Bellator Genova: programma e biglietti. Incasso ai familiari delle vittime del Morandi

Bellator Genova: programma e biglietti. Incasso ai familiari delle vittime del Morandi

Cultura Genova RDS Stadium Mercoledì 28 novembre 2018

Genova - Sabato 1 dicembre 2018, all’RDS Stadium di Genova (inizio ore 16) sale il sipario su Bellator, il circuito di sport da combattimento più spettacolare al mondo. Per la prima volta nel capoluogo ligure, culla degli sport da combattimento in Italia, l’imperdibile show di kickboxing e MMA riunirà in una nuova, emozionante edizione le più grandi stelle mondiali di ring e gabbia: una card adrenalinica di 16 incontri divisi in 2 atti (9 di kickboxing, 7 di arti marziali miste) con la partecipazione di 32 top fighters internazionali in rappresentanza di 12 Paesi del mondo.L’incasso della serata è devoluto ai familiari delle 43 vittime del crollo del Ponte Morandi. Il genovese Shan Cangelosi sul ring per il titolo mondiale dei 65,7 kg. contro il canadese Gabriel Varga, Alessio Sakara il più atteso in gabbia per la sfida col britannico Kent Kauppinen.

Un evento globale che fa di Genova la capitale mondiale degli sport da combattimento grazie alla distribuzione dello show in oltre 160 paesi del pianeta, ma soprattutto un evento con uno scopo nobile, quello della solidarietà nei confronti della città di Genova, colpita al cuore la scorsa estate dalla sciagura del Ponte Morandi. Gli ultimi biglietti disponibili per Bellator Genova sono acquistabili online sul sito sito Bellator.com e sul sito di Bellator.it. Ora il programma di Bellator Genova.

Dopo i doppi successi registrati nelle città di Firenze e Torino e lo strepitoso debutto di Roma dello scorso luglio al Centrale Live del Foro Italico, il Main Event ligure si annuncia come uno dei più spettacolari delle ultime edizioni. Per la notte dell’Rds Stadium di Genova, Bellator promette di incollare alla poltrona migliaia di appassionati del genere con una card stellare.

Il Main Event ligure inizierà alle 17:00 e si articolerà in due atti: Bellator Kickboxing (9 incontri) e Bellator MMA (7 incontri).  I cinque incontri della main card di Bellator MMA saranno trasmessi in Italia da DAZN, il servizio di streaming interamente dedicato allo sport, a partire dalle 22:00 con il commento di Alex Dandi. Ad aprire la serata sarà il ring di Bellator Kickboxing 12, la più recente promotion di Bellator caratterizzata da molti dei migliori kickboxers mondiali vedrà la partecipazione tra gli altri di atleti del calibro di Raymond Daniels, Gabriel Varga e Jury Bessmertny, ma a salire sul ring saranno anche i massimi rappresentanti italiani della disciplina. La febbre è già altissima per il match clou del primo atto, quello che vedrà combattere il genovese Shan Cangelosi (10-6) per la cintura mondiale dei 65,7 kg. proprio contro il detentore campione in carica, il canadese Gabriel Varga (16-6). Sul ring saranno impegnati inoltre altri due atleti liguri, il genovese Matteo Di Luca e l’imperiese Tiziano Campus.

Autentiche stelle mondiali figurano anche nel cartellone delle arti marziali miste. Per la spettacolare discesa dall’alto della gabbia di Bellator MMA 211 spiccano presenze quali Domingos Barros e Hesdy Gerges. Ma il prestige fight più atteso è senza dubbio quello che vedrà impegnato "il legionario" Alessio Sakara (20-12, 2 NC), pronto a sfidare nei 93 kg. il britannico Kent Kauppinen (10-4). Sakara, massimo rappresentante italiano delle mixed martial arts e ormai volto noto del piccolo e del grande schermo, è inoltre divenuto ambasciatore di Bellator per la promozione della MMA in Italia: oltre a divulgare le arti marziali miste, il legionario si occuperà di scovare nuovi talenti sul territorio nazionale e sosterrà numerose iniziative nel sociale.

Il tifo del pubblico genovese sarà certamente alle stelle per la sfida che metterà di fronte il beniamino di casa Shan Cangelosi a Gabriel Varga nel match clou di Bellator Kickboxing 12, valevole per la cintura mondiale dei 65,7 kg.. Ma nel primo atto della notte dell’RDS Stadium il cartellone degli incontri vede inseriti i nomi di altri due atleti liguri: Matteo Di Luca e Tiziano Campus, entrambi allievi della Sampayak Gym di Shan Cangelosi. Toccherà proprio a Di Luca, altro fighter genovese della Sanpayak Gym di Shan Cangelosi, aprire lo show col match d’esordio, un derby tutto di marca italiana nei 57 kg. contro il toscano Giacomo D’Aquino. L’imperiese Tiziano Campus invece attende di incontrare sul ring il belga Younes Rahmouni nella categoria dei 72 kg.

Per il debutto assoluto di Bellator a Genova (realizzato in Italia con la collaborazione di FIKMBS-Federazione Italiana Kickboxing, Muay Thai, Savate, Shoot Boxe, Sambo) la promotion statunitense leader mondiale degli sport da combattimento riunirà i suoi migliori "guerrieri" (in latino Bellator, appunto) per uno show indimenticabile che sarà distribuito in 168 paesi del mondo tramite il gruppo della Paramount Network, guidato dal colosso multinazionale delle telecomunicazioni Viacom Inc. (con sede a New York e quotata al NYSE). Nel settore dello sports-entertainment Viacom Inc. controlla il gruppo Bellator Fighting Championship, di cui è presidente Scott Coker. Il circuito americano di Bellator, sbarcato ufficialmente in Europa nel 2016, ha toccato con successo per due volte le città di Torino e Firenze e per la prima volta la città di Roma lo scorso 14 luglio, dove al Centrale Live del Foro Italico ha registrato per il suo debutto nella Capitale oltre 10mila spettatori. Gli ultimi biglietti disponibili per Bellator Genova sono acquistabili online sul sito sito Bellator.com e sul sito di Bellator.it.

«Ringrazio l'organizzazione non solo per aver deciso di portare a Genova un grande evento sportivo - dice Ilaria Cavo, Assessore allo Sport della Regione Liguria - ma anche per aver scelto di destinare il ricavato ai familiari delle vittime di Ponte Morandi, seguendo l'indicazione di Regione e Comune. Possiamo dire che, a tutti gli effetti, gli atleti lotteranno per Genova. Sarà una lotta spettacolare, con la supervisione delle federazione, che lascerà risorse al territorio e alle famiglie più colpite. Ma la lotta sarà duplice: gli organizzatori hanno deciso di aderire anche alla campagna sostenuta da Regione Liguria, con la collaborazione del comune di Genova, contro la violenza sulle donne. I testimonial più seguiti, a partire da Alessio Sakara, hanno aderito all'iniziativa #nessunascusa contribuendo a diffondere il messaggio a migliaia di contatti. Un segnale forte: campioni della lotta e delle arti marziali che scendono in campo per difendere le donne con la forza dei social». 

«Il Comune di Genova accoglie con soddisfazione questa importante iniziativa di Bellator - spiega Stefano Anzalone, Consigliere Delegato allo Sport del Comune di Genova - un evento importante soprattutto per il fine benefico improntato sulla solidarietà nei confronti della città di Genova, colpita al cuore lo scorso 14 agosto nella tragica sciagura del Ponte Morandi che ha provocato vittime e centinaia di sfollati, Bellator infatti, destinerà l’incasso della serata ai familiari delle vittime coinvolte nella tragedia. Un gesto nobile che bene si sposa con il concetto di ideale sportivo, dove la competizione, anche nelle discipline più dure ed estreme, è sinonimo di rispetto e altruismo».

Paolo Boccotti, vice presidente operativo di Bellator Europa: «Siamo orgogliosi di poter portare a Genova una delle più importanti promotion mondiali degli sport da combattimento. Questa sede era stata scelta già prima del disastro di Ponte Morandi, ma dopo i fatti ci siamo attivati immediatamente con le istituzioni per poter fare qualcosa di concreto». Donato Milano, Presidente Federazione Italiana Kickboxing, Muay Thai, Savate, Shoot Boxe e Sambo: «Sono molto felice che la federazione collabori alla realizzazione di questo importante evento, che dimostra quanto le nostre discipline possano essere vicine anche a tragedia come quella accaduta questa estate». Alessio Sakara: «In duplice veste di fighter e brand ambassador di Bellator, sono onorato di prendere parte a questa iniziativa per aiutare le famiglie delle vittime di Ponte Morandi. La città di Genova e i genovesi hanno dimostrato anche in passato di saper combattere e uscire vincitori dalle avversità».

Potrebbe interessarti anche: , Cosa fare in Liguria il 2 giugno? I beni Fai sono aperti a offerta libera, ecco quali , Parco Beigua: escursioni e itinerari con le guide. Il programma , Riapre l'Abbazia di San Fruttuoso di Camogli: prenotazioni, giorni e orari e regole , Itinerario Borzoli-Cassinelle: l'antica abbazia abbandonata alle spalle di Sestri Ponente , Stelle nello Sport: tre mesi di impegno al fianco delle scuole

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.