Concerti Genova Lunedì 1 ottobre 2018

Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap

© Braccio 16100/Facebook

Genova - Anche l'estate 2018 è terminata a Genova. Una stagione da manuale, si potrebbe dire: giornate calde e piacevoli fino a luglio e periodo di fuoco ad agosto, pomeriggi infiniti passati al mare, profumo di creme solari, code durante il rientro e, direttamente dalle auto con i finestrini abbassati... loro: gli immancabili tormentoni estivi. Ma tra un Amore e Capoeira e i Boomdabash, tra una Cintura di Alvaro Soler e un'estate Italiana di J-Ax e Fedez, finita l'estate Cornigliano si scopre re del trap. Una notizia sorprendente per il quartiere genovese: mai sentito parlare dei Braccio 16100?

Si tratta di un collettivo di artisti nato dall’esigenza di proporre qualcosa di innovativo per la musica italiana. Sotto l’influenza stilistica del sound Afro Trap, il giovane trio di artisti FamaFase e Guaio, tutti nati tra il '92 e '94, propongono un genere che si sta affermando sempre più sul panorama musicale mondiale, ma che non ha ancora trovato il suo spazio all’interno del mercato italiano. I Braccio 16100 lo hanno trovato per ora su YouTube, proponendo dal 2016 i videoclip delle loro canzoni, da Bye a Money fino a Real Madrid nel 2017. Ma è stata l'ultima canzone dell'estate 2018 a spopolare: con il video di J. Belfort, i Braccio 16100 hanno raccolto più di 220mila visualizzazioni. Come in tutti i videoclip delle loro canzoni, i cittadini di Genova potranno riconoscere alcuni dei luoghi di Cornigliano. Un modo come un altro per valorizzare il quartiere e offrirgli visibilità.

Con il trap Cornigliano ci sa fare. Ma non si chiamava rap? Certo, si chiama ancora così, ma i generi musicali spesso si fondono con altri, dando vita a nuove tendenze: il trap, in questo caso, è un sottogenere musicale dell'hip hop, derivante dal southern hip hop, nato nel sud degli Stati Uniti e sviluppatosi tra il 1990 e il 2000. La parola trap deriva da trap house, appartamenti abbandonati, solitamente nei sobborghi di Atlanta, dove gli spacciatori americani preparano e spacciano sostanze stupefacenti. Questa musica era inizialmente molto legata ad ambienti e tematiche simili, ma ultimamente l'etichetta trap viene associata prevalentemente allo stile musicale e al particolare utilizzo di ritmi e suoni, nulla a che vedere con il mondo delle trap house di Atlanta. Tra le caratteristiche del trap, spiccano kick pesanti, sub-bassi distorti e tipicamente dub, hi-hat a velocità doppia con frequenti rullate, melodie minimali, ripetitive, a tratti ipnotiche

Con il singolo J. Belfort, i Braccio 16100 si sono confermati campioni dell'estate. Con il successo che hanno avuto e con il crescente interesse verso la musica trap, soprattutto da parte dei giovanissimi, chissà che i Braccio 16100 non diventino pure campioni d'inverno. Da qui a marzo 2019, di tempo ce n'è. Nel frattempo, gustatevi il videoclip di J. Belfort: riuscirete a riconoscere dove è stato girato? 

Potrebbe interessarti anche: , Covo di Nord-Est, crowdfunding per riaprire dopo la mareggiata: «Entro Pasqua» , Faber Nostrum, il disco-tributo a Fabrizio De Andrè: gli artisti e quando esce , Corsi di tango argentino con la Scuola Ciitango444: si balla tra emozioni e movimento , La Voce e il tempo: il programma dei concerti di marzo 2019 , C'è da fare: canzone per Genova di Paolo Kessisoglu con 25 artisti, da Giorgia a Morandi

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

La gabbianella e il gatto Di Enzo D'Alò Animazione Italia, 1998 Una gabbianella viene affidata dalla madre morente ad un gatto, con la promessa che le insegnerà a volare. Guarda la scheda del film