Maltempo Liguria: neve e allerta meteo gialla e arancione - Genova

Maltempo Liguria: neve e allerta meteo gialla e arancione

Attualità Genova Venerdì 22 gennaio 2021

© pixabay.com

Genova - C'è ancora maltempo in Liguria, con piogge diffuse, localmente anche forti, venti meridionali di burrasca e mare con moto ondoso in aumento. Nella giornata di venerdì 22 gennaio sono attesi anche temporali e nevicate, in particolare sui versanti Padani. Arpal ha quindi modificato l'allerta meteo per piogge diffuse e temporali.

  • Centro e versanti padani di Levante (zona B, E, tutti i bacini): allerta gialla fino alla mezzanotte di venerdì 22 gennaio.
  • Levante (zona C): nei bacini piccoli l'allerta meteo è gialla fino alla mezzanotte di venerdì 22 gennaio; nei bacini medi l'allerta è gialla fino alle 6 di sabato 23 gennaio; nei bacini grandi l'allerta meteo è arancione fino alle 6 di sabato 23 gennaio, poi gialla fino alle 8 di sabato 23 gennaio.

Per quanto riguarda la neve, emanata l’allerta gialla dalle ore 17 di venerdì 22 gennaio fino alle 3 di sabato 23 gennaio sulla zona D (versanti padani di Ponente).

Dalla serata di giovedì 21 gennaio piogge diffuse generalmente d’intensità tra il debole e il moderato, localmente forte, hanno interessato soprattutto il centro e il Levante della regione. Alle ore 12 le intensità orarie massime (registrate nella notte) sono i 32.6 millimetri di Cembrano (Maissana, La Spezia) e i 30.4 di Torriglia (Genova). Nelle ultime 24 ore, invece, queste le cumulate massime: Diga del Brugneto (Genova) 144.4, Torriglia (Genova) 144, Cabanne (Rezzoaglio, Genova) 131.2, Amborzasco (Santo Stefano d’Aveto, Genova) 116.6, Diga di Giacopiane (Genova) 101.4, Cuccarello (Sesta Godano, La Spezia) 99.8. Sul versante toscano del Magra il pluviometro di Parana (comune di Mulazzo) segna 139.6 millimetri.

Le precipitazioni già in atto stanno portando alla formazione di piene dei maggiori corsi d'acqua con i picchi attesi transitare nel pomeriggio/sera di venerdì. Da segnalare, per il mare, l’aumento del moto ondoso e, per il vento, le raffiche di burrasca meridionale che hanno toccato 140.8 km/h a Casoni di Suvero (Zignago, La Spezia) , 122.8 a Fontana Fresca (Sori, Genova), 115 a Lago di Giacopiane (Genova). A La Spezia, invece, si è registrata una raffica massima di 81.3 km/h.

In queste ore le precipitazioni si vanno intensificando con piogge diffuse un po’ su tutta la regione e temporali anche forti o organizzati attesi nelle prossime ore in particolare sul centro e sul Levante. Verso sera lo zero termico tenderà ad abbassarsi: saranno possibili prima fenomeni di gelicidio o gragnuola poi è previsto il passaggio a neve sui versanti padani di Ponente anche sotto forma di rovescio nelle zone sensibili (tracciati autostradali). Neve anche sulla parte più occidentale dei versanti padani di Levante con le zone sensibili interessate da spolverate nevose anche sotto forma di rovescio. Soprattutto per la fase nevosa permane, comunque, un margine d’incertezza previsionale dettato dalle condizioni termiche al limite tra pioggia e neve.

Dalla serata di venerdì generale attenuazione dei fenomeni ad iniziare da Ponente mentre sul centro Levante le precipitazioni andranno gradualmente esaurendosi nel corso della notte. Il vento sarà ancora forte meridionale con raffiche fino a burrasca, il moto ondoso è atteso in ulteriore aumento con possibili mareggiate intense, domani sabato, a Levante e sulle coste più orientali della zona B.

Ecco i fenomeni meteorologici segnalati dall’avviso meteo:

  • Venerdì 22 gennaio: piogge e rovesci diffusi con cumulate elevate su C,E, significative su A,B,D con valori puntualmente elevati. Possibili fenomeni temporaleschi con alta probabilità di temporali forti o organizzati su BCE. Dal tardo pomeriggio quota neve in calo fino a fondovalle su D con possibili rovesci nevosi su tutte le zone. Da sera calo della quota neve su E con possibili rovesci nevosi a quote collinare e spolverate nevose su aree sensibili. Venti forti con raffiche fino a burrasca 60-70 km/h su C, E. Mare agitato con mareggiata su tutte le coste.
  • Sabato 23 gennaio: piogge e rovesci nelle prime ore su E,C di intensità fino a moderata con residue nevicate su interno E fino a quote collinari. Venti fino a forti settentrionali su B al mattino; dalle ore centrali rotazione dei flussi da Sud-Ovest con venti in rinforzo fino a burrasca 60-70 km/h in serata su AC, fino a forti 50-60 km/h altrove. Ulteriore aumento del moto ondoso con mareggiate da Libeccio su tutte le coste, intense su C e parte orientale di B (altezza d'onda significativa fino a 4-5 m, periodo 8-9 s).
  • Domenica 24 gennaio: instabilità in aumento sin dalle prime ore: piogge e rovesci sparsi su C,E e parte orientale di B; intensità puntualmente moderate su C con cumulate localmente significative. Fenomeni in esaurimento dal pomeriggio. Venti localmente forti meridionali nelle prime ore su A,C; successiva rotazione dai quadranti settentrionali dal primo mattino con venti forti e rafficati 50-60 km/h su B,C,D,E e parte orientale di A. Mareggiate al mattino su C e parte orientale di B; moto ondoso graduale calo fino a localmente agitato.

Questa la suddivisione in zone del territorio regionale:

  • A: Lungo la costa da Ventimiglia fino a Noli, l’intera provincia di Imperia, la valle del Centa
  • B: Lungo la costa da Spotorno a Camogli comprese, Val Polcevera e Alta Val Bisagno
  • C: Lungo la costa da Portofino fino al confine con la Toscana, tutta la provincia della Spezia, Val Fontanabuona e Valle Sturla
  • D: Valle Stura ed entroterra savonese fino alla Val Bormida
  • E: Valle Scrivia, Val d'Aveto e Val Trebbia

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.