Viabilità, in corso Italia la pista ciclabile cambia volto: il nuovo progetto - Genova

Viabilità, in corso Italia la pista ciclabile cambia volto: il nuovo progetto

Attualità Genova Mercoledì 28 aprile 2021

Altre foto

Genova - Il progetto non è definitivo, ma quasi. La tanto chiacchierata pista ciclabile di corso Italia, che dalla primavera 2020 ha causato non pochi disagi al traffico veicolare nel levante di Genova, dovrebbe presto cambiare volto: il progetto preliminare della nuova pista strutturata prevede infatti un percorso ciclabile bidirezionale tra la carreggiata stradale e la passeggiata pedonale, totalmente separata dal flusso del traffico veicolare.

Il progetto definitivo sarà presentato entro il mese di maggio 2021 (fino ad allora i cittadini possono chiaramente dire la loro e presentare pareri e consigli), mentre l'inizio effettivo dei lavori e la loro conclusione sono previsti rispettivamente per l'autunno 2021 e l'estate 2022. Poco più di un anno, dunque, per vedere realizzato questo piano di lavoro che rientra nella più ampia «rivoluzione nell'approccio verso il trasporto in città» che auspica il sindaco di Genova Marco Bucci: «vogliamo che il trasporto diventi pubblico il più possibile», spiega Bucci, «e gli spostamenti privati devono essere assolutamente ecosostenibili».

Ma come cambierà la viabilità di corso Italia? A illustrare il progetto è Valentino Zanin, dirigente dell'Unità di Progetto Smart Mobility del Comune di Genova: «la nuova pista sarà lunga circa 2,5 chilometri, da corso Marconi a via Cavallotti, e con una larghezza complessiva di 3 metri. La carreggiata veicolare a monte tornerà a uso totale di auto e moto (mentre ora una delle due corsie è occupata dalla attuale pista ciclabile in sede). La carreggiata a mare, invece, sarà di due corsie nel tratto fino all'intersezione con via Piave - oggi quello più problematico - e proseguirà dopo via Piave con una grande corsia larga 5 metri».

Affidato allo studio Montieri Macchi, il progetto della nuova pista ciclabile prevede lo spostamento a sinistra, verso la carreggiata, di parcheggi (con particolare attenzione alle necessità dei disabili), fioriere e cassonetti. Per quanto riguarda la sosta di auto e moto, «stiamo lavorando per non perdere parcheggi», afferma Zanin, «ma nel caso a sopperire ci sarebbe il grande spazio di piazzale Kennedy». Sulla passeggiata è prevista la collocazione di nuove fioriere con seduta integrata e di rastrelliere per la sosta delle biciclette (entrambe in numero proporzionale alla quantità di attività presenti nelle vicinanze); in programma anche la realizzazione di aree scarico-carico merci e di spazi per i cassonetti per la raccolta differenziata che non interferiscano con il traffico veicolare; «anche se il vero obiettivo futuro è quello di eliminare i cassonetti e introdurre la raccolta dei rifiuti porta a porta direttamente dagli esercenti», spiega Zanin.

«Questa nuova pista ciclabile è un tassello importante del più ampio disegno di collegamento ciclabile da Boccadasse alla Fiumara», commenta Enrico Musso, coordinatore urbano della mobilità sostenibile: il cosiddetto progetto Super 11, che dovrebbe collegare il levante e il ponente genovesi con un unico grande percorso ciclabile con tanto di pista sopraelevata nella zona del Porto Antico. Un'idea nata in era pre Covid-19, che ora potrebbe davvero sbloccarsi: «le misure anti Covid-19 hanno permesso di partire prima con le corsie di emergenza istituite dalle nuove norme, e poi di ottenere rapidamente i finanziamenti per la pista strutturata (circa 3 milioni di euro in tutto, finanziati integralmente dal Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, ndr)». 

«Nell'ultimo anno abbiamo realizzato oltre 30 chilometri di piste ciclabili, a maggio partiranno i lavori di quella in Valpolcevera che porteranno i percorsi dedicati alle biciclette a una lunghezza di circa 65 chilometri, ma l'obiettivo finale è di arrivare a 130 chilometri in tutta la città di Genova», conclude l'assessore ai Trasporti, Mobilità Integrata e Transizione Ecologica Matteo Campora: «e la pista di corso Italia sarà una delle più belle d'Italia, bidirezionale e con vista mare».

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.