Nuovo ponte di Genova: finito il sollevamento dell'ultima maxi‑campata

Nuovo ponte di Genova: finito il sollevamento dell'ultima maxi‑campata

Attualità Genova Lunedì 23 marzo 2020

© facebook.com/EnteRegioneLiguria

Genova - Dopo 3 giorni di attività preparatorie, completato con successo il sollevamento in quota della terza e ultima maxi-campata tra le pile 10 e 11 del nuovo Ponte di Genova sul Polcevera. L’impalcato della lunghezza di 100 metri per 1800 tonnellate di peso porta il ponte a 750 metri la lunghezza scavalcando la linea ferroviaria. Dopo la consegna delle pile a febbraio, viene così portato in quota il 75% di lunghezza totale del ponte di Genova.

L’operazione è stata portata a termine da PERGENOVA, joint venture tra Salini Impregilo e Fincantieri Infrastrucure, con una iniziale manovra di rotazione di 90 gradi per portare l’impalcato tra le pile tramite l’ausilio dei carrelli telecomandati. Come nei precedenti sollevamenti da 100 m, si sono utilizzati strand jack speciali in gradi di sostenere il peso della maxi-campata. L’operazione di sollevamento, iniziata in mattinata, è durata complessivamente 8 ore, completandosi nella serata del 22 marzo 2020.

Il modello fast track adottato nel cantiere del nuovo ponte di Genova permette di lavorare in parallelo nei diversi cantieri creati nell’area per la realizzazione di sottofondazioni, fondazioni ed elevazione delle pile. Grazie a questo modello nei giorni precedenti nell’area sono state assemblate le varie parti dell’impalancato con una sorta di stabilimento mobile che ha consentito di portare a termine e di gestire le delicate operazioni di movimentazione e sollevamento in quota anche dell’ultimo impalcato da 100m. In parallelo nel cantiere si stanno organizzando le operazioni perla preparazione della soletta del ponteperpoter riconsegnare l’opera alla città in tempi record.

Le operazioni nel cantiere procedono mentre Genova si illumina con il Ponte di Luce, un fascio di luce tricolore che si accende ogni sera alle 19.30, per esprimere la vicinanza di Salini Impregilo al Paese durante l’emergenza Coronavirus. L’iniziativa, che ricostruisce simbolicamente il nuovo Ponte sul Polcevera, giorno dopo giorno intende trasmettere da Genova un messaggio di speranza e di slancio verso un futuro da affrontare come un Paese unito, che nei momenti di crisi ed emergenza riesce sempre a trovare le risorse e l’orgoglioperripartire con energia e coraggio.

Potrebbe interessarti anche: , Ponte di Genova: una radura della memoria per ricordare le 43 vittime del Morandi , Salone Nautico a Genova per i prossimi 10 anni: firmata l'intesa , Liguria, la nuova ordinanza su centri estivi, parchi divertimento, servizi per l'infanzia e aperture , Mascherine Coop in vendita in Liguria a 50 centesimi. Con limite d'acquisto , Premio Fotografico Nicali Iren 2020: i finalisti. Le foto

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.