Il nuovo Blunt - Genova

Food Genova Venerdì 7 novembre 2003

Il nuovo Blunt

Genova - «Un locale che alimenti il corpo e lo spirito: arte, musica e cultura accompagnate da ottimi drink e buona cucina». Così il nuovo art director del Blunt di via del Tritone 11 di Genova Sturla, Stefano Rebora, anima dei Creativi della Notte, presenta la nuova stagione dell’ex Surfactivity in riva al mare, che ha un nuovo proprietario, Christian Giannini, e una veste completamente rinnovata a cura dell’architetto Ferruccio Catenelli.
Non più solo aperitivi, cena e dopocena, di qualità e prezzi accessibili, ma anche un nutrito calendario di mostre di pittura e scultura a rotazione settimanale, organizzate dall’artista genovese Luciano Stuttgard, un angolo di consultazione di quotidiani e riviste e un raffinato sottofondo musicale selezionato dai dj Alfredo Boriello, in arte Yogi e Davide Vaccaio (o Davidino).

«È un locale che avevo in mente di realizzare da molto tempo – racconta Stefano Rebora – con una nuova formula diffusa nelle capitali europee, che rende meno ufficiale e più accessibile l’evento culturale arricchendo al contempo i momenti di svago».
Si parte domenica 9 novembre alle 18, con l’inaugurazione al pubblico e la doppia personale di quadri ad olio di Stuttgard e le sculture di Luisa Caprile, allieva del maestro Garaventa, che oggi ha una sua scuola-laboratorio. Seguiranno poi, a scadenza settimanale, le mostre di Diego Toscani e Marina Bocchieri, Riccardo Laggetta e Sergio Zucca, Rommy Barrile, Susanna Lunini e Pierangela Ballerino.
Ogni sera, a partire dalle 18 escluso il lunedì, giorno di chiusura, fino alla mezzanotte o poco dopo, il Blunt può regalare una serata affacciata sulle onde, in veranda o negli spazi del tradizionale bar-ristorante.

E presto verrà inaugurato uno spazio-lettura con opere di narrativa e saggistica. Il Blunt vuole diventare, inoltre, quartier generale per le attività umanitarie dei Creativi della Notte, che da anni organizzano eventi a favore dei paesi sconvolti dalla guerra. Si tratta di maratone musicali lunghe anche una settimana nelle discoteche e nelle piazze, che vanno sotto il marchio di Music for Peace, con ospiti che si esibiscono gratuitamente e un pubblico che invece di pagare il biglietto in danaro porta beni alimentari come pasta e riso, patate e farina, oppure coperte e oggetti di cartoleria. Il tutto viene poi raccolto e consegnato di persona da Rebora e soci alle popolazioni bisognose, senza dispersivi passaggi di mano.
E dopo la Serbia e il Kossovo, l’Afghanistan e quest’estate l’Iraq, sta per partire la nuova campagna a favore della Palestina, i cui equilibri appaiono sempre più insidiosi e precari. Sarà stretta la collaborazione con Emergency, che al Blunt presenterà anche una nuova mostra fotografica realizzata durante l’ultima campagna irachena della scorsa estate.

Nella foto in basso un momento della serata

Potrebbe interessarti anche: , A Genova presso Minuto Caffé in Albaro arriva la scuola in caffetteria certificata Aicaf , I Ravioli di Paganini, una ricetta tutta genovese: come prepararli in casa , Genova Beer Festival 2019: birre artigianali, stand gastronomici e lab , Mentelocale Bistrot in piazza Leo: serate a tema e aperitivi nel cuore di Albaro , Aperitivo Messicano a Mentelocale Bistrot di Palazzo Ducale, tra nachos e margarita

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.