di Liguria delle Arti, più precisamente a Levanto: qui domenica 11 luglio (evento anticipato alle ore 19), sul sagrato della Chiesa della Santissima Annunziata (nell'omonima piazza), Giacomo Montanari racconta la tavola San Giorgio e il Drago di Pier Francesco Sacchi. Protagoniste poi le musiche del quartetto di clarinetti del Conservatorio della Spezia e le letture di Pino Petruzzelli. Per info e prenotazioni 0187 808125.

Domenica 18 luglio è la volta di Cogorno e del suggestivo sagrato della Basilica di San Salvatore dei Fieschi (piazza Innocenzo IV): il celebre edificio religioso viene raccontato dall'architetto Osvaldo Garbarino, il cui intervento è seguito dal concerto del Coro del Teatro Carlo Felice di Genova, diretto da Francesco Aliberti e accompagnato al pianoforte da Patrizia Priarone, e dalle letture di Pino Petruzzelli. Per info e prenotazioni 0185 385733.

Si torna a Ponente venerdì 23 luglio: la Basilica di San Nicolò a Pietra Ligure (piazza San Nicolò di Bari) ospita al suo interno un crocifisso ligneo di Anton Maria Maragliano e una pala d'altare di Giovanni Barbagelata, opere che vengono analizzate dalla storica dell'arte Anna Manzitti. Musiche e testi letterari sono poi affidati all'organista della Gog Paolo Gazzano e a Pino Petruzzelli. Per info e prenotazioni 019 62931550.

Le successive serate di Liguria delle Arti 2021 non hanno ancora un programma dettagliato, ma ci sono già le date e i luoghi: giovedì 29 luglio la rassegna fa tappa a Sarzana, presso il Museo Diocesano (piazza Firmafede) con un appuntamento dedicato alla Madonna col Bambino e San Giovanni di Domenico Beccafumi; sabato 31 luglio si torna a Ponente, al Santuario Madonna della Montà di Molini di Triora (via Dietro 3), dove sono conservate le opere Crocifissione, Madonna col Bambino e Santi e Annunciazione di Antonio da Monteregale; venerdì 6 agosto il penultimo incontro è a Varese Ligure ed è dedicato alla Apparizione della Vergine Maria a San Francesco Saverio di Gregorio De Ferrari, presso la Chiesa dei Santi Filippo Neri e Teresa d’Avila (piazza Marconi); infine si torna in provincia di Genova mercoledì 8 settembre per l'ultima serata, alla Chiesa San Giorgio a Busalla (via alla Chiesa) che ospita dipinti di Giovanni Battista Carlone.

Tutti gli spettacoli hanno inizio alle ore 21.00, fatta eccezione per l'evento di Triora che è anticipato alle 18.00. Sia ad Albissola Marina che a Varese Ligure, inoltre, sono previste due repliche alle ore 19.00 e alle ore 21.00.

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.