Iren a Slow Fish: sfida a colpi di acciughe ripiene vinta da Toti e Bucci: le foto - Genova

Iren a Slow Fish: sfida a colpi di acciughe ripiene vinta da Toti e Bucci: le foto

Food Genova Porto Antico Venerdì 10 maggio 2019

Le due squadre in sfida
© Confcommercio (Genova)/Facebook
Altre foto

Contenuto in collaborazione con Iren

Genova - Toti e Bucci, Masterchef per un giorno. Il tandem formato dal Sindaco di Genova e dal Presidente di Regione Liguria porta a casa la vittoria nell'attesissima gara a colpi di acciughe ripiene e fritte organizzata da Iren (Official Partner di Slow Fish) in scena giovedì 9 maggio 2019 per la giornata inaugurale di Slow Fish 2019 al Porto Antico. Di fronte a Toti e Bucci, un inaspettato duo formato dall'amministratore delegato di Iren, Massimiliano Bianco, e un divertentissimo Paolo Odone, presidente dell'Aeroporto di Genova. A tenere a bada le due squadre e a snocciolare preziosi segreti di cucina, lo chef Ivano Ricchebono.

Iren sostiene Slow Fish 2019 reinvestendo sul territorio e nei progetti di sostenibilità e tutela ambientale. Investire risorse finanziarie e professionali sullo sviluppo sostenibile dei territori e sulla qualità della vita delle persone che li vivono, sono solo alcuni degli elementi della mission di Iren. All’interno della rassegna genovese Slow Fish, sono illustrate le buone pratiche ambientali, con l’obiettivo di sensibilizzare su tematiche come la tutela e la salvaguardia del mare. Inoltre, durante lo Slow Fish 2019, vengono presentati al pubblico i servizi Iren in materia di energia innovativa, a zero emissioni, come e-mobility (IrenGo) e smart energy&building. Inoltre, la cucina del Mercato, sarà realizzata in collaborazione con Iren. Ma ecco com'è andata la gara ai fornelli tra Toti e Bucci contro Bianco e Odone:

Bucci è il primo a raggiungere il tendone di Slow Fish. In anticipo sulla tabella di marcia, indossa con calma il grambiule targato Iren ed è pronto alla battaglia culinaria, senza nascondere qualche preoccupazione: «Ho già preparato questo piatto, ma oggi sarà tutto più complicato. Se mi forniscono già il ripieno delle acciughe andrà tutto bene, ma se dovrò preparare anche il ripieno, la sfida diventa ancora più difficile». Poco più tardi arriva anche Toti: «A vedere gli ingredienti sul tavolo - dice - mi sembra impossibile che tante cose possano stare all'interno di un'acciuga... vedremo quale sarà il risultato». Gli ultimi ad arrivare sono Massimiliano Bianco e Paolo Odone. Alla domanda sapete cucinare?, il presidente dell'Aeroporto non lascia trapelare la minima emozione e risponde sicuro: Me la cavo.

«Iren è sempre più presente fra gli eventi più importanti della città - spiega Massimiliano Bianco di Iren - Non potevamo mancare a Slow Fish, soprattutto dopo il successo che hanno avuto i nostri tour di Iren in bici elettrica a Genova per i Rolli Days 2019». Anche lo chef Ivano Ricchebono racconta le insidie che si celano dietro un piatto apparentemente facile da preparare come le acciughe ripiene: «Il piatto può sembrare semplice, sicuramente a casa le mogli e le mamme dei nostri protagonisti lo avranno preparato più volte, ma qui la tensione si fa sentire. In qualche modo, il piatto dovrà essere portato a termine. La ricetta che dovranno preparare gli sfidanti prevede acciughe ripiene con vellutata di zucchine».

Con le padelle già sui fornelli, la sfida ha inizio. Da subito, le due squadre adottano strategie diverse per arrivare alla vittoria, soprattutto per quanto riguarda il ripieno delle acciughe. In leggero vantaggio Toti e Bucci, che decidono di puntare meno sulla quantità e più sulla qualità. Dall'altra parte del tavolo, Odone e Bianco preparano la panatura dell'acciuga a grande velocità e decidono di cuocere il ripieno insieme alle acciughe, una volta immerse nell'olio bollente. Preparate e impanate, per le alici è il momento di andare in padella.

Mentre le acciughe friggono e il profumo di frittura invade lo stand, le due squadre si dedicano alla vellutata di zucchine da usare come guarnizione. Qui la creatività si spreca: il tandem Toti-Bucci usa la vellutata disegnando un cerchio sul fondo del piatto, mentre il duo Odone-Bianco impiatta con qualche goccia di vellutata a bordo del piatto. Sindaco di Genova e Presidente della Regione decidono infine di ultimare l'impiattamento con diversi rametti di rosmarino... una scelta sbagliata secondo Ivano Ricchebono.

Terminati i piatti, è il momento del giudizio di Ivano Ricchebono, che, un po' come quello di Alessandro Borghese, può ribaltare il risultato. A fare tutta la differenza tra i due piatti è... il ripieno delle acciughe: abbondante quello di Toti e Bucci, non abbastanza quello di Bianco e Odone. E Ricchebono non ha dubbi: vincono il Sindaco Bucci e il Presidente Toti, che applaude soddisfatto e scherza con il pubblico: «Se fossimo stati al ristorante, non avremmo pagato il conto». 

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.