Comune di Genova: il canale Telegram per allerte meteo, bus e traffico

Comune di Genova: il canale Telegram per allerte meteo, bus e traffico

Attualità Genova Mercoledì 20 novembre 2019

Genova - Informare tempestivamente i cittadini su allerta meteo, variazioni servizi Amt Genova, cortei e viabilità cittadina. È partita la campagna di informazione per trasferire sul canale di messaggeria istantanea Telegram, il cui accesso è gratuito, le informazioni sulle condizioni atmosferiche e le allerta meteo, le variazioni delle linee di trasporto urbano, compresa la Metropolitana, e le informazioni di maggior rilievo concernenti la viabilità cittadina.

Per essere informati tempestivamente sugli stati di allerta meteo, e non solo, si deve dunque scaricare dal proprio smartphone l'applicazione Telegram, digitare nella barra di ricerca @ProtCivComuneGe oppure aprire il link Protezione Civile Comune di Genova e cliccare su unisciti. Il canale Telegram è scaricabile gratuitamente dall’app store (Apple) o play store (Android).

Si tratta di uno strumento, semplice e di immediata consultazione, utile soprattutto nei casi di avverse condizioni meteorologiche, come quelle registrate negli ultimi giorni. Questa piattaforma di messaggeria istantanea consente una maggiore tempestività d'informazione, un maggiore dettaglio e una copertura pressoché totale del territorio, con il vantaggio di essere a costo zero per il Comune di Genova, a differenza del canale tradizionale di SMS.

L’obiettivo è infatti quello di sostituire - nel tempo - il servizio di inoltro SMS. Già dal 1° dicembre in caso di allerta meteo gialla il messaggio ai cittadini arriverà esclusivamente attraverso la nuova piattaforma, mentre resta in funzione - in caso di allerta arancione e rossa - anche il tradizionale invio di SMS.

Il servizio è attivo da un anno e ha già 19100 iscritti. Obiettivo del Comune è arrivare a 100 mila, in modo da soppiantare del tutto gli sms oggi ricevut da 130 mila genovesi. Solo l'anno scorso per diramare gli stati di allerta gialli Tursi ha speso 87 mila euro, mentre per tutti i livelli di allert la spesa è stata di oltre 200 mila euro.

«Per una corretta e celere diffusione delle informazioni di protezione civile - dice Sergio Gambino consigliere delegato alla protezione civile - è fondamentale l'utilizzo di un numero sempre maggiore di strumenti e canali di diffusione. L'evoluzione tecnologica ci mette a disposizione applicazioni sempre più performanti ed è compito di questa amministrazione tenersi al passo con queste tecnologie».

«Con la divulgazione sull'utilizzo di questo servizio - precisa Stefano Garassino assessore alla sicurezza - prosegue la volontà dell’Amministrazione di migliorare la fruibilità dell'informazione ai cittadini. Telegram ha diverse qualità, oltre alla gratuità del servizio, che abbiamo ritenuto importanti: funziona bene anche in condizioni di scarsa ricezione della rete, fatto che riduce al minimo i rischi di malfunzionamento, e inoltre è crittografato e quindi protegge dai rischi di intrusioni esterne e di trafugamento dei dati personali. Tutti elementi fondamentali, soprattutto quando si devono comunicare al cittadino informazioni legate all’emergenza».

«Uno strumento in più - dice l’assessore alla mobilità Matteo Campora - che va ad aggiungersi a quelli esistenti per raggiungere i cittadini in tempo reale e fornire loro informazioni importanti per organizzare la vita di tutti i giorni. Vorrei sottolineare che l’utilizzo di queste applicazioni consente anche a noi amministratori di programmare i servizi in maniera efficace e di avere importanti feedback da parte dell’utenza».

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.