Design Week di Genova 2020: il centro storico si tinge di verde. Le date

Cultura Genova Venerdì 17 gennaio 2020

Design Week di Genova 2020: il centro storico si tinge di verde. Le date

© Elena Infascelli

Genova - Tutto nel centro storico di Genova si tinge di verde: è questo il tema e il colore della nuova edizione della Design Week Genova 2020, in programma da giovedì 7 a lunedì 11 maggio 2020. Le eccellenze del design si riuniscono nel Centro Storico con tre grandi novità: il progetto La città che foglia e fiora, per dare nuova vita ai palazzi e ai vicoli del percorso espositivo con installazioni di verde diffuso, la nascita di un Comitato Scientifico e il lancio di un riconoscimento per gli espositori che quest’anno premierà lavori provenienti da ogni parte del mondo.

La nuova edizione della Design Week torna a Genova dopo il successo dell'edizione 2019, che ha visto 10mila visitatori. La manifestazione, organizzata dal DiDe-Distretto del Design Genova, con il sostegno di Comune di Genova, Camera di Commercio, Regione Liguria, Confcommercio Genova e Municipio 1 Centro-Est, porta nuovamente l’avanguardia delle maison nazionali e internazionali nel Centro Storico aprendo alla città gli atri dei palazzi storici genovesi e dando nuova vita alle piazze e ai vicoli.

Prima novità, il progetto La città che foglia e fiora. Nato dall’idea deicinque architetti del DiDe - Distretto del Design Genova, il progetto porta nel distretto, che ha il suo fulcro e centro in Piazza dei Giustiniani e si estende alle zone limitrofe, numerose installazioni verdi che restano oltre la fine della Design Week Genova. Sono adornate numerose inferriate a protezione delle finestre degli atri dei palazzi storici genovesi e installato del verde sia verticale, su dissuasori e pensiline, sia sospeso, che accompagna il visitatore nel percorso espositivo della Design Week 2020 a Genova. Sono anche decorati i principali accessi che da via San Lorenzo e Caricamento portano a piazza dei Giustiniani, fulcro e centro nevralgico del distretto.

L’altra novità riguarda la nascita di un Comitato Scientifico. Obiettivo è attrarre creatività allargando i propri confini con nuove idee. A questo scopo il DiDe-Distretto del Design Genova ha reso necessario il coinvolgimento diretto di enti che unissero le competenze tecniche alla conoscenza dei materiali e dei processi produttivi.

La partecipazione dei giovani designer nel corso della passata edizione ha indotto gli organizzatori ad allargare le categorie aderenti. Alla call dedicata ai designer e alle aziende del settore, già lanciata nei mesi scorsi, si affiancano così due nuove sezioni: la Design Week Award, che premia le creazioni di designer provenienti da ogni parte del mondo inviate via e-mail sotto forma di progetto, e una sezione dedicata agli allestimenti nelle piazze che ospiteranno eventi d’intrattenimento. 

«È stato l'entusiasmo per il successo raccolto nella scorsa edizione di Design Week ad aver portato l'associazione a lavorare all'edizione 2020 - racconta Elisabetta Rossetti, presidente del DiDe, Distretto del Design Genova - L'obiettivo principale è quello di rigenerare una parte ancora dimenticata del centro storico di Genova e di far conoscere a genovesi e turisti la bellezza del nostro patrimonio».

Potrebbe interessarti anche: , Palazzo Ducale: mostre 2020 ed eventi tra Michelangelo, Disney, Obey e la Storia in Piazza , TEDxGenova 2020: Genius Loci, svelati gli otto speaker , Musei di Genova: oltre 12 milioni e 700 mila euro per gli interventi , TEDx 2020 a Genova: lo spirito del luogo. Programma e presentazioni , Teatro Nazionale di Genova, Davide Livermore: «Sono pazzo del teatro pubblico»

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Allerta Coronavirus Attenzione! Se vi trovate in una delle regioni in cui vige l'ordinanza riguardante l'emergenza Coronavirus, ricordiamo che tutti gli eventi in programma dal 24 febbraio al primo marzo 2020, sono annullati. Per ulteriori informazioni è possibile contattare direttamente gli organizzatori dei singoli eventi.