Da Sampierdarena a Voltri, negozi a luci spente per protesta - Genova

Da Sampierdarena a Voltri, negozi a luci spente per protesta

Attualità e tendenze Genova Lunedì 17 febbraio 2020

di A.S.
Via Sestri
© Alessio Sbarbaro, wikipedia

Genova - Se chiudiamo resti al buio è l'iniziativa di protesta dei negozi del ponente di Genova per la difficile situazione in cui si trovano quartieri e attività commerciali cittadine. 30 minuti a luci spente, nel tardo pomeriggio di martedì 18 febbraio 2020 (dalle 18.15 alle 18.45 circa), per i negozi di 6 diversi Centri Integrati di Via della città, che vanno da Sampierdarena a Voltri: civ Cantore e dintorni, Civ Cornigliano, Consorzio operatori Sestri Ponente, Riviera di Pegli, Pra’ Insieme e Civ Voltri.

L'intento di questa "mobilitazione" silenziosa è far capire all'amministrazione comunale quanto sia complicato avere un'attività di quartiere oggi, vista la situazione drammatica in cui versano le delegazioni da Sampierdarena a Voltri. Molti negozi, infatti, sono costretti ad abbassare le serrande. Tante tasse da pagare, acquisti online sempre più massicci, i grandi centri commerciali e i cronoprogrammi dei lavori non rispettati (che allontano turisti e cittadini) stanno mettendo in ginocchio le piccole-medie attività. Diverse vie di quartieri genovesi, da ponente al centro storico, stanno andando incontro alla desertificazione.

Si chiede maggiore attenzione e soluzioni concrete ai problemi urbanistici ed economici. Il tutto lasciando fuori la politica: «Diffidiamo ogni parte politica - partito a cavalcare e strumentalizzare la nostra manifestazione», si legge su Facebook. Non sono state coinvolte le associazioni di categoria. Nel tardo pomeriggio di lunedì 17 febbraio, nel frattempo, il sindaco Marco Bucci incontra i negozianti.

Potrebbe interessarti anche: , Coronavirus a Genova: Italica Grondona, la nonna di 102 anni guarita dal virus , Coronavirus in Liguria: San Martino tra 8 centri che sperimentano il Favipiravir , Coronavirus, Amt Genova: nuovo orario e meno bus dal 30 marzo. Navebus sospeso , Coronavirus in Liguria, Toti: «Aumenteremo tamponi e faremo test sierologici» , Coronavirus a Genova: numero per la spesa a casa. Oltre 1.400 consegne in 15 giorni

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.