La rinascita del mercato di piazzale Parenzo a Marassi: due livelli con bar e ristoranti - Genova

La rinascita del mercato di piazzale Parenzo a Marassi: due livelli con bar e ristoranti

Attualità Genova Lunedì 22 giugno 2020

Rendering mercato Toti

Genova - Il mercato Toti di piazzale Parenzo, nel quartiere di Genova Marassi, è pronto a rinascere. Sarà interamente ristrutturato mantenendo la stessa destinazione mercatale, puntando anche all'enogastronomia, con una nuova terrazza verde rialzata. La giunta del Comune di Genova ha deliberato, su proposta dell’assessore al Commercio e Artigianato Paola Bordilli, la cessione onerosa per 50 anni dell’immobile al Consorzio La grande spesa, formato dagli operatori del mercato. La giunta ha anche approvato il progetto di ristrutturazione del mercato, proposto dal Consorzio, vincolando la cessione del diritto di superficie al rispetto dei tempi di realizzazione indicati nel progetto.

L’investimento del Consorzio per le opere previste è di 800 mila euro e la fine dei lavori è attesa entro maggio 2021, inoltre verserà nelle casse comunali 420 mila euro per il diritto di superficie. In tutto l’operazione vale oltre 1 milione e 200 mila euro. Il Comune resta proprietario del suolo e La grande spesa diventa, per 50 anni, proprietaria dell’immobile: a differenza di prima, potrà gestire la struttura in autonomia.

L’edificio, che non è vincolato, si sviluppa attualmente su 528 metri quadrati. Il progetto presentato dal Consorzio prevede di demolire la copertura in ferro e amianto (che viene adeguatamente smaltito) e di realizzare al suo posto una nuova superficie commerciale, da destinare alle attività di somministrazione e alla vita di quartiere. In pratica, il mercato a Marassi avrà due livelli: al piano terra i banchi con i prodotti freschi e al primo piano l'attività di somministrazione. Gli ingressi resteranno gli attuali su via Toti e piazzale Parenzo, il marciapiede sarà ampliato e realizzato un ascensore per disabili. I bidoni dei rifiuti saranno spostati e sul lato di via Toti verranno modificate le aperture per rendere permeabili alla luce e alla visibilità esterna gli spazi commerciali interni.

Al piano terra sono previste sei attività commerciali, dedicate alle diverse tipologie alimentari (frutta e verdura, macellerie, pescherie, gastronomie), raccolte intorno a uno spazio centrale a forma di elle. Al primo piano si troverà una sala di 240 metri quadrati affacciata su una terrazza-giardino ombreggiata da tende scorrevoli: gli spazi sono pensati per l’attività di somministrazione, eventi eno-gastronomici, degustazione di prodotti tipici. La copertura della terrazza sarà a verde, per integrarla con il verde rigoglioso degli alberi ad alto fusto presenti in piazzale Parenzo.

Mercato Toti di piazzale Parenzo: storia e convenzione

I rapporti tra Comune, proprietario dell’immobile, e Consorzio sono regolati da una convenzione: tutti gli oneri per gli interventi di progettazione e ristrutturazione della struttura mercatale, nonché le spese contrattuali saranno interamente a carico del Consorzio.

Il mercato, composto originariamente da una ventina di banchi dedicati alla vendita di alimentari e alla somministrazione di alimenti e bevande, aveva visto nel corso degli ultimi lustri una riduzione delle attività. Inoltre, è chiuso da settembre 2019 perché l’edificio, che risale al 1930, presenta diverse criticità, che comportano la necessità di interventi di ristrutturazione e messa a norma.

«La valenza dei mercati cittadini è per noi fondamentale - dice l’assessore Paola Bordilli - Abbiamo iniziato dal luglio del 2017 un lavoro lungo, anche attraverso importanti investimenti comunali, sulle strutture dei mercati al coperto che hanno in corso una serie di interventi atti a migliorare le strutture e la loro funzionalità. A questo lavoro vogliamo ora unire un lavoro importante di rilancio anche commerciale delle strutture: dopo MOG, Mercato del Carmine e il primo piano del mercato Romagnosi, adesso questo di Piazzale Parenzo. Ringrazio la Feseo Ascom che ha sostenuto gli operatori in questo percorso di importante valorizzazione di un nostro mercato con cui lanciamo anche un importante messaggio di voglia di investire in città in questo periodo post covid-19».

Potrebbe interessarti anche: , Obbligo mascherine a Chiavari: la nuova ordinanza, dai bus alle spiagge , Waterfront di Levante: si prosegue con restyling e demolizioni. Il cronoprogramma , Spiagge libere a Chiavari: controlli, verifica dei posti liberi online e sanzioni , Lavoro a Genova: Aster assume con tre bandi. Come partecipare, domanda e requisiti , Liguria, il piano caldo 2020 con i 15 consigli per combattere afa e ondate di calore

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.