L'estate a Palazzo Reale e Palazzo Spinola: aperture serali, concerti e laboratori - Genova

Cultura Genova Mercoledì 24 luglio 2019

L'estate a Palazzo Reale e Palazzo Spinola: aperture serali, concerti e laboratori

Genova, Palazzo Reale
© Visitgenoa.it

Genova - Che ne dite di un'estate 2019 a Palazzo? Sono molte le attività per ammirare dimore storiche genovesi come Palazzo Reale e Palazzo Spinola anche nei mesi estivi, con le porte aperte e un ricco programma di eventi studiati per i turisti a Genova e i genovesi. Tra capolavori e saloni vanno in scena concerti, aperitivi culturali, visite guidate con il direttore del Museo e laboratori gratuiti per i bambini.

«Vogliamo far rivivere i siti della cultura statali in Liguria, tutti splendidi e molto diversi tra loro - dice Alessandra Guerrini, nuovo direttore del Palazzo Reale di Genova e del Polo Museale della Liguria - Occorre valorizzarli, oltre che gestirli, facendo capire l'importanza di questi beni. Abbiamo in programma tantissime attività per l'estate 2019, partendo da Palazzo Reale e Spinola e spostandoci nelle riviere liguri». Vediamole nel dettaglio.

Palazzo Reale

A Palazzo Reale, per 4 sere d’agosto, in collaborazione con l’Associazione MusicAmica, appuntamento con Museo in Musica. Sono previsti concerti d’autore accompagnati da una introduzione storico-artistica. Un focus specifico su alcune delle eccellenze delle collezioni museali per rendere la serata un momento di autentica valorizzazione, conoscenza e scoperta. Flauti traversi, clavicembali, chitarre e arpe danno vita a un repertorio che spazia dall’epoca barocca ai giorni nostri, offrendo al pubblico un programma vario e costruito in perfetta sintonia con il patrimonio del Palazzo.

Tanti gli interpreti di assoluto primo piano: da Giovanna Savino a Guido Ferrari e Matteo Cagno, abili e ben noti flautisti; da Federico Vallerga e Davide Calcagno, maestri indiscussi di flauto traverso, a Fabrizio Giudice, nome di primissimo piano per la chitarra classica, a Eva Randazzo, arpista di chiara fama. Tutti i concerti iniziano alle ore 20 e sono preceduti da una breve introduzione a tema curata dal personale del Museo che prende il via alle 19.30. Gli eventi sono compresi nel costo del biglietto ordinario di accesso al Museo. Questi i concerti d'estate a Palazzo Reale:

  • Sabato 3 agosto, alle 20, nel Salone da Ballo, con il concerto barocco di Giovanna Savino (flauto), Guido Ferrari (clavicembalo) con musiche di Marcello, Vivaldi, Handel e Bach
  • Sabato 10 agosto, alle 20, nel salone da ballo, il concerto Fiori melodici con Federico Vallerga (flauto traverso), Davide Calcagno (flauto traverso) che eseguono musiche di Mercadante, Bach, Telemann, Mozart e Galli.
  • Sabato 24 agosto, sempre alle 20 e sempre nel salone da Ballo, il concerto Taraffo e il suo tempo (1887-1937), con Fabrizio Giudice e la sua chitarra classica che esegue musiche di Tarrega, Barrios Mangorè, Taraffo, Llobet, De Falla, Villa Lobos, Rodrigo e Castelnuovo Tedesco.
  • Sabato 31 agosto, alle 20, nella galleria degli Specchi il concerto Il Flauto di Marsia con Giovanna Savino e Matteo Cagno (flauto), Eva Randazzo (arpa) e Serena Cozzi, voce narrante.

A Palazzo Reale, e anche a Palazzo Spinola, prosegue l’Estate Mitica con approfondimenti a cura di EdArte. Fino a sabato 7 settembre 2019, per tutti i weekend estivi, il Museo di Palazzo Reale e la Galleria Nazionale di Palazzo Spinola ospitano la seconda edizione della rassegna Arte, musica e vino.

Ogni serata (quota di partecipazione 10 euro, compresi di biglietto di ingresso al museo e aperitivo). prevede un approfondimento incentrato su un'opera a tema mitologico appartenente alle collezioni museali a cura dell’associazione culturale EdArte, seguito da un aperitivo realizzato da Tabatù con accompagnamento dal vivo di Andrea Golembiewski, musicista di chitarra jazz. Questo il programma degli eventi:

  • Venerdì 26 luglio, alle 18.30, a Palazzo Spinola, c'è il mito svelato. A piccoli passi dentro un’opera di Gregorio De Ferrari (visita interattiva);
  • Venerdì 2 agosto, alle 18.30, a Palazzo Spinola, c'è Dafne e Proserpina rapite dal mito. I bisquits di Simon Boizot;
  • Venerdì 9 agosto, alle 18.30, a Palazzo Spinola, c'è Un eroico percorso. Le fatiche di Ercole nelle tele di Gregorio De Ferrari;
  • Venerdì 23 agosto, alle 18.30, a Palazzo Spinola, c'è Il mito come elemento d’arredo. Specchiere e cornici di Filippo Parodi e Filippo Maria Mongiardino;
  • Venerdì 30 agosto, sempre alle 18.30, a Palazzo Spinola, c'è Divinità da scoprire. Un dipinto di Luca Giordano letto a occhi chiusi (visita interattiva);
  • Sabato 7 settembre, alle 17, a Palazzo Reale, Venere, c'è Apollo e Bacco. I miti affrescati nella Galleria degli Specchi.

A Palazzo Reale ci sono anche i laboratori per i bambini con C’era una volta a Palazzo Reale. Ogni giovedì nei mesi di luglio e agosto i bambini (di età compresa fra i 5 e i 12 anni) e le loro famiglie trovano nel Museo di Palazzo Reale uno spazio in cui partecipare attivamente a un laboratorio creativo, avendo la possibilità di scoprire le meraviglie conservate nelle sale di questa ricchissima dimora. Ogni settimana viene proposto un tema di approfondimento:

  • Un fior fior di favola, alla scoperta di favole, miti e leggende nelle opere del Museo (4 luglio e 1° agosto);
  • Indovina chi… re, imperatori e gran dame, ma anche il giovane garzone, nei ritratti del Museo (11 luglio e 8 agosto);
  • Gran ricevimento a Palazzo, alla scoperta degli antichi menù e dell’arte del ricevere nel passato (18 luglio e 22 agosto);
  • Mostri e creature fantastiche, caccia alle creature fantastiche celate nelle opere del Museo (25 luglio e 29 agosto).

Fra le ore 10 e le ore 12, ogni bambino interessato può realizzare la sua creazione assistito dallo staff del Servizio Educativo che di volta in volta provvede a progettare attività ad hoc coerenti con il tema della giornata. Alle 10.30 c'è la visita guidata tematica nelle sale del Museo della durata di circa un’ora. Prenotazioni a questa e-mail.

Proseguono le aperture estive del Museo di Palazzo Reale: i sabati mattina di luglio, dalle 9.30, in continuità fino alle ore 19 e nella giornata di Ferragosto 2019 secondo l’orario festivo (13.30/19). Le mostre ospitate nel Teatro del Falcone (Bambole e La Memoria della Guerra, prorogate fino al 3 novembre, e Fronte del Porto nelle Sale della Corte fino al 28 luglio) seguono sempre il consueto orario di apertura: 14-19. Per orari e info aggiornate consultare il sito di Palazzo Reale Genova.

Palazzo Spinola

Anche Palazzo Spinola resta aperto per l’estate con un fitto calendario di appuntamenti. In particolare, per i Venerdi d’Estate e i Gossip da Museo. Avventure, innamoramenti, tradimenti in casa Spinola. Conversazioni a cura di Farida Simonetti, direttore della Galleria Nazionale che, da luglio a ottobre, è aperta ogni venerdì fino alle 22.30 e, alle 21, propone conversazioni e incontri su singole opere o su personaggi del palazzo.

Si inizia con un ciclo dedicato a tre fondamentali protagonisti della storia della famiglia Spinola e della sua dimora di cui, grazie alle recenti ricerche d’archivio, si è potuto ricostruire la vita: i due fratelli Paolo e Franco Spinola, cui si deve la donazione del palazzo nel 1958, e il loro avo Paolo Francesco cui toccò vivere la temperie della Rivoluzione francese. Carriera, cultura, relazioni ma anche passioni, tradimenti, avventure.
Dopo il primo incontro su Franco Spinola, l’ammiraglio pluridecorato nelle due guerre, appassionato velista, una vita da single, ma forte del successo del suo fascino personale, seguono il 26 luglio l’appuntamento dedicato a Paolo Spinola e al suo scandaloso matrimonio con Virginia Peirano, mentre il 2 agosto vede protagonista Paolo Francesco e la sua vita durante la Rivoluzione francese, con i processi della Sacra Rota per l’annullamento dei suoi due matrimoni.

Sempre a Palazzo Spinola c'è un’opera d’arte e la sua storia, approfondimenti a cura di Gianluca Zanelli, direttore della galleria nazionale, che dopo l’incontro sul Ritratto di Maria Francesca Durazzo - detta Cicchetta - realizzato dal pittore austriaco Anton von Maron a Genova nel 1792, venerdì 9 agosto illustra due assoluti capolavori, recuperati in Germania da Rodolfo Siviero e in seguito destinati alla Galleria Nazionale della Liguria: si tratta del Ritratto di Scipione Clusone con un paggio nano di Tintoretto e del magnifico Ritratto equestre di Giovan Carlo Doria, eseguito da Pieter Paul Rubens nel 1605.

Venerdì 23 agosto, infine, un appuntamento che permette di apprezzare i due sontuosi ritratti di Anton Giulio II Brignole Sale e Stefano Gentile eseguiti da Hyacinthe Rigaud, “Peintre du Roy”, a inizio Settecento.
La partecipazione è compresa nel biglietto d’ingresso ordinario.

L’estate a Palazzo Spinola si conclude con un ciclo di appuntamenti a cura di Farida Simonetti, direttore della Galleria Nazionale di Palazzo Spinola, dedicati a tre diversi aspetti della vita sociale di casa Spinola legati all’ospitalità e alla convivialità.

Protagonista la tavola con le regole per l’apparecchiatura e per il comportamento ricostruite nella loro evoluzione nel tempo partendo dal commento ai servizi esposti nella sezione ceramiche al quarto piano della Galleria. Così servizi da tavola e servizi da tè, insieme a menu e ricette, conti della spesa e paghe dei cuochi conservati nell’archivio del palazzo, permetteranno di sentirsi invitati a casa Spinola e di scoprire l’origine dei nostri modi di preparare e consumare cibi e bevande.

  • Venerdì 6 settembre, ore 21, Apparecchiare la tavola: porcellane, argenti, cristalli;
  • Venerdì 13 settembre, ore 21, Bevande esotiche, servizi dall’Oriente e chiacchere da salotto;
  • Venerdì 27 settembre, ore 21, Dietro le quinte: la cucina e la servitù di casa Spinola.

Ai partecipanti è dato in omaggio un volume edito dal Museo e attinente al tema dei singoli incontri. La partecipazione è compresa nel biglietto d’ingresso ordinario.

Da settembre ripartono le Domeniche al Museo. Ma si guarda già all'autunno 2019. Nelle sale di Palazzo Reale ci sarà Il Presepe del Re, oltre all'esposizione Un sogno d'ebano e d'oro. Da Peters al Liberty (da febbraio-marzo 2020 a giugno-luglio 2020), dedicata all'aredo ligure da metà '800 a inizio '900. A Palazzo Spinola, invece, saranno allestite una serie di mostre: dai disegni di Carlo Scarpa (a partire dal 9 ottobre 2019) all'esposizione dedicata al Rinascimento in Liguria (il 7 novembre ore 17), fino al momento dedicato a Gregorio e Lorenzo De Ferrari a Palazzo Spinola. Inoltre, saranno raccontati singoli capolavori e acquisizioni (mostre-dossier intorno a singoli quadri).

Potrebbe interessarti anche: , Restauro della Venere di Castello D'Albertis: parte il crowdfunding online , Rolli Days d'autunno da record: 130 mila visitatori tra i palazzi nobiliari. I numeri , Artista e guida di The Festival for the Earth: Ballestra e l'arte come trasformazione , Giglio Bagnara compie 150 anni: gli eventi del festival Ottobre Genovese , Book Pride Genova 2019: un'edizione nel segno dei desideri per sconfiggere il rancore. L'intervista a Vasta

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.