Villa Pallavicini di Pegli: riapre la Sala Etrusca dopo il restauro. Quando visitarla - Genova

Cultura Genova Villa Durazzo Pallavicini Giovedì 20 settembre 2018

Villa Pallavicini di Pegli: riapre la Sala Etrusca dopo il restauro. Quando visitarla

L'affresco restaurato nella Sala Etrusca

Genova - Villa Pallavicini a Genova Pegli si espande ancora. Dopo il ritorno della barchette sul Lago Grande a Villa Pallavicini lo scorso gennaio, ecco la riapertura di un altro gioiellino nella Villa più bella d'Italia 2017: a seguito di un importante opera di restauro, a Villa Pallavicini torna visitabile dal pubblico la Sala Etrusca, situata all'interno della Coffè House del parco e nascosta da anni agli occhi di turisti e cittadini. La Sala Etrusca verrà riaperta al pubblico nel weekend di sabato 22 e domenica 23 settembre 2018. La data del gradito ritorno non è scelta a caso, perché coincide con i 172 anni del Parco. La Sala Etrusca è poi visitabile negli orari del parco, dalle 9.30 alle 19 dal 1 aprile al 30 settembre e dalle 9.30 alle 18 nei mesi di ottobre e marzo (chiusura invernale dal 1 novembre al 28 febbraio, accesso per gruppi e individuali su prenotazione: 010 8531544; mail).

Dopo aver reintegrato il lambrino (la parte bassa delle pareti) verde a stucco lucido, restaurate le finestre, puliti e tracciati i pavimenti in marmi policromi e in mosaico, la sala nascosta ritrova la luce dopo anni di assenza: mancava nel parco da oltre cinquant'anni. È un ritorno in grande stile: all'interno della sala troverà posto il tavolo verde del Polcevera e le quattro colonnine di marmo nero di Como. Così, rinasce una sala che sotto molti aspetti presenta molte analogie con la Reggia di Caserta, nelle anfore in stile pompeiano dell'antico laboratorio dei ceramisti Giustiniani, e con Castello di Racconigi  a Torino, nella sala pompeiana progettata e realizzata da Pelagio Pelagi

L'architetto e direttrice del Parco di Villa Pallavicini, Silvana Ghigino, sognava da anni il ritorno della sala Etrusca: «È uno degli edifici più importanti del parco e lo si può incontrare subito dopo il suo ingresso, nei pressi del Prologo. Pochi sanno che l'edificio è composto da due piani: le visite guidate infatti, da anni passano soltanto al piano terra, ma al piano superiore aspettava da tempo di essere restaurata la Sala Etrusco Pompeiana, facente parte del percorso esoterico del parco. Come associazione, ci siamo interamente fatti carico del restauro della sala, anche sotto l'aspetto economico. Ovviamente, a restauro concluso, qualche accorgimento per preservare la condizione della sala è necessario: dunque, se piove, non sarà accessibile. A parte questo, la sala è pronta da sabato 22 settembre a farsi ammirare in tutta la sua bellezza. Nel weekend, l'inaugurazione sarà accompagnata dalla musica del Conservatorio Paganini e, ovviamente, sono disponibili le barchette per un giro sul Lago».

Un bel ritorno per la Villa di Pegli, che da anni vuole farsi riscoprire da tutti, turisti e cittadini, pegliesi e non. Silvana Ghigino però, sa che c'è ancora tanto da fare: «Il riscontro del pubblico è positivo, anche se il parco risente oggi della tragedia del crollo di Ponte Morandi a Genova. Ci fa piacere però osservare come a rispondere non sia soltanto un pubblico italiano ma anche straniero. Insieme al Comune di Genova dovremo lavorare ancora di più per rendere conosciuta Pegli e il suo Parco».

Potrebbe interessarti anche: , Musei di Genova: oltre 12 milioni e 700 mila euro per gli interventi , TEDx 2020 a Genova: lo spirito del luogo. Programma e presentazioni , Design Week di Genova 2020: il centro storico si tinge di verde. Le date , Teatro Nazionale di Genova, Davide Livermore: «Sono pazzo del teatro pubblico» , Paperino in Liguria, un borgo del Ponente protagonista del fumetto

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.