MiMoto, lo scooter sharing elettrico arriva nel golfo del Tigullio: ecco come funziona - Genova

MiMoto, lo scooter sharing elettrico arriva nel golfo del Tigullio: ecco come funziona

Attualità Genova Venerdì 17 luglio 2020

MiMoto nel Tigullio
Altre foto

Contenuto in collaborazione con Iren

Genova - Parte la MiMoto Summer EditionMiMoto, primo scooter sharing elettrico Made in Italy e già attivo nelle città di Milano, Torino e Genova (a Torino e Genova in partnership con IrenGo), arriva nel Golfo del Tigullio in sodalizio strategico con IrenGO, la linea di business del Gruppo Iren dedicata alla e-mobility. L’obiettivo di entrambe le aziende è proporre un nuovo stile di vita basato su rispetto per l’ambiente, Made in Italy, sicurezza stradale, condivisione responsabile ed efficienza. Così, anche luoghi di vacanza come Rapallo, Santa Margherita Ligure e Portofino sono più vivibili e smart, facilitando gli spostamenti delle persone con particolare attenzione all’ambiente e con una user-experience semplice e alla portata di tutti.

A tre anni dalla sua nascita MiMoto, pioniere di questa tipologia di servizio in Italia, ha contribuito a far entrare lo scooter sharing nel paniere Istat, a testimonianza di come abbia contribuito a cambiare usi e abitudini degli italiani. Gli eScooter MiMoto dalla livrea gialla hanno risparmiato oltre mezzo milione di kg di emissioni di CO2 in atmosfera. Il servizio di MiMoto coinvolge, a oggi, soprattutto giovani smartworker (circa l’80% degli eRiders MiMoto sono under 44), con un'ampia componente femminile (circa il 25% degli iscritti al servizio). La flotta iniziale stanziata nel Golfo del Tigullio sarà di 20 eScooter ed è destinata a crescere da luglio a settembre 2020. L’offerta è:

  • Ecosostenibile al 100%, con mezzi alimentati da energia green e made in Italy, proveniente dalle centrali elettriche del gruppo Iren;
  • Easy-to-use, grazie ad un mezzo di soli 80 kg, leggero, sicuro, facile da guidare e progettato in Italia;
  • Efficiente perché riduce drasticamente i tempi di viaggio, facendo risparmiare tempo all’utente.

Gli scooter sono omologati per due passeggeri e hanno in dotazione due caschi di misure diverse dotati di profumatori igienizzanti, cuffiette igieniche usa e getta e una schiuma per caschi auto asciugante. Il servizio è free floating, ovvero senza vincoli di parcheggio o di stazioni di ricarica e senza chiavi. Localizzato l'eScooter più vicino tramite App, disponibile per iOS e Android, si prenota, si parte e una volta terminato il noleggio si lascia il mezzo in qualunque punto consentito dal codice della strada all’interno dell’area coperta dal servizio, che comprende parte dei Comuni di Portofino, Santa Margherita Ligure e Rapallo.

MiMoto è stata fondata da 3 ragazzi all’epoca under 30 - Alessandro Vincenti, Gianluca Iorio e Vittorio Muratore - entrepreneurs che hanno scommesso su un servizio che potesse portare un valore aggiunto non solo alla mobilità cittadina, ma anche alla vita delle persone e all’ambiente in cui vivono. Proseguire nel Tigullio l’esperienza di Genova a poco meno di un anno di distanza è per i founders e MiMoto tutta un traguardo importante e allo stesso tempo una grande sfida: “In questo momento storico molto particolare, aprire il servizio in un nuovo territorio e raggiungere questa importante meta turistica è per noi motivo di grande orgoglio - affermano i founders - Siamo certi che molti già clienti che usano il nostro servizio in città, potranno montare in sella a MiMoto “vista mare”, cambiando location, ma non abitudini. Miriamo alla disincentivazione del mezzo privato migliorando la mobilità locale e rispettando l’ambiente. Un’inversione di paradigma essenziale in questo periodo di forte cambiamento. Anche in questa realtà, lavoreremo tutta l’estate per migliorare sempre più il servizio attraverso un contatto costante e diretto con il cittadino e con la nostra preziosa community di eRiders”.

"La presentazione di questo nuovo servizio oggi è l’occasione per confermare il ruolo che Iren intende ricoprire come attore protagonista della straordinaria trasformazione che sta vivendo il settore dei servizi pubblici, attraversato dalla transizione energetica, dalla digitalizzazione, dall’innovazione nei servizi, in un’ottica sempre più orientata all’economia circolare - dice Massimiliano Bianco, AD di Iren - È un percorso di crescita che stiamo costruendo insieme ai nostri territori, nei quali intendiamo essere motore di sviluppo e rinnovamento, interpretando insieme i nuovi bisogni e offrendo risposte concrete, come il servizio di scooter sharing che oggi promuoviamo e che, siamo convinti, potrà aumentare la qualità dell’offerta turistica della Liguria".

Potrebbe interessarti anche: , Le spiagge libere in Liguria sono sempre meno: il dossier di Legambiente , Festival AG Noir 2020 di Andora: programma e ospiti. Il tema è l'errore giudiziario , Ponte di Genova aperto al traffico: le prime auto sul viadotto , In volo con le Frecce Tricolori sul ponte di Genova: il video , Suq Genova 2020, il tema è Frontiere: cucine etniche e spettacoli. Il programma

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.