Genova, al Teatro Modena c'è Tintarella di luna: viaggio nell'universo di Calvino

Genova, al Teatro Modena c'è Tintarella di luna: viaggio nell'universo di Calvino

Teatro Genova Teatro Gustavo Modena Martedì 13 ottobre 2020

© Federico Pitto

Genova - Prosegue la stagione 2020/2021 del Teatro Nazionale di Genova. Mercoledì 14 ottobre (ore 20.30), al Teatro Gustavo Modena, va in scena la prima nazionale Tintarella di luna, il nuovo spettacolo di Giorgio Gallione (produzione del Teatro Nazionale) con Cristiano Dessì, Rosanna Naddeo, Andrea Nicolini e sei danzatori. Si tratta di un viaggio nell'universo di Italo Calvino - da Le cosmicomiche a Le lezioni americane - per uno spettacolo sospeso tra danza, favola, arte e fantascienza, con lo stesso Calvino nel ruolo di deus ex machina che, in scena, inventa e rende concrete le proprie fantasie letterarie. Tintarella di luna va in scena dal 14 al 25 ottobre 2020 (qui i biglietti online dello spettacolo). «Essere riusciti a produrre lo spettacolo adesso, nonostante tutte le difficoltà, ci rende particolarmente felici. È un segnale importante della vitalità e della capacità di reazione di questo teatro e di tutta la città», ha detto il direttore Davide Livermore.

Tintarella di luna intreccia ironia e scienza, sberleffo e razionalità (comico e cosmico, appunto), narra le avventure visionarie di Qfwfq, creatura mutante in perenne metamorfosi che ha vissuto o addirittura provocato, nei secoli, ogni evento della storia cosmologica, dal Big Bang ad oggi. Lo stesso Calvino si interroga sui modi e le forme del narrare e sulla necessità etica dell’atto creativo, perché "la fantasia è come la marmellata, bisogna solo spalmarla su una solida fetta di pane”. In questi mondi immaginari si cammina su fazzoletti di nuvole, si abitano lune in decomposizione, ci si culla in primavere di quarzo, si visitano città straordinarie e bestiari fantastici. Gli spettatori di Tintarella di luna, allora, sono invitati a un viaggio nell’universo Calvino che si nutre di molte diverse fonti, dai saggi critici di Collezione di sabbia alle geografie sognanti di Città invisibili, sino alle confessioni quasi autobiografiche di Avventura di uno spettatore.

Ne nasce una narrazione sospesa nel tempo, sorridente, evocativa, astratta e bizzarra perché, come ci dice l’autore "la mia penna cerca da sempre l’eccezionalità e mai la consuetudine". Così, i tre attori narratori e i sei danzatori, trasformisti e lunatici, viaggiano idealmente nello spazio e nel tempo, in un peregrinare tra astri, mondi, città e pensieri mutevoli in cui il gioco, l’immaginazione, la fantasia e la leggerezza dello stile non è mai priva di una certa pensosità. 

Tintarella di Luna: regia Giorgio Gallione; con Cristiano Dessì, Rosanna Naddeo, Andrea Nicolini e i danzatori Luca Alberti, Diletta Brancatelli, Giuseppe Insalaco, Angelica Mattiazzi, Valentina Squarzoni, Francesca Zaccaria; musiche Paolo Silvestri; coreografia Giovanni Di Cicco; luci Aldo Mantovani; scene Marcello Chiarenza; costumi Francesca Marsella. Produzione Teatro Nazionale di Genova, in collaborazione con DEOS - Danse Ensemble Opera Studio.

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.