Giornata Mondiale della Vista 2019 a Genova: il programma delle iniziative. Con Alessandro Bergallo

Giornata Mondiale della Vista 2019 a Genova: il programma delle iniziative. Con Alessandro Bergallo

Attualità Genova Giovedì 3 ottobre 2019

Altre foto

Genova - Giovedì 10 ottobre si celebra la Giornata Mondiale della Vista 2019 e anche Genova fa la sua parte nel dedicare diverse iniziative e appuntamenti dedicati al tema della salute degli occhi e all'importanza della prevenzione.

Per un'intera settimana, da sabato 5 a domenica 13 ottobre si svolgeranno una serie di eventi, promossi dall'Istituto David Chiossone e dall'Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti della Liguria, sotto l'egida del comune di Genova, tra scienza, cultura e spettacolo per diffondere in modo uniforme un unico messaggio: quello di attenzione alla cura e alla qualità della visione. 

Il programma di eventi prenderà il via sabato 5 e domenica 6 ottobre all’Acquario di Genova, con l'iniziativa Occhi nel blu che permetterà ai visitatori grandi e piccini di immergersi in una speciale animazione guidata alla scoperta di come vedono e si orientano nell’ambiente alcune specie di organismi marini nel loro habitat acquatico. Il percorso parte dalla vasca degli squali alle ore 11.30, 15.30 e 16.30.

Giovedì 10 ottobre, Giornata Mondiale della Vista, l’Auditorium dell’Acquario di Genova ospiterà la conferenza spettacolo Ipovisione: la città con altri occhi. Si inizia alle ore 17 con l’Overture La musica oltre il buioinsieme all’orchestra d’archi dell’Accademia del Chiostro, che, diretta dal maestro Massimo Vivaldi, con la violoncellista Anastasia D’Amico, eseguirà bendata brani scelti da Bach e Haendel. Alle 17.30 una conferenza scientifica, organizzata in collaborazione con la Clinica Oculistica Dinogmi, approfondirà l’importanza della prevenzione primaria e secondaria, le principali patologie causa di disabilità visiva nell’età adulta, e la prevenzione terziaria con il ruolo centrale della riabilitazione per raggiungere l’autonomia quotidiana. Parteciperanno Carlo Traverso, direttore della Clinica Oculistica dell’Università di Genova e la dott.ssa Elisabetta Capris, responsabile del Centro di Riabilitazione Visiva dell’Istituto David Chiossone Onlus. Ad arricchire il dibattito, il commento partecipato dell’attore comico Alessandro Bergallo con Dal punto di vista dell’ipovedente.

La settimana si concluderà con due giornate dedicate ai nonni: sabato 12 e domenica 13 ottobre Porta la nonna a Dialogo nel Buio, la mostra - percorso sensoriale, allestita sulla chiatta nella Darsena di Genova, dove i visitatori compiono un viaggio in totale assenza di luce accompagnati da guide non vedenti. L’esperienza – per l’occasione a ingresso ridotto per nonni e nipoti - sarà arricchita da un’esposizione di supporti per la lettura dedicati a chi ha la vista fragile, con la consulenza degli esperti.

L'obiettivo dell’iniziativa è accrescere la consapevolezza dei cittadini sulla prevenzione e sulla riabilitazione delle patologie visive, soprattutto quelle legate all’età, in una regione tra le più anziane d’Italia e in un contesto nazionale nel quale oltre un terzo degli anziani soffre di limitazioni visive almeno moderate. Secondo dati ISTAT diffusi nel 2017, infatti, in Italia il 43% delle persone sopra i 75 anni soffre di disabilità visive moderate o gravi, il 33,4% dai 65 in su e il 17,6% a partire dai 15 anni. I dati rischiano tuttavia di sottostimare il fenomeno dell’ipovisione, considerando che l’insorgenza delle patologie visive nella terza età si somma spesso ad altri disturbi di salute e alla rapida riduzione dell’autonomia globale.

«Sono particolarmente soddisfatto per aver accompagnato l’Istituto David Chiossone nel percorso dedicato alla celebrazione della Giornata Mondiale della Vista che si terrà nella nostra città il 10 ottobre, con una  settimana dedicata alla sensibilizzazione dei nostri concittadini sul tema della disabilità visiva, sulla prevenzione e sulla possibilità di aumentare la diffusione di strumenti che permettano una vera integrazione e inclusione sociale» - ha dichiarato il vice sindaco di Genova Stefano Balleari.

«La disabilità visiva coinvolge la dimensione globale della persona: nei più piccoli influisce sull’apprendimento e sullo sviluppo psico-motorio, mentre nei più anziani comporta accelerazione del declino psicofisico, perdita di autonomia e peggioramento della qualità della vita. Anche per questo l’Organizzazione Mondiale della Sanità sottolinea l’importanza dell’identificazione precoce delle cause del danno visivo per garantire possibilità di trattamento ed efficaci provvedimenti riabilitativi  – ha spiegato Claudio Cassinelli, presidente dell’Istituto David Chiossone. – Per tutti questi motivi, fedeli alla nostra natura di centro di eccellenza in tutti i campi che riguardano la vista, consideriamo prioritario parlare dell’ipovisione come di un altro modo di vedere e invitare tutti i cittadini a comprenderne le cause, le limitazioni e le possibilità di riabilitazione».

«L’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti si propone come faro per la conoscenza del diritto alla salute pubblica, specificatamente oftalmica attraverso la prevenzione, l’educazione oculistica e la diffusione di strumenti e ausili che possano permettere una sempre maggiore integrazione e inclusione sociale sia dei bambini che degli anziani  guardando in particolar modo quella fascia di persone che hanno perso o stanno perdendo la vista in età avanzata» – ha concluso Arturo Vivaldi, presidente UICI della Liguria.

Per sensibilizzare la Città su questi temi, Istituto David Chiossone e UICI della Liguria hanno scelto un approccio innovativo, che combina scienza e prevenzione con curiosità e intrattenimento, coinvolgendo una variegata rete di partner sul territorio, quali Costa Edutainment, Associazione Amici dell’Acquario, Accademia del Chiostro, Clinica Oculistica dell’Università di Genova.

Potrebbe interessarti anche: , Allerta meteo a Genova e in Liguria per temporali giovedì 4 giugno: orari e previsioni , Liguria, la nuova ordinanza: apertura centri estivi 0-17 anni, aree benessere e termali , Autostrade in Liguria: pedaggi gratis, controllo gallerie e lavori. Il piano cantieri , Genova, nuovo parcheggio di interscambio a Rivarolo: tariffe. Gratuità e sconti con Amt , Nuovo Porticciolo di Nervi: fine lavori a maggio 2021. Il video di come sarà

Fotogallery

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.