Ingress a Genova: battaglia contro gli alieni nei vicoli, il gioco di realtà virtuale

Ingress a Genova: battaglia contro gli alieni nei vicoli, il gioco di realtà virtuale

Attualità Genova Venerdì 22 febbraio 2019

Genova - Più di 1000 persone, da tutta Europa, nel weekend di sabato 23 e domenica 24 febbraio 2019, si danno appuntamento a Genova per sfidarsi nel gioco di realtà aumentata Ingress, basato su un background fantascientifico creato da Niantic. La Superba è protagonista, insieme a Lisbona e Atene, di una sfida molto particolare: i partecipanti, divisi in due squadre, devono fronteggiare un attacco alieno virtuale armati di smartphone.

Organizzato dal comitato italiano eSports, l’evento è una vetrina prestigiosa per Genova e consente a centinaia di giocatori provenienti da tutto il mondo di scoprirne le eccellenze. Protagonisti sono una ventina di luoghi e monumenti genovesi: dalle chiese ai musei, dai prestigiosi Palazzi Dei Rolli agli angoli cittadini più insoliti e suggestivi. Durante le varie fasi della contesa i partecipanti, nella doppia veste di giocatori e turisti, hanno modo di "conquistarli" e ammirarli facendosi preziosi portavoce dell'immenso patrimonio artistico e culturale locale.

Le regole di Ingress prevedono la sfida tra due fazioni contrapposte armate di smartphone: gli Illuminati che sono arrivati sulla Terra e i Resistenti. Come in una sorta di caccia al tesoro, i partecipanti sono impegnati a realizzare azioni virtuali passeggiando lungo le vie di Genova e del suo centro storico percontendersi la "conquista digitale” di luoghi reali corrispondenti ai più significativi punti di interesse definiti “portali”.

Entrambi i giorni sono contraddistinti da momenti specifici: sabato 23 febbraio, giorno di “Anomaly”, le due squadre si sfidano per tre ore in un’area definita; domenica 24 febbraio, Mission Day, i contendenti si ricongiungono e giocano visitando la città soffermandosi sui suoi punti di interesse più caratteristici.

«Siamo lieti di poter offrire a Genova, di cui siamo fieri e orgogliosi, l’occasione di mostrare le sue bellezze storiche, artistiche e culturali, a centinaia giocatori/turisti di Ingress provenienti, la maggior parte, dall’estero - dice Mauro Traxino, presidente del comitato italiano eSports - Cogliamo l’occasione per ringraziare il Comune di Genova e l’assessore Bordilli per la fattiva collaborazione nell’organizzazione dell’evento e speriamo che Ingress possa diventare un evento annuale, permettendo a Genova di acquisire una nuova fascia di turismo ludico sportivo, legata alla realtà aumentata».

«In questo modo giocando scopriranno le bellezze della nostra città - spiega Paola bordilli, assessore al turismo del Comune di Genova - facendosi portavoce del nostro immenso patrimonio culturale. Speriamo che tanto partecipanti, dopo questo weekend, sentano ilbisogno di tornare a Genova, magari con le loro famiglie. E ci auguriamo anche che la citta possa ospitare altri eventi come questo».

Ingress è un gioco di realtà aumentata per smartphone (antesignano di Pokemon Go) creato da Niantic. Secondo la storia la Terra è disseminata di particelle di materia esotica (XM), di origine extradimensionale, che giungono sulla Terra attraverso dei passaggi definiti “portali”. Fisicamente si tratta punti di interesse artistico culturale o luoghi di aggregazione, che compaiono come punti su una mappa (stile Google Maps), con i quali i giocatori, spostandosi nel mondo reale, interagiscono raggiungendoli fisicamente.

I primi studi sull'XM e sulle sue proprietà sono stati svelati da un giornalista, che ha iniziato a raccontare la storia un sito e su vari social network. Da queste premesse nascono le due fazioni, gli Illuminati cioè gli alieni e la Resistenza cioè gli umani. I primi ritengono che l'XM sia un grande vantaggio per l'umanità e i secondi temono di essere sottomessi.Tutto questo è in continuo muovimento e in continua evoluzione attraverso le Anomaly e si muove in direzione terrestre o in direzione aliena a seconda della vittoria di una delle due squadre.

Di recente su Ingress è stata creata anche un anime in onda su Netflix per ora in lingua giapponese, scritta e sceneggiata prendendo ispirazione dal gioco ma che non segue l’esatta storia in continua evoluzione.

Potrebbe interessarti anche: , Genova, Marco Tasca diventa vescovo l'11 luglio: la cerimonia di ordinazione , Una cometa sopra Genova e la Liguria: quando e come vedere Neowise , Caos autostrade in Liguria: ispezioni fino al 15 luglio. Toti: «Chiediamo i danni» , Un murale gigante sul Bic di Certosa: Tellas a Genova per il progetto On the Wall , Genova Città che legge: il riconoscimento dal Ministero per i beni culturali per 2020 e 2021

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.