Genova, il Ponte del Lagaccio riapre nel weekend. Era chiuso dal 2018

Genova, il Ponte del Lagaccio riapre nel weekend. Era chiuso dal 2018

Attualità Genova Venerdì 11 giugno 2021

Don Acciai

Genova - Sabato 12 giugno 2021, alle ore 9, il Ponte Don Acciai del Lagaccio riapre al traffico in entrambi i sensi di marcia (anche al transito pedonale). Lo si legge nella nota riassuntiva dei lavori in corso che, ogni venerdì, il Comune di Genova invia attraverso i suoi canali. I quartieri genovesi di Oregina, Lagaccio e San Teodoro, dopo quasi tre anni di attesa, possono tornare a percorrere il Don Acciai senza la necessità di utilizzare il by-pass.

Il ponte riapre dopo i lavori di consolidamento strutturale e la realizzazione di tutte le finiture legate all'attraversamento pedonale, alle fermate Amt e all'accessibilità per le persone con disabilità, oltre all'illuminazione. Le attività, successive al collaudo statico effettuato a fine maggio, hanno comportato la modifica dei marciapiedi in corrispondenza delle fermate per gli autobus secondo le norme del Codice della Strada che prescrivono i giusti spazi di visibilità di un pedone in attraversamento con la contemporanea presenza di un autobus in fermata e la realizzazione delle ringhiere.

Il ponte Don Acciai è chiuso dal 3 settembre 2018 quando, dopo il crollo del Morandi costato la vita a 43 persone, il Comune di Genova ha deciso di bloccare l'accesso. Questo sulla base di alcuni problemi strutturali riscontrati, e dopo le tante segnaliazioni dei residenti. Il Ponte del Lagaccio è stato demolito e ricostruito con un nuovo moderno progetto che prevede l'eliminazione di molti dei piloni che lo sorreggevano un tempo. Poi tante difficoltà nello svolgimento dei lavori e il Coronavirus, con i conseguenti ritardi nella riapertura, slittata più volte. 

Il progetto di consolidamento del ponte Don Acciai ha comportato la demolizione delle tre campate e delle due pile centrali ammalorate, lasciando in opera le pile di estremità e le porzioni di impalcato a ridosso di via Napoli e via Bari, la realizzazione di una struttura a telaio in carpenteria metallica (acciaio corten) al posto delle due pile preesistenti. La nuova struttura ha una campata continua a struttura mista in acciaio-calcestruzzo tra le porzioni di impalcato mantenute in opera. Le fondazioni della nuova opera sono costituite da micropali lunghi 30 metri, sormontati da un plinto di fondazione con basamenti in cemento armato che costituiscono la base delle pile e ne permettono il collegamento alla fondazione stessa. Le pile metalliche sono costituite da 8 fusti curvilinei con sezione ad H, collegati tra loro da traversi saldati in opera. L’impalcato è composto da 4 travi con sezione a doppio T ad altezza costante tra le pile e variabile nelle porzioni laterali, in modo tale da meglio raccordarsi con la struttura esistente. Le travi sono collegate tra loro da traversi reticolari. Conclude la struttura una soletta gettata in opera su lastre metalliche tralicciate autoportanti, saldate sulle travi principali.

A maggio 2021 sono state effettuate le prove di carico, propedeutiche alla riapertura, con 6 sistemi in sequenza finalizzate al controllo delle caratteristiche elastoplastiche dell’infrastruttura. Il ponte Acciai è stato sottoposto a un carico equivalente a quello massimo previsto dal progetto (compresa la quota parte dovuta all’effetto dinamico): sono così riprodotte le combinazioni di carico che sottopongono la struttura alle più gravose sollecitazioni.

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.