Coronavirus e tamponi a Genova: test rapidi, come richiederlo e domande più frequenti

Coronavirus e tamponi a Genova: test rapidi, come richiederlo e domande più frequenti

Attualità Genova Martedì 27 ottobre 2020

© Facebook.com/EnteRegioneLiguria

Genova - Diffondiamo la nota di Asl 3, disponibile anche sul sito di Regione Liguria, in materia di Covid-19 e tamponi. Per contrastare in maniera efficace l’insorgenza delle malattie infettive, soprattutto quando non siano ancora a disposizione, come nel caso del Coronavirus, mezzi efficaci di protezione quali il vaccino, è molto importante che le persone adottino misure di distanziamento fisico e sociale con utilizzo di adeguati sistemi di protezione.

Tra le misure utili a contrastare la diffusione della malattia vi è l'identificazione dei casi, anche asintomatici, l’accertamento diagnostico, l’individuazione e il tracciamento dei contatti, l’isolamento dei soggetti positivi al virus e dei loro relativi contatti. Come si accede al tampone? A Genova è possibile effettuare il tampone con le seguenti modalità:

  • Attraverso segnalazione del medico di famiglia o pediatra di libera scelta, i quali evidenziano sul portale regionale Poliss, direttamente collegato al Dipartimento di Prevenzione Asl3, problematiche cliniche che richiedano l’esecuzione di  tampone diagnostico a seconda della condizione, soggetto sano o malato, con possibilità o meno di recarsi in macchina in autonomia al centro diagnostico. L’attività viene differenziata come segue:
    Tampone domiciliare: viene svolto dalle squadre GSAT che ricevono la segnalazione da parte del Dipartimento di Prevenzione;
    Drive through: viene svolto nella sede di Genova Quarto, con accesso dall’ingresso storico dell’ex Ospedale psichiatrico, su prenotazione da parte del Dipartimento di Prevenzione. Per ulteriori info: link alla pagina dedicata
  • Possibile inoltre effettuare test presso laboratori privati: l’esito del test viene comunicato al Dipartimento di Prevenzione Asl3 che, nel caso la positività sia relativa a tampone molecolare inserisce i dati sul portale Poliss per i successivi adempimenti tra cui l’inserimento nelle liste di sorveglianza e l’ identificazione dei contatti del caso. Per informazioni: e-mail Asl3 Liguria.

Come si accede al tampone: domande più frequenti

Se sono venuto a contatto di un caso positivo cosa devo fare? Occorre mettersi in contatto col proprio medico curante che valuterà in base alla condizione se effettuare la segnalazione sul portale POLISS. Se sono contatto di un caso potenzialmente positivo cosa devo fare? In attesa della conferma della positività del contatto occorre osservare comportamenti che evitino la diffusione del contagio, evitare spostamenti, automonitorare l’insorgenza di sintomi, informare il medico curante.

Se sono contatto di contatto, sono a rischio? Il contatto di contatto non viene inserito in sorveglianza ma è consigliabile che adottino  comportamenti utili ad evitare  la diffusione di eventuale contagio. È possibile parlare con qualcuno per sapere quando e se chiameranno? Nel caso il medico curante abbia effettuato richiesta tampone in modalità drive through la centrale operativa farà una verifica sulla avvenuta presa in carico della segnalazione: per informazioni: tel. 800 811187 - e-mail. Nel caso il medico curante abbia effettuato richiesta per tampone a domicilio per informazioni: tel. 800 811187.

In cosa consiste il tampone molecolare che effettua Asl3 al domicilio o in modalità drive? Il tampone viene effettuato tramite un bastoncino che viene introdotto nel naso e in gola allo scopo di prelevare materiale utile alla ricerca di una componente, RNA, del virus. Devo essere a digiuno per farlo? Non occorre digiuno, ma è prudente, proprio perché il prelievo di materiale virale viene fatto in gola, presentarsi  dopo colazione o pasto leggeri.

È vero che possono andare al drive solo gli asintomatici? Possono effettuare tampone in modalità drive solo i soggetti asintomatici Dopo quanto arriva il referto del tampone? In media due-tre giorni dall’esecuzione. Il referto arriva a casa via posta o on line?  Con le credenziali che vengono consegnate al momento della effettuazione del test tampone è possibile ricevere il referto on line.

Se non ho le credenziali o, nel caso il referto non arrivi on line, cosa posso fare? Il medico curante può visionare l’esito del tampone dei suoi assistiti sul sistema Poliss, nel caso sia presente è possibile chiedere informazioni scrivendo alla e-mailIl mio tampone è positivo, cosa devo fare?

  • In caso di presenza di sintomi, occorre contattare il medico curante e mantenere isolamento al domicilio fino alla cessazione dei sintomi;
  • In caso di assenza sintomi mantenere isolamento per almeno 10 giorni;
  • In entrambi i casi, trascorsi 10 giorni, di cui, per il soggetto che ha avuto sintomi, almeno tre senza sintomi, sarà effettuato un tampone di verifica di avvenuta negativizzazione.

Posso accedere al drive through in motorino? Si può accedere al drive in motorino, in bicicletta o altro mezzo che consenta lo spostamento in autonomia. Per chi proviene dall’estero, quali sono le procedure da adottare? Il soggetto che proviene dall’estero si segnala con e-mail al seguente indirizzo. Per maggiori informazioni: Rientro dall'estero: aggiornamento disposizioni.

Come sarò seguita da Asl3 dopo il tampone? Se il tampone è stato effettuato con indicazione del Medico Curante, in caso di esito positivo l’assistito viene contattato dal Dipartimento di Prevenzione per programmare altro tampone di verifica. Nel caso di esito negativo l’assistito viene contattato per definire la chiusura del periodo di sorveglianza. 

Cosa fare al domicilio in caso di quarantena: domande più frequenti 

In caso di positività la quarantena da quando parte? dalla data di segnalazione del medico o dalla data di esecuzione tampone? La quarantena parte dal giorno successivo alla data di esecuzione del  tampone

Se una persona è asintomatica, se continua ad essere positiva può considerarsi libera dopo i 21 giorni di quarantena? Trascorsi 21 giorni dalla data di inizio della quarantena, anche se persiste la positività al tampone, in assenza di sintomi da almeno 7 giorni, la persona può interrompere l’isolamento. Da quando partono i 21 gg dal tampone rapido o dal molecolare? I 21 giorni di isolamento partono dal giorno successivo alla esecuzione del tampone molecolare

Se le mie condizioni di salute peggiorano, chi devo chiamare? In caso di peggioramento dei sintomi occorre chiamare il Medico Curante. Sono positivo e vivo in casa da solo, come mi regolo per la spazzatura? Il Dipartimento di Prevenzione invia l’elenco dei soggetti in isolamento al domicilio ai Comuni di residenza , che provvedono al ritiro.

Un mio congiunto convivente è risultato positivo al tampone rapido per covid e sia l'ambulatorio che il medico di famiglia hanno fatto le segnalazioni dovute, io invece sono risultato negativo. Quali sono gli accertamenti che Asl3 mette in atto nei nostri confronti e con che tempistica? Il soggetto che è risultato positivo al test rapido deve effettuare un test di conferma, tampone molecolare. Nell’attesa i contatti del positivo al test rapido adottano  comportamenti utili ad evitare  la diffusione del contagio, limitando gli  spostamenti, automonitorando l’insorgenza di sintomi, informando il medico curante.

Nel caso la positività venga confermata il  contatto di caso positivo viene sentito telefonicamente dal Dipartimento di Prevenzione e vengono date indicazioni per la quarantena al domicilio. Vengono altresì programmati controlli tampone finalizzati a interrompere la condizione di quarantena dopo i 10 giorni dall’ultimo contatto col caso.

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.