Palazzo Nicolosio Lomellino: riapre al pubblico un gioiello dei Rolli con una mostra su Bernardo Strozzi - Genova

Palazzo Nicolosio Lomellino: riapre al pubblico un gioiello dei Rolli con una mostra su Bernardo Strozzi

Mostre Genova Lunedì 25 maggio 2020

Genova - Da sabato 30 maggio a martedì 2 giugno 2020 Palazzo Nicolosio Lomellino, gioiello di proprietà privata di via Garibaldi 7, tra i più affascinanti Palazzi dei Rolli di Genova, riapre al pubblico dalle 11 alle 19, con ingressi a numero ridotto e misure di sicurezza adeguate a proteggere la salute dei propri visitatori.

Sarà quindi possibile tornare a scoprire le meraviglie del Palazzo, che per l’occasione presenta la nuova esposizione permanente Bernardo Strozzi a Genova e in Liguria. Dopo il grande successo della mostra Bernardo Strozzi 1582/1644 La conquista del colore”e la richiesta da parte del pubblico di approfondire ulteriormente l'opera del Maestro del Barocco Genovese, Palazzo Nicolosio Lomellino offre un percorso su pannelli che si snoda dal ponente al levante ligure alla scoperta dei lavori raccolti nelle Collezioni pubbliche, ancora oggi visitabili in chiese e Palazzi.

Un itinerario del lavoro artistico dell’artista, che dagli esordi a Campo Ligure e in Valle Stura prosegue con gli affreschi della perduta chiesa di San Domenico (ora in Accademia Ligustica di Belle Arti) passando per gli affreschi con il Trionfo di Davide sulla volta di Palazzo Branca Doria e agli affreschi con soggetti classici di Enea e Didone a Villa Centurione Carpaneto. Una parte di approfondimento è dedicato al ritrovato affresco-capolavoro al Primo Piano Nobile di Palazzo Nicolosio Lomellino, unico Palazzo aperto al pubblico dove è possibile ammirare affreschi di Strozzi.

Sono inoltre ricordate le opere presenti oggi nei Musei Civici di Strada Nuova, Palazzo Bianco e Palazzo Rosso, e a Palazzo Spinola di Pellicceria che si avvicinano a modelli caravaggeschi e fiamminghi, e le pale d’altare distribuite a Genova e nel Genovesato, tra cui quella dipinta per la cappella del Conservatorio Interiano, ora Banca Carige, quella della chiesa dei Sordomuti e quelle destinate a Genova Borzoli e a Framura. A completare l’esposizione, un dépliant evidenzia le tappe principali del percorso.

L’esposizione, realizzata con il supporto e il patrocinio di Regione Liguria e Agenzia InLiguria, sarà visitabile fino a ottobre 2020.

Sarà inoltre possibile scoprire le meraviglie del Giardino Segreto, che permette di godere di alcuni scorci scenografici tra cui il percorso della galleria dei Cesari, con una prospettiva unica della Grotta di Adone che caccia il cinghiale.

Palazzo Nicolosio Lomellino accoglie il pubblico in totale sicurezza, garantendo il rispetto di tutte le misure previste e necessarie: dal ridotto numero dei gruppi al distanziamento tra i singoli visitatori, entrate dilazionate, sanificazione degli spazi e adozione dei necessari dispositivi di protezione personale.

Le visite guidate partiranno nell'atrio del Palazzo dalle 11.15 alle 17.00 ogni trenta minuti. L’ingresso è a numero chiuso, è quindi obbligatoria la prenotazione. Per la riapertura un biglietto speciale ridotto a 5 euro.

Potrebbe interessarti anche: , La street art di Obey a Genova: la mostra al Ducale. Biglietti, orari e foto , 5 minuti con Monet a Palazzo Ducale: biglietti online e prenotazione , Sirotti e i Maestri a Villa Croce: mostra e foto. «Esplosione di colori ed energia» , Via del Campo 29 rosso: torna la casa dei cantautori genovesi, da De André a Tenco , Il Museo di Villa Croce riapre con la mostra Sirotti e i Maestri, a cura di Anna Orlando

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.