Food Genova Trattoria Da Maria Lunedì 15 dicembre 2003

Da Maria

Genova - Un articolo sul Corriere Mercantile, uno su Il Secolo XIX e uno su Le Monde. Due lettere di complimenti e ringraziamenti per l’attività svolta, rispettivamente da FEPAG (Federazione Esercizi Pubblici Associati Genovesi) e ASCOM (Associazione del Commercio). Prima nella classifica di Osterie d’Italia per rapporto qualità–prezzo.

Di qui è passata tanta gente, famosa e non. Il Premio Nobel Dario Fo, Franca Rame, Giorgio Albertazzi, Michele Placido, il sindaco Pericu.
Questo è ciò che Maria con modestia mi fa vedere quando le chiedo di chi ha parlato di lei. Ma d’altra parte si sa, Maria è ormai un’istituzione a Genova (e a quanto pare non solo qui) e lo riconosce anche lei.

L’osteria Da Maria esiste dal 4 maggio 1946. Due settimane di avviamento insieme ai suoceri e poi tutto da sola.
Entrando dentro sembra che da allora non sia cambiato praticamente niente. Una piccola finestra sul passato dove i locali, il menù, e soprattutto l’atmosfera sono rimasti gli stessi di un’osteria di una volta.
L'atmosfera si tocca e si palpa con mano, non è solo la riesumazione di vecchie tradizioni genovesi tirate fuori per fare un localino a tema. Le tovaglie a quadretti rossi e bianchi, spesso appese ad asciugare dalle finestre sopra l’entrata, sembrano una sorta di benvenuto. Le pareti, semplici, sono pitturate di verde smaltato sotto e bianco sopra, il menù, caratteristico, è scritto a mano e appeso a fianco del bancone. Qui è normale sedersi e dividere il tavolo con altra gente perfetta sconosciuta, ed è bello.

Probabilmente Maria non si sarebbe mai aspettata di diventare tutto questo il giorno in cui ha cominciato a fare questo lavoro, ma vedendola da fuori si può capire bene come sia potuto succedere: semplicità e sincerità, senza tante belinate. Un binomio che penso riesca a inquadrare bene l’atmosfera che si respira da lei.
Maria mi racconta che questo posto l’ha portato avanti lei da sola dovendo nello stesso tempo crescere i bambini piccoli, e non è stato proprio una passeggiata. Ora a lavorare qui ci sono dieci-dodici persone. Da quando ha aperto questo ristorante ha fatto 28 anni senza mai una feria, poi in qualche modo i figli l’hanno convinta a fermarsi un po’, una volta ogni tanto.

Il menù è rigorosamente a base di cucina genovese. Se non siete ancora riusciti a farvi un’idea di cosa potete trovare venendo a mangiare qui risolviamo subito il problema: trenette al pesto, carciofi ripieni, torta pasqualina, minestrone, e poi ravioli, cima e via così. Giornata speciale è il venerdì, il giorno dello stoccafisso accomodato e buridda( consigliati personalmente da Maria!). Infine il primo martedì del mese c’è la zuppa di pesce. Tra i dessert il Dolce della Casa ”delizioso” - scoprite voi di cosa si tratta - e non solo. Per finire è consigliabile concludere il pranzo o cena che sia con un bell’amaro nostrano, il Camatti di San Salvatore. Il tutto, accompaganto da vino abbondante, non vi costerà mai più di 15 Euro!.
Fidatevi, e buon appettito!

Potrebbe interessarti anche: , Mentelocale Bistrot, apericena natalizio a Palazzo Rosso: buffet, cocktail e panettoni , Capodanno 2019 a Palazzo Ducale: apericena, mostre e brindisi , Genova, arrivano i Punto Panera dal weekend dell'Immacolata: ecco dove , Mentelocale Bistrot anche su Deliveroo: a domicilio panini, torte e dolci , Minuto Caffè ad Albaro, un viaggio dal macinato di qualità alle capsule compostabili

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Lontano da qui Di Sara Colangelo Drammatico 2018 Lisa Spinelli è una maestra d'asilo con la passione per la poesia, tanto che i suoi figli ormai quasi adulti la trovano trasformata dalle lezioni che sta seguendo e il marito sente di essere un po' trascurato. Lisa non è di per sé... Guarda la scheda del film