Oli d'Italia 2020: la guida del Gambero Rosso. I migliori in Liguria - Genova

Oli d'Italia 2020: la guida del Gambero Rosso. I migliori in Liguria

Food Genova Mercoledì 6 maggio 2020

© Pixabay

Genova - Le grandi eccellenze gastronomiche made in Italy non si contano sulle dita di una mano. Tra i capisaldi della nostra tradizione primeggia da sempre l'olio, prodotto della terra simbolo di un'antica tradizione dei frantoi italiani. Anche quest'anno il Gambero Rosso tratteggia un percorso di assaggio attraverso le migliori spremute d'oliva, nella Guida agli Oli d'Italia 2020. Tra gli oli premiati dalla rivista, non mancano di certo dei fiori all'occhiello in Liguria.

Il Gambero Rosso ha infatti assegnato il massimo riconoscimento di Tre Foglie a ben quattro oli liguri. Quali sono? Una prima menzione speciale va all'olio extravergine top di due aziende imperiesi, la Benza Frantoiano di Imperia e la Paolo Cassini di Isolabona. Un importante riconoscimento per il settore dell'olivicoltura del Ponente ligure e della Taggiasca, pur in un momento di grande difficoltà per il mondo agricolo, che nel 2019 nel nord Italia ha registrato una delle annate peggiori degli ultimi 10 anni a causa delle avverse condizioni climatiche.

Tre Foglie assegnate dalla Guida 2020 del Gambero Rosso anche all'olio Cru Turè Dop Riviera Ligure Monocultivar Taggiasca di Belfiore a Castelnuovo Magra, nello spezzino, e al Pria Grossa Monocultivar Colombaia dell'azienda agricola Domenico Ruffino in provincia di Savona. Nel 2020 la Taggiasca è protagonista anche di una menzione fra i Grandi Oli nella Guida agli extravergini Slow Food. Tra i Grandi Oli anche l'extravergine dell'azienda La Baita & Galleano di Borghetto d'Arroscia.

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.