Three Gaio - Genova

Three Gaio

Ristoranti e Sagre Genova Three Gaio Venerdì 2 gennaio 2004

Genova - Un bar per gli aperitivi nato un anno fa nella centralissima piazza delle erbe: una sfida che i frequentatori dei vicoli genovesi hanno accolto con entusiasmo, considerando il successo del , aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 2.00.
Il nome del locale mi incuriosisce subito: «Si tratta della storpiatura del nome di un vino campano». E a proposito di vini, la scelta è tra 40 etichette nazionali e francesi.
Il Three Gaio è attivo fin dall’ora di pranzo, con i suoi piattini e le sue insalate (4 euro). Tra i panini (2.50 euro) c’è il Tu diggiu mi, che tradotto significa “gli ingredienti li scegliete voi”. Ma il bar delle erbe è famoso soprattutto per l’happy hour: gli aperitivi vanno da quelli tradizionali ai drink che Andrea Paglino, uno dei proprietari del locale ed esperto barman, ha inventato per i clienti: c’è il Lamù (arancia, maracuja, Peachtree, Apricot e spumante), il Francesca (limone, rum bianco, Cointreau, Blu curaçao e Peachtree) e il Sogno di una notte di mezza estate (arancia, maracuja, Aperol e Grand Marnier). I cocktail vi consteranno 4 euro al banco e 4.50 euro al tavolo e il mercoledì l'aperitivo è a buffet. Massimo affollamento, quindi, tra le 18.00 e le 21.00, ma anche la notte del Three Gaio è animata a dovere, con tanto di dj set nei fine settimana.

E il Three Gaio è anche un locale gay friendly. Che cosa significa - chiedo a Michele, gestore del bar insieme ad Andrea: «Vuol dire semplicemente che qui la clientela gay è ben accetta, senza nessun tipo di discriminazione». «È infatti ancora diffuso, in alcuni locali, il rifiuto della realtà omosessuale», prosegue Andrea, «Al Three Gaio più sei 20% della clientela è gay: alcuni nostri amici sono omosessuali e frequentano il locale: poi il passaparola ha fatto il resto».
E non sono molti i locali gay friendly a Genova. Quelli che, invece, sono dedicati esclusivamente ad una clientela omosessuale sono emarginati nella periferia della città.

Potrebbe interessarti anche: , Il latte dolce fritto genovese: la ricetta per farlo a casa , Come fare la farinata a casa? La ricetta e gli ingredienti del tipico piatto genovese , Coronavirus, locale di Genova cucina gratis per medici e infermieri. E non solo... , Ristoranti stellati e non solo a Genova: la Guida Michelin 2020 , Lo chef genovese Ivano Ricchebono nominato ambasciatore dello stoccafisso di Norvegia

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.