Palazzo Spinola: Il Viaggio di Abramo del Grechetto torna a splendere - Genova

Palazzo Spinola: Il Viaggio di Abramo del Grechetto torna a splendere

Il Viaggio di Abramo, Giovanni Benedetto Castiglione detto il Grechetto

Genova - Torna a splendere, custode della sua collocazione storica a Palazzo Spinola in piazza Pellicceria, Il viaggio di Abramo, uno dei capolavori commissionati in patria a Giovanni Benedetto Castiglione, meglio noto come il Grechetto. Il salone del secondo piano della dimora Spinola ritrova così un'imporante testimonianza del barocco genovese, grazie al restauro sostenuto da Iren attraverso un progetto Art Bonus. Una (nuova) occasione per tornare a visitare la Galleria Nazionale: il museo è aperto dal martedì al sabato con orario continuato, dalle ore 8.30 alle 19.30.

Il quadro si presenta secondo la tipica composizione a gerarchia ribaltata: il soggetto principale dell'opera, Abramo, è infatti raffigurato in secondo piano rispetto alla carovana di animali e oggetti che accompagnano il suo viaggio. È proprio in questo gruppo di figure che il Grechetto firma con il suo stile l'opera, riportandone con pennellate pesanti e forti chiaroscuri la materialità. Dalla porcellana lucida dei vasi al tessuto blu indaco che spicca fra le ombre al piumaggio degli uccelli: il restauro della tela a Palazzo Spinola ha dato nuova vita e nuova lettura al capolavoro seicentesco in termini di rilievo materico e brillantezza cromatica.

L'imponente tela restaurata del Grechetto (240 x 275 cm) arriva a Palazzo Spinola per volontà di Ansaldo Pallavicini nel 1653. Ce ne danno testimonianza i documenti d'archivio che ne attestano l'acquisto, insieme ad altre quattro opere del pittore genovese, evidentemente legato al mecenate e collezionista da un rapporto privilegiato. Di queste tutt'oggi, oltre al Viaggio di Abramo, è conservata nel Palazzo solo la tela Circe (anch'essa esposta nella sua posizione originale secondo l'organizzazione voluta da Maddalena Doria Spinola).

Gli interventi di restauro del Viaggio di Abramo del Grechetto sono stati affidati a Nino Silvestri, che è intervenuto sulla tela per recuperarne leggibilità e fruibilità. Il quadro si è presentato sotto i ferri del Laboratorio genovese con una serie di problematiche: sollevamenti di colore, opacizzazioni della vernice ingiallita e disomogenua, abrasioni di colore e alcuni sollevamenti e scollamenti della cornice in legno rigato. Le operazioni di restauro hanno così permesso, oltre a una nuova vita per il quadro, anche uno studio approfondito dell'opera e della tecnica pittorica del Grechetto.

Il progetto di restauro, che ha richiesto un intervento dal costo complessivo di 6832 euro, è stato siglato nell'ambito dell'iniziativa Rivelazioni di Borsa Italiana, grazie anche all'intervento mediatorio di Alessandro Giglio, presidente del Teatro di Genova. Una perfetta testimonianza di come il concetto di «rete» fra istituzioni e privati rappresenti un modello virtuoso di collaborazione, come spiega orgogliosa la curatrice del progetto a Genova Anna Orlando. Una progettazione congiunta che vuole porsi come paradigma per ulteriori e futuri interventi di recupero dei tesori artistici del territorio.

«La nostra azione è da sempre molto radicata nel territorio» spiega Massimiliano Bianco, amministratore delegato di Iren che ha finanziato il restauro del Grechetto a Palazzo Spinola «e risponde a un più generale intento di fornire servizi per migliorare la qualità della vita, tanto attraverso le attività di Iren come azienda quanto come partecipazione attiva ai progetti culturali». Un indirizzo che muove verso nuove forme di mecenatismo, oggi più che mai urgenti per custodire il nostro patrimonio artistico attraverso la sinergia di istituzioni e privati.

Oltre alla Galleria Nazionale di Palazzo Spinola, coivolto nell'ambito dello stesso progetto anche il Museo di Palazzo Reale, che ritrova la direzione di Alessandra Guerrini. Coinvolto nelle azioni di recupero e restauro anche l'Amor sacro e Amor profano di Guido Reni, già presentato a Vienna e in esposizione al Rijksmuseum di Amsterdam fino in autunno, quando verrà esposto anche alla BIG di Borsa Italiana a Milano.

Potrebbe interessarti anche: , La street art di Obey a Genova: la mostra al Ducale. Biglietti, orari e foto , 5 minuti con Monet a Palazzo Ducale: biglietti online e prenotazione , Sirotti e i Maestri a Villa Croce: mostra e foto. «Esplosione di colori ed energia» , Via del Campo 29 rosso: torna la casa dei cantautori genovesi, da De André a Tenco , Il Museo di Villa Croce riapre con la mostra Sirotti e i Maestri, a cura di Anna Orlando

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.