La Lanterna di Genova riapre il 19 maggio: misure di sicurezza, app salta coda e orari

La Lanterna di Genova riapre il 19 maggio: misure di sicurezza, app salta coda e orari

Mostre Genova Parco della Lanterna Domenica 17 maggio 2020

© Franco Galatolo

Genova - Il complesso monumentale della Lanterna di Genova, parte del Mu.MA - Istituzione Musei del Mare e delle Migrazioni, è animato da un ricco programma di eventi, organizzati per la sua massima valorizzazione da APS Amici della Lanterna e Pharos light for heritage. Dopo più di due mesi di chiusura per il contenimento dell’emergenza epidemiologica da Coronavirus, entrati nella fase 2 in Liguria, il complesso monumentale della Lanterna di Genova riapre al pubblico da martedì 19 maggio 2020 secondo il consueto orario:

  • Dal martedì al venerdì dalle ore 10 alle 17 (ultimo ingresso ore 16.30); da giugno a settembre ore 10-18;
  • Sabato, domenica e festivi dalle ore 10 alle 18 (ultimo ingresso ore 17.30); da giugno a settembre ore 10-19;
  • In caso di allerta meteo arancione e/o temporali le visite al complesso monumentale sono sospese: eventuali indicazioni sono segnalate sul sito della Lanterna di Genova e sulle pagine social Lanterna.

Per accedere alla Lanterna, si tiene conto di tutte le misure di sicurezza definite dalle autorità competenti: ingresso contingentato, distanza di 2 metri, necessità di dispositivi di protezione individuale e igienizzante, screening della temperatura corporea. In più, la Lanterna è il primo museo a utilizzare Fastpass, una app che consente ai visitatori di verificare in tempo reale i tempi di attesa e prenotare l’orario della visita, per evitare assembramenti lungo il percorso e facilitare gli accessi. Si consiglia inoltre l’acquisto online del biglietto.

Si tratta di uno dei primi musei a poter riaprire al pubblico a Genova: i visitatori possono tornare ad ammirare l’Open Air Museum nel parco, con l’antica porta di accesso a Genova da Occidente, il museo con la storia della Lanterna e le sale dedicate a fari e fanali, e infine salire i 172 gradini che conducono alla prima terrazza panoramica della torre del faro, da cui si gode una splendida ed inedita vista a 360° sulla città e il suo porto.

«La Lanterna, simbolo di Genova, sarà uno dei primi musei genovesi a riaprire le sue porte, dopo il periodo di lockdown. E lo farà rispettando tutte le normative di sicurezza - spiega l’assessore alle Politiche culturali del Comune, Barbara Grosso - Non possiamo che essere felici per questa riapertura, che segna un passo in avanti verso la normalità e sottolinea che la cultura non si ferma mai». «Siamo felici di essere riusciti a ottenere il via libera per riaprire al pubblico - sottolinea Andrea De Caro, Direttore operativo del Complesso Monumentale della Lanterna di Genova per Pharos light for Heritage - Per poterlo fare, abbiamo messo in atto tutte le prescrizioni previste, utilizzando anche strumenti tecnologici come la termocamera per rilevare la temperatura corporea e una App innovativa per organizzare gli accessi in un museo, per ottimizzare la visita».

Modalità di visita: App, misurazione della temperatura e biglietto online

Fastpass è una app per organizzare la visita senza fare la coda. Realizzata da Easit e scaricabile gratuitamente, supporta la gestione dei flussi di visitatori, per evitare assembramenti lungo il percorso e facilitare gli accessi. La Lanterna è il primo museo a usarla: tramite APP i visitatori possono verificare in tempo reale i tempi di attesa e prenotare l’orario della visita.

Si invita all’acquisto del biglietto online per visitare la Lanterna di Genova, secondo i posti disponibili nelle differenti fasce orarie. Gli accessi alla struttura sono contingentati e regolati per numero di presenze e orario. Il percorso è stato ottimizzato per evitare affollamenti e si svolge per buona parte all’aperto, nell’Open Air Museum nel parco.

Si invitano i visitatori a rispettare le disposizioni di contrasto al Covid 19, al fine di evitare possibili contagi, mantenendo la distanza di almeno 2 metri dagli altri utenti, indossando mascherina e guanti e non toccando occhi, bocca e naso. Si raccomanda inoltre di utilizzare i dispenser con igienizzante messi a disposizione dei visitatori prima di entrare nelle sale espositive. È stata effettuata la sanificazione ed è programmata una igienizzazione quotidiana. Per poter accedere, è necessario sottoporsi a uno screening della temperatura corporea con termocamera all’ingresso del complesso museale: i visitatori con una temperatura superiore ai 37,5° non potranno essere ammessi all’interno della struttura. Si consiglia comunque di misurarla già a casa come utile abitudine quotidiana.

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.