Festival Teatrale dell'Acquedotto 2018: il programma tra spettacoli e stöndaiate nei borghi

2018-06-11 16:02:59

Da giovedì 14 giugno a mercoledì 25 luglio 2018

Genova - Il Festival Teatrale dell'Acquedotto, ideato e organizzato dal Teatro dell'Ortica, torna da giovedì 14 giugno a mercoledì 25 luglio 2018 per la sua decima edizione con la direzione artistica di Mauro Pirovano.  La location non cambia: anche quest'anno la rassegna di spettacoli si svolgerà nei quartieri periferici della Val Bisagno e i borghi dell'entroterra. Cambia, invece, il tema del 2018, attorno a cui ruoteranno gli eventi: quest'anno si parlerà di Radici. Sette settimane per parlarne fra spettacoli all'aperto, conferenze, percorsi spettacolarizzati, le cosiddette Stöndaiate.

I biglietti degli spettacoli del Festival Teatrale dell'Acquedotto si possono acquistare a 8 euro (intero) o a 6 euro (ridotto). L'acquedottino dei bambini, l'Extrafestival a Villa Bombrini, le Stöndaiate, i Mercoledì dell'Olmo e i Racconti per Trenino e Stazioni sono, invece, a ingresso gratuito. Per tutte le informazioni sul Festival teatrale dell'Acquedotto 2018 si può chiamare il numero 010 8380120 o inviare una mail a segreteria@teatrortica.it. Ma ora entriamo nel vivo del programma del Festival dell'Acquedotto 2018 a Genova.

Il direttore artistico Mauro Pirovano fa un riassunto di tutti gli eventi più importanti di questo Festival dell'Acquedotto 2018: «Questa edizione regalerà tanti eventi gratuiti in posti magnifici, alcuni sconosciuti, della Val Bisagno: dal Cimitero di Staglieno al Treno di Casella, fino ai sagrati. E si mangerà anche: con le Stöndaiate si arriverà nei borghi della Liguria dove gli abitanti del luogo prepareranno sempre qualcosa da mangiare. Tanti gli eventi e gli ospiti: ci sarà Pino Petruzzelli a Sant'Eusebio, Ugo Dighero a Villa Bombrini fino a Carlo Denei. Ci sarò anche io, impegnato a parlare con Alberto Diaspro: cercherò di capire il mondo degli umanoidi. Tutto parlerà di radici: alle radici della solidarietà, della parola, dei problemi sociali alla luce della migrazione». Ma ecco il programma completo del Festival Teatrale dell'Acquedotto 2018 a Genova:

Anteprima Festival

  • Mercoledì 13 giugno, alle ore 17.30: Raccontando in Musica. Partenza capolinea bus 48 – Filtri (bosco di Pino Sottano zona Cà Bruxa). Con Mauro Pirovano, Carlo Denei ed il poeta Pier Franco Morando. Durante il percorso della passeggiata si teranno incontri con musicisti e narratori.

L'acquedotto dei bambini (ingresso gratuito, animazione e merenda alle ore 18)

  • Giovedì 14 giugno alle ore 19 all'Oratorio di san Giovanni Battista, Piazza Chiesa di Molassana: Red, ovvero quando Cappuccetto Rosso imparò l'inglese, Teatro dell’Ortica. Un bambino con un cappuccetto rosso, disobbediente alla mamma e perdutosi nel bosco, imparerà, attraverso una serie di incontri con le creature del luogo, a parlare l’inglese.
  • Venerdì 15 giugno alle ore 19 all'Oratorio di san Giovanni Battista, Piazza Chiesa di Molassana: Il flauto Magico con il Teatrino di Bisanzio. L'avventura del Principe Tamino alla conquista dell’amore. Una ricerca che lo porterà sino alla conoscenza della propria saggezza.
  • Sabato 16 giugno alle ore 19 presso il Sagrato della Chiesa di san Siro di Struppa, via di Creto 64: La Cenerentola con il Teatro dell’Ortica. Sofia ha 18 anni e vorrebbe andare al ballo delle debuttanti. Una Cenerentola moderna, ma sempre romantica, con personaggi attuali e scanzonati, rallegrata da musiche contemporanee.
  • Domenica 17 giugno alle ore 19 presso il Sagrato della Chiesa di san Siro di Struppa, via di Creto 64: Il Gigante Egoista con la Compagnia Cattivi Maestri. Ispirato alla favola di Oscar Wilde. Due attrici/narratrici attraverso l’utilizzo di pupazzi e oggetti raccontano una delle storie più emozionanti di Oscar Wilde con la leggerezza di due vagabondi che il tempo porta in giro.

Festival Teatrale dell'Acquedotto

  • Sabato 30 giugno alle ore 17.30, Partenza San Giacomo - Piloni di Via Geirato, presso Veja Ostaja I Piloin: Alla Radice del canto,  con il Gruppo Canterini Valbisagno e Mauro Pirovano. Una passeggiata con ritrovo ai Piloni di Via Geirato, presso la Veja Ostaja dei Piloin, con uno dei gruppi di canterini tipici della nostra terra, a cantare e musicare con la sola voce, aneddoti e curiosità.
  • Domenica 1 luglio alle ore 17 presso il Cimitero Monumentale di Staglieno, Piazzale Resasco: L'Ultima Città con il Teatro dell’Ortica. Con Mauro Pirovano e il Laboratorio Opera Aperta. Storie e vite donate a chi ascolta, pagine che si lasciano sfogliare generosamente e con gratitudine; per scoprire che il cimitero è anche e soprattutto la città dei vivi.
  • Mercoledì 4 luglio alle ore 17.30 presso il Municipio IV Media Val Bisagno, Piazza dell’Olmo: Alle radici della Solidarietà, Confraternite. Intervento di Alessandro Siena sulla nascita delle Confraternite. Radici che affondano nel Medio Evo, con la nascita delle più antiche Associazioni Laicali.
  • Venerdì 6 luglio alle ore 21.30, Piazzale Palestra Vivisemm di Sant'Eusebio: Chilometro Zero, con il Teatro Ipotesi & Teatro Stabile di Genova. Di e con Pino Petruzzelli, che vestirà i panni di un uomo artigiano che sceglie di ripartire attraverso un diverso modo di intendere il lavoro e la vita. Così, nel suo ristorante, tra monti, pini, larici, neve e valanghe, propone solo ricette a chilometro zero.
  • Sabato 7 luglio alle ore 16.25 alla Stazione ferroviaria di Piazza Manin: Racconti per Trenino e Stazioni, con Mauro Pirovano, Marco Cambri, Nuova Compagnia Odeon di Montoggi. In viaggio sul trenino accompagnati dalle canzoni di Cambri e le divagazioni ironiche di Pirovano. Alla stazione di Casella lo spettacolo Signori chi è di fuori… scena che descrive la vita del palcoscenico.
  • Domenica 8 luglio alle ore 17.30, partenza dal capolinea bus 48 – località Sanm bernardo: Stöndaiata
    con Mauro Pirovano, Marco Cambri ed il poeta Pier Franco Morando. Tra improvvisazioni, racconti, storie e canzoni, la riscoperta di uno dei tanti meravigliosi Borghi del nostro territorio, San Bernardo.
  • Martedi 10 luglio ore 21.30 a Villa Durazzo Bombrini, via Ludovico Antonio Muratori 5: Feynman e Marx e la rivoluzione degli Umanoidi, con Alberto Diaspro e Mauro Pirovano. L’impatto delle tecnologie alla nanoscala sul mondo del lavoro è elemento rilevante nella società moderna. Come avrebbe considerato Marx le intuizioni di Feynman, dai mutati metodi di produzione al robot umanoide?
  • Mercoledì 11 luglio alle ore 17.30 presso il Municipio IV Media Val Bisagno, Piazza dell’Olmo: Alle radici della Solidarietà, S.o.m.s. Roberto Salvemini, Presidente della S.o.m.s. di Montesignano racconterà le radici della solidarietà attraverso la storia selle società operaie di mutuo soccorso, sorte dal 1857.
  • Giovedì 12 luglio alle ore 21.30 presso la Chiesa di Sant'Antonino: In Teatro con i Piedi per Terra con la Compagnia Radici nel cielo. Attraverso narrazione, musica e video, le voci dei letterati del passato e quelle di chi oggi è tornato alla terra si ritrovano in un pensiero comune: il rinnovamento della società dipende dalla cura della terra.
  • Venerdi 13 luglio alle ore 21.30 presso piazzale della Chiesa di Pino Soprano, via di Pino: Guglielmetti tranviere falegname e partigiano con il Teatro dell’Ortica. Un racconto a due voci, che rievoca la Genova degli anni ’20, ’30 e ’40, fino al dicembre del 1944 quando Romeo Guglielmetti e altri sette antifascisti vennero catturati e barbaramente uccisi a Forte San Martino.
  • Sabato 14 luglio alle ore 21.30 presso Coop, Piazzale Bligny: Fugit di Rino Giannini, con Rino Giannini ed i ragazzi del Liceo Marconi Delpino di Chiavari. Una riflessione sul tempo. Partendo da Orazio, passando per Kafka, Seneca, Petrarca, S. Agostino e finendo con una considerazione dell’autore che invita il pubblico a riflettere sul tempo e sull’uso che ne facciamo.
  • Lunedì 16 luglio alle ore 21.30 a Villa Durazzo Bombrini, via Ludovico Antonio Muratori 5: ... Mai Nessuno la Baciò sulla Bocca (infame destino della Bella Addormentata) con il Teatro dell‘Ortica, di Ugo Dighero, Marco Melloni e Stefano Benni. Ugo Dighero, solo in scena, affronta camaleonticamente alcuni grandi temi del vivere: Dio esiste? E se facessimo a meno del denaro? E se il Principe Azzurro non l’avesse baciata sulla bocca? La risposta è lì a portata di mano.
  • Mercoledì 18 luglio alle ore 17.30 presso il Municipio IV Media Val Bisagno, Piazza dell’Olmo: Ecologia della Parola. Massimo Angelini propone una conversazione su alcune parole di uso quotidiano, per riflettere sulle radici del nostro tempo e sulla confusione che lo anima.
  • Venerdì 20 luglio alle ore 21.30 presso il Sagrato della Chiesa di san Siro di Struppa, via di Creto 64:
    Naufraghi nella Tempesta della Pace con la Coltelleria Einstein. L’esodo di migliaia di italiani e la tragedia delle foibe. Vicende che toccano direttamente il popolo italiano ma rappresentano la parte di una realtà molto più complessa.
  • Mercoledì 25 luglio alle ore 17.30  presso il Municipio IV Media Val Bisagno, Piazza dell’Olmo: I Giuliano - Dalmati. L’intervista del Professor Silvio Ferrari alla Signora Vera Bracco sarà il motore dei racconti di esodo, dalla viva voce di Vera, profuga da Lussino negli anni ’50.

Approfondisci con: Maggiori informazioni sull'evento e biglietti per A Genova il Festival Teatrale dell'Acquedotto 2018

Potrebbe interessarti anche: Il Barbiere Di Siviglia, dal 27 luglio al 29 luglio 2018 , Madama Butterfly, dal 26 luglio al 28 luglio 2018 , Genova, al Carlo Felice arriva Flashdance il Musical: date e biglietti, dal 9 aprile al 10 aprile 2019 , Bruciabaracche, 2 agosto 2018

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Luis e gli alieni Di Christoph Lauenstein, Wolfgang Lauenstein, Sean McCormack Animazione Germania, Lussemburgo, Danimarca, 2018 Luis è un dodicenne timido e introverso, spesso bullizzato dai compagni. Suo padre, l’ufologo Armin Sonntag, non gli dedica molto tempo, intento a scrutare il cielo alla ricerca di vita extraterrestre. Anche il Preside della scuola si accorge... Guarda la scheda del film