Cultura Genova Palazzo Ducale Giovedì 3 gennaio 2019

Genova, una giornata per De André al Ducale: programma e ospiti, da Marcoré a Dori Ghezzi

© Wikimedia Commons

Genova - 20 anni senza De André a Genova. Era l'11 gennaio 1999 quando il cantautore genovese scomparve a causa dell'aggravarsi della sua malattia, poco prima di compiere 59 anni. Il ricordo di Fabrizio De André continua a vivere oggi grazie alla sue canzoni e Genova, dopo 20 anni, omaggia Faber con una giornata a lui dedicata. Venerdì 11 gennaio 2019 si tiene, presso la Sala del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale, un'intera giornata dedicata a Fabrizio De André. Si parte alle ore 11 con la proiezione non-stop di materiali video - interviste, apparizioni in tv, concerti - realizzata e curata da Vincenzo Mollica in occasione della retrospettiva Fabrizio De André, la mostra realizzata nel 2009 da Palazzo Ducale.

Si prosegue, alle ore 14.30, con il tributo a De André del Coro Quattro Canti diretto da Gianni Martini, per arrivare al cuore della giornata, alle ore 15, quando gli ospiti della giornata Dori Ghezzi, Cristiano De André, Gino Paoli, Neri Marcoré, Antonio Ricci, Fabio Fazio, Morgan, Mauro Pagani e Luca Bizzarri ricorderanno Faber raccontando il loro De André. Introducono e moderano Ilaria Cavo e Margherita Rubino, artefici del progetto della Casa dei Cantautori nel complesso monumentale dell'Abbazia di san Giuliano di Genova. A seguire, protagonista sarà il pubblico che, iscrivendosi all'inizio della tavola rotonda, avrà a disposizione il microfono per una breve testimonianza.

La musica è  a Palazzo Ducale: al termine dell’evento dedicato a Fabrizio De Andrè, dalle ore 18.30, la mostra Paganini Rockstar è aperta gratuitamente fino alle ore 22. Ultimo ingresso alle ore 21, ritirando l’omaggio presso la biglietteria entro le ore 20. Capienza limitata, compatibilmente con l’agibilità della mostra.

«Ringrazio Dori Ghezzi, Cristiano e la Fondazione De André per aver scelto di ricordare Fabrizio a Genova, nella sua città, insieme a tutti noi - dichiara l’assessore regionale alla Cultura Ilaria Cavo -  Abbiamo pensato a un evento in cui siano loro, e i grandi professionisti che lo hanno conosciuto, a ricordarlo, ma con un spazio dedicato alla gente comune, come avrebbe voluto Fabrizio. Sarà un pomeriggio di ricordi, emozioni, musica, parole e anche qualche improvvisazione».

«Questo è un giorno per vivere Fabrizio, non è una commemorazione - aggiunge Luca Bizzarri, Presidente di Palazzo Ducale -  È il modo in cui Genova, che è il cuore della poetica di De Andrè, intende continuare a farla pulsare affinchè il messaggio di Fabrizio continui a scorrere. Compito di un’istituzione culturale non è infatti cristallizzare una memoria ma di essere tramite, perpetuatore, attualizzatore. Sono quindi particolarmente orgoglioso che questo evento si svolga a Genova e in particolare a Palazzo Ducale». 

La giornata Il mio Fabrizio. Giornata per Fabrizio de André è un evento di Regione Liguria e Palazzo Ducale di Genova, in collaborazione con Comune di Genova, Fondazione Fabrizio De André Onlus e Rai Teche. L'ingresso è libero fino ad esaurimento posti. Per info, contattare la biglietteria del Ducale al numero 010 8171600.

Potrebbe interessarti anche: , Genova omaggia Hemingway: programma e ospiti degli Hemingway Days 2019 , Stelle nelle Sport 2019: al via il Premio Fotografico Nicali. Come partecipare , Come evitare la straripante ignoranza - incontro pubblico , Genova, torna la Notte Bianca al Bookowski: libreria aperta di sera con sconti , Palazzo Ducale: mostre 2019 e novità. L'era Bertolucci, da De Chirico a Luzzati

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Scappo a casa Di Enrico Lando Commedia Italia, 2019 Per Michele, quel che conta è apparire: far colpo sulle belle donne (solo per accumulare punti su un’applicazione di incontri), guidare macchine di lusso (non perchè ne sia proprietario ma perchè lavora come meccanico nella concessionaria che le... Guarda la scheda del film