Liguria, via a sagre e fiere. Novità su discoteche e parchi acquatici. La nuova ordinanza - Genova

Liguria, via a sagre e fiere. Novità su discoteche e parchi acquatici. La nuova ordinanza

Attualità Genova Venerdì 5 giugno 2020

© Pixabay

Genova - Altre novità in Liguria. Via libera alla riapertura di discoteche (ma solo per ascolto musica, consumazioni al bar e ristorazione, ancora escluso il ballo), dei parchi acquatici, tematici e di divertimento, delle funivie, delle residenze universitarie, delle attività di formazione professionale, di educazione permamente degli adulti, delle scuole e dei corsi di lingua. Dal 16 giugno 2020, invece, potranno essere allestite nuovamente sagre e fiere (oltre a manifestazioni ed eventi assimilabili) e potrà riaprire il Casinò di Sanremo. Per il solo anno 2020, inoltre, i contributi concessi ai comuni per la fruizione e la sicurezza della balneazione nelle spiagge libere potranno essere usati anche per le misure di sicurezza anti covid. È quanto previsto dall'ultima ordinanza emessa venerdì 5 giugno 2020 da Regione Liguria.

«Anticipiamo alcune riaperture in attesa della scadenza del 15 giugno, nel rispetto rigoroso di tutte le misure di prevenzione - ha spiegato il Presidente di Regione Liguria Giovanni Toti nel corso del consueto punto stampa serale - La riapertura dei locali delle discoteche, per usi diversi da quelli soliti, ci è sembrato un elemento di equità rispetto alle possibilità che hanno altri esercizi commerciali. La riapertura del Casinò di Sanremo avverrà secondo le linee guida di sicurezza adottate in accordo con l'Asl1 Imperiese. E diamo un aiuto importante per la manutenzione e la sicurezza delle spiagge libere».

Il terzo report ministeriale, reso noto dal Ministero della salute e ISS, sulla base dei dati delle aziende trasmessi da Alisa, ha certificato ancora che tutti i parametri in Liguria sono sotto la soglia critica. L'indice RT è a 0,49. «Con questa ordinanza abbiamo modificato la legge regionale 13/2008 ampliandone il raggio di azione in modo che i 350 mila euro, cui si aggiungono i 300 mila già stanziati, potranno essere usati anche per le spese necessarie al controllo delle spiagge libere, a seguito dell’emergenza covid-19 - dice assessore regionale Marco Scajola - Ringrazio le associazioni di categoria dei balneari per la collaborazione costruttiva e la disponibilità a non sospendere la tassa regionale sulle concessioni, che da 5 anni ci permette di finanziare i ripascimenti e altri importanti interventi sulle nostre spiagge».

«L'ordinanza di questa sera prevede il rientro degli studenti, assegnatari del posto alloggio, che avevano lasciato nel periodo del lockdown la residenza universitaria ma che ora hanno necessità di rientrare - dice l'assessore all'istruzione e alla formazione Ilaria Cavo - Sul sito di Aliseo sono descritte tutte le modalità per il rientro, nel rispetto delle garanzie per la sicurezza. Acconsentiamo, inoltre, alla formazione professionale per adulti in tutte le sue forme, in aula, in azienda oltre che in laboratorio, per tutte le attività di orientamento e di reinserimento lavorativo, per tutti i percorsi di formazione permanente e anche per i corsi di lingua (per i quali sono arrivate molte richieste). Il provvedimento non tocca, invece, tutti i corsi di formazione triennali per gli studenti in età dell'obbligo scolastico. Colgo l'occasione per fare i complimenti alle due scuole che hanno vinto il Premio Scuola Digitale della Liguria e adesso andranno a competere nella sfida nazionale: tra più di cento progetti, che hanno determinato la sfida di oggi tra otto scuole, hanno prevalso la primaria di Masone e l'Istituto Parentucelli-Arzelà di Sarzana. I loro progetti sono risultati convincenti per la tecnologia, l'innovazione. Un grazie anche all'istituto Liceti che oggi ha permesso la competizione a distanza grazie al proprio canale youtube».

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.