Coronavirus, Bucci e Toti: «State a casa». Weekend con controlli a tappeto - Genova

Coronavirus, Bucci e Toti: «State a casa». Weekend con controlli a tappeto

Attualità Genova Sabato 14 marzo 2020

© Pixabay

Genova - L'obiettivo è evitare gli affollamenti dello scorso weekend, quando il borgo di Boccadasse era pieno di gente. Non era ancora entrato in vigore il decreto restrittivo che, di fatto, vieta gli spostamenti se non giustificati e necessari, ma quell'assembramento doveva essere evitato dal buon senso. E, se nella giorata di venerdì 13 marzo 2020, sono comparse foto con via Sestri piuttosto affollata al mattino, ora genovesi e cittadini sembrano aver capito l'io resto a casa. Sabato 14 marzo, infatti, il borgo e la spiaggia Boccadasse si è presentato deserto, così come gran parte della città.

Per tutto il weekend, vanno avanti i controlli nel borgo di Boccadasse, in Corso Italia e nel resto di Genova, soprattutto nei possibili luoghi di ritrovo. La polizia locale ferma persone e auto, chiedendo le ragioni degli spostamenti e il possesso dell’autocertificazione. Anche nel centro cittadino, dalla zona del Porto Antico di Genova all'arteria via XX Settembre, che vede quasi tutti i negozi chiusi, girano poche persone, fra supermecati e farmacie, o chi a far fare i bisogni al cagnolino.

Queste le parole del sindaco Bucci in vista del weekend. «Oggi e domani non viviamo un weekend come gli altri: niente giri per il centro, niente struscio per le vie principali delle delegazioni, niente assembramenti in corso Italia, passeggiata di Nervi e Pegli o sulle spiagge! Stiamo a casa e usciamo solo se abbiamo necessità urgenti. Le forze dell’ordine e la nostra polizia locale sono in giro per controllare, non complichiamo il loro lavoro. Rispettiamo tutte le norme previste per salvaguardare noi stessi, i nostri cari, la nostra comunità!».

Ha parlato, su Facebook, anche Giovanni Toti: «Amici, vi prego state a casa! Si chiama buon senso, si chiama rispetto, si chiama legge. Ve lo chiede l'Italia intera. Il weekend è alle porte e non vorrei rivedere le scene della scorsa settimana, state a casa, non chiediamo altro. Ho appena sentito il sindaco Bucci che farà controlli a tappeto, ma spero non ce ne sia bisogno. È una battaglia di tutti, combattiamola insieme».

Potrebbe interessarti anche: , Lavoratori dello spettacolo, manifestazione a Genova: «Sicurezza e risposte per ripartire» , Ponte di Genova: una radura della memoria per ricordare le 43 vittime del Morandi , Salone Nautico a Genova per i prossimi 10 anni: firmata l'intesa , Liguria, la nuova ordinanza su centri estivi, parchi divertimento, servizi per l'infanzia e aperture , Mascherine Coop in vendita in Liguria a 50 centesimi. Con limite d'acquisto

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.