Genova, l'appello dei locali di via San Bernardo: «Siamo aperti. Non lasciateci soli»

Genova, l'appello dei locali di via San Bernardo: «Siamo aperti. Non lasciateci soli»

Attualità Genova Venerdì 23 ottobre 2020

© facebook.com/ristoranteveracruz

Genova - Il centro storico di Genova, dopo l'ultima ordinanza che ha "chiuso" alcune strade dalle ore 21 alle 6 (valida fino al 13 novembre), è praticamente deserto. Anche se in zona rossa, ristoranti, bar e attività commerciali sono raggiungibili e aperti. A suon di annunci di coprifuoco, la gente ha paura e le attività dei caruggi sono in enorme difficoltà. Da qui l'iniziativa dei locali di Via San Bernardo, che rientra nell'ordinanza restrittiva, con tanto di foto e messaggio sulla pagina facebook del ristorante messicano Veracruz: "La via è aperta! Dalle 21 non puoi andare a zonzo, ma puoi passarci se hai un motivo per farlo. Puoi raggiungere casa tua, un locale o andare a trovare qualcuno. Senza papiri né autocertificazioni".

Ancora: "Le attività sono aperte fino a mezzanotte, per consumare al tavolo e anche per il take away. Con i nostri amici e colleghi di Via San Bernardo, abbiamo lanciato un appello. Chiediamo alle istituzioni di non essere lasciati soli. E chiediamo che si comunichi in modo chiaro perché, fra zone rosse, di attenzione e coprifuochi, si è creata tanta confusione e il risultato è il deserto".

Hanno aderito Negroneria Genovese, La Patateria Genovese, Cibus13, Contatto, Davide, Kamun - Lab, U gelato du caruggiu, Trattoria Archivolto Mongiardino, Fitz Birrificio Genovese, Dallorso il paradiso della Pinsa, Trattoria Il Grillo Parlante - Centro Storico, falsoDemetrio Libreria, Civ Antiche Vie - San Bernardo e dintorni, Morotattoo, Pintori Cibi&Vini pregiati.

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.