Natale e 2020 all'insegna del riuso con Amiu: calendario e consigli - Genova

Natale e 2020 all'insegna del riuso con Amiu: calendario e consigli

Attualità Genova Giovedì 19 dicembre 2019

Genova - A Natale tutti più buoni, anche nei confronti dell'ambiente. Da tempo, Amiu e Comune di Genova sono in prima linea per prevenire la produzione di rifiuti e incentivare il riuso, in linea con i principi dell’economia circolare. Perché non portare avanti queste buone pratiche anche a Natale e nell’anno nuovo? Un regalo all'insegna del riuso è infatti un’idea originale e a Genova trova realizzazione grazie alla rete, in costante crescita, della web app Refresh. Rivolta ai cittadini, è interamente dedicata a rendere visibile il sistema del riuso e del riparo che già esiste in città. Per iscriversi è sufficiente compilare questo form.

Regali e idee per i più piccoli? C’è anche Toorna, la web app specifica per tutti i genitori che amano l’idea di poter far circolare gratuitamente oggetti e abiti per bimbi (da 0 a 12 anni) nonché vestiti e accessori premaman. Senza dimenticare il Temporary shop di vico Angeli 21 rosso (da Palazzo Rosso in via Garibaldi), gestito dall’associazione Sc’Art!, con i prodotti e le attività di Creazioni al fresco: borse, accessori e complementi di arredo realizzati con il riutilizzo di diversi materiali nei laboratori rivolti a donne detenute presso la casa Circondariale di Genova Pontedecimo, a donne in misura alternativa alla detenzione e a donne ex detenute.

Lo spazio è aperto tutto l’anno, il martedì, mercoledì e giovedì dalle 15 alle 18 e il venerdì dalle 9 alle 13. Soprattutto a Natale, è poi utile ricordare le buone pratiche legate alla differenziata e al riciclo:

  • Carta e imballaggi:

Il vademecum di Comieco (Consorzio nazionale per il recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica) per un Natale sostenibile. Con pacchi e scatole, separate il cartone da elementi estranei come nastro adesivo, punti metallici e plastiche che contengono le bolle di consegna e l’indirizzo. Appiattite il cartone in modo da occupare il minor spazio possibile nel bidone; pacchetti regalo sostenibili: vecchie scatole da scarpe, scatoloni e fogli di giornale possono essere utili per impacchettare regali di qualsiasi dimensione; pranzi e cenoni con la carta: dove la butto? Carta oleata e carta forno vanno gettate nell’indifferenziato se sporche di cibo, altrimenti, se riportato sulla confezione, vanno conferite nel bidone di carta e cartone.

Le confezioni di cotechino, zampone, panettone e pandoro sono costituite da materiali diversi: è necessario separare il cartoncino del packaging dall’involucro di platica e conferirli nel bidone corretto. I tovaglioli di carta usati vanno nell’umido; scontrini dei regali: sono nemici del riciclo della carta perché costituiti da carta termica e devono quindi essere gettati nell’indifferenziato.

  • Vetro:

Alcuni consigli dal CoReVe (Consorzio Recupero Vetro). Champagne, spumanti, vini da tavola e amari, condimenti e conserve tipici della tradizione. Sulle tavole degli italiani a Natale passa una grande quantità di imballaggi in vetro che, se correttamente raccolta e riciclata, è in grado di determinare benefici tangibili per l’ambiente. Quindi, ecco cosa va buttato nel contenitore verde del vetro: tutte le bottiglie, da quelle del vino a quelle di champagne e spumante; i vasetti e i barattoli di vetro di conserve, marmellate, composte, sughi, salse, mostarde e prodotti sottolio o sottaceto. Cosa non deve andare invece nella raccolta del vetro? Le palline di Natale e le decorazioni in vetro soffiato con cui si adornano alberi e case; le lampadine e le luci; calici e bicchieri di cristallo (nemici giurati del riciclo del vetro); piatti, tazzine, ciotole, pirofile, statuette del Presepe e tutti gli oggetti di porcellana e ceramica; da non dimenticare anche gli articoli in vetroceramica tipo pyrex.

  • Plastica e Raee:

Il Corepla (Consorzio Nazionale per la Raccolta il Riciclo e il Recupero degli imballaggi in plastica) consiglia di riusare il più possibile gli imballaggi in plastica e le decorazioni. Il Consorzio invita anche ad abbassare il volume, cioè schiacciare gli imballaggi prima di metterli nel bidone della differenziata. La raccolta differenziata della plastica riguarda solo gli imballaggi (tra cui bottiglie, vaschette, barattoli, flaconi, piatti e bicchieri, pellicole trasparenti e pellicole antiurto...). Scegliamo luci a risparmio energetico e, se smettono di funzionare, ricordiamoci che diventano Raee (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) e vanno smaltiti con la raccolta differenziata.

E per il 2020? Amiu ha preparato un calendario per fissare nelle case dei genovesi alcune utili e pratiche nozioni sulla raccolta differenziata, il riuso e il riparo. L'iniziativa è possibile grazie alla collaborazione di 48 aziende che hanno collaborato con un contributo alla realizzazione del calendario. Ad ogni mese corrisponde un materiale da riciclo (carta, plastica, vetro, acciaio, alluminio e umido), una raccolta speciale (raee, ingombranti, legno e rifiuti pericolosi) o un'iniziativa su riuso e riparo. Nei testi, tutti i genovesi potranno trovare informazioni sulla composizione dei materiali, su come differenziare correttamente evitando errori di contenitore, e alcune curiosità su quali nuovi oggetti potranno essere creati dai materiali riciclati. I calendari, stampati in 5 mila copie, si trovano a distribuzione gratuita nelle Isole Ecologiche: sono ancora pochi i giorni utili per avere i punti e lo sconto Tari, fino a 20 euro, proprio per chi utilizza le Isole Ecologiche.

Potrebbe interessarti anche: , Liguria, la nuova ordinanza: apertura centri estivi 0-17 anni, benessere e termali , Autostrade in Liguria: pedaggi gratis, controllo gallerie e lavori. Il piano cantieri , Genova, nuovo parcheggio di interscambio a Rivarolo: tariffe. Gratuità e sconti con Amt , Nuovo Porticciolo di Nervi: fine lavori a maggio 2021. Il video di come sarà , Meteo Genova 2 giugno 2020: le previsioni per una giornata all'aperto

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.