Liguria resta zona arancione: Rt a 1,01. Toti: «Terza ondata qui non grave come in altri territori» - Genova

Liguria resta zona arancione: Rt a 1,01. Toti: «Terza ondata qui non grave come in altri territori»

Attualità Genova Sabato 20 marzo 2021

© Pixabay

Genova - Niente zona rossa per la Liguria, che resta in zona arancione anche la prossima settimana (dal 22 marzo 2021), con i dati sono in miglioramento. Ricordiamo che fino al periodo di Pasqua, secondo l'ultimo Dpcm, non esistono più le zone gialle. È quanto emerge dai dati anticipati in conferenza stampa dal presidente Giovanni Toti alla vigilia del report Iss-ministero della Salute che sancirà, come ogni venerdì, i nuovi colori delle regioni.

"L'indice Rt, questa settimana, è 1,01 nella parte bassa, quello che vale per la configurazione delle zone - spiega Toti - Dunque la Liguria sarebbe arancione per uno 0,1, se non fosse che la zona gialla non esiste. Il problema, quindi, non si pone". Il decreto varato dal governo Draghi ha infatti esteso l'applicazione delle misure valide per la zona arancione anche a quelle che avrebbero dati compatibili con la zona gialla. Per questo, fino almeno al 6 aprile, la Liguria (come tutte le altre regioni) non vedrà alcun allentamento delle restrizioni. Nel periodo di Pasqua 2021 (3-5 aprile) è zona rossa nazionale.

I dati odierni, ha aggiunto Toti, sono "in perfetta linea con il resto delle giornate che abbiamo appena passato e con un’incidenza decisamente inferiore alla media italiana e alle regioni che sono state colpite più duramente della nostra. Questo è un dato che dobbiamo preservare con comportamenti adeguati perché la terza ondata in Liguria sta passando in modo non dico indolore, ma non in modo grave come è successo in altri territori".

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.