Villa Pallavicini: nel parco più bello d'Italia tornano le gite in barca. Le foto - Genova

Outdoor Genova Giovedì 18 gennaio 2018

Villa Pallavicini: nel parco più bello d'Italia tornano le gite in barca. Le foto

Le nuove barchette sul Lago Grande
© Fabio Liguori
Altre foto

Genova - La Bella di Firenze e la Vergine di Collebeato. Si chamano così le due nuove barche inaugurate a Villa Pallavicini di Pegli. Le nuove regine del Lago Grande, nei weekend di sabato 20 e domenica 21 e di sabato 27 e domenica 28 gennaio 2018 (dalle 10 alle 16, e ultimo ingresso al parco ore 15) attraverseranno le acque del lago, traghettando i visitatori per un tour della villa diverso dal solito. E a poche ore dalla loro inaugurazione, le barche hanno subito fatto gli straordinari con un giro inaugurale a curiosi, giornalisti e perfino all'assessore al Turismo e al Commercio Paola Bordilli. Ma le gite in barca proseguiranno anche in primavera.

L'odore della vernice fresca sulle barche è l'emblema di qualcosa di nuovo. Ma al contempo, un giro in barca lungo il Lago Grande è qualcosa che richiama il passato. Nell'Ottocento infatti l'architetto della villa e scenografo del Teatro Carlo Felice Michele Canzio e il suo proprietario Ignazio Alessandro Pallavicini, accompagnavano i visitatori lungo le acque del lago a bordo di una barchetta con la prua a collo di cigno.  

Non capita tutti i giorni di visitare il parco più bello d'Italia 2017 e poterlo ammirare da scorci insoliti, a pochi centimetri dall'acqua e dalla sua vegetazione tra pini marittimi, lecci e salici piangenti, passare sotto il ponticello in stile orientale e trovarsi a un palmo dal naso il neoclassico tempio di Diana, l'obelisco egizio, il tempio di Flora e altri elementi del percorso narrativo del parco. Oggi, con la Bella di Firenze e la Vergine di Collebeato è possibile tornare indietro nel tempo.

Silvana Ghigino, architetto, direttrice e curatrice di Villa Pallavicini non nasconde la sua soddisfazione: «Finalmente ce l'abbiamo fatta. È circa un anno che immaginiamo tutto questo e realizzarlo non è stato semplice, perchè abbiamo dovuto trovare i soldi per comprare le barche e restaurarle». La direttrice spiega poi che questa non è la prima volta che le barche rientrano nel lago della villa dopo la sua inaugurazione del 1846: «Sono 25 anni che le barchette mancano dal lago: quelle precedenti, simili a quelle nuove, sono parcheggiate ancora sulle rive del lago e ormai in disuso. Queste nuove barchette, anche se non sono belle come quella del marchese Pallavicini, possono accompagnare due o tre persone alla volta. Abbiamo abbinato il giro in barca nei due weekend con Antiqua, la fiera dell'antiquariato a Genova da sabato 20 a domenica 28 gennaio 2018. Ma se i risultati saranno positivi, pensiamo di rendere disponibili le gite in barca per tutti i fine settimana».

Un'esperienza da fare, secondo la Ghigino, che a tratti si lascia andare a qualche slang dal mondo giovanile: «Abbiamo già testato le barche e abbiamo potuto fare un primo giro del lago: vi posso assicurare che questo giretto sul lago è veramente bello. Una figata, come direbbero i giovani». E proprio i giovani sono una risorsa per la villa, come ha imparato la stessa direttrice: «Ho scoperto che i giovani sono molto attratti da questo parco. Concedevo loro meno attenzione e invece ho capito che ne meritano molta di più. Perchè molte persone di 25 e 30 anni, oltre ad entrare in villa, si intrattengono per ore godendosi il parco: questo non può che farmi piacere».

Ma perche i nomi Bella di Firenze e Vergine di Collebeato per le barche? Silvana Ghigino spiega anche questo: «Sappiamo che una delle barche del marchese si chiamava Michele, in onore di Michele Canzio. A noi sembrava troppo demodè mantenere quei nomi. Così abbiamo deciso di dare alle nostre nuove barche i nomi delle due camelie più importanti del parco. Da qui la Vergine di Collebeato e la Bella di Firenze».

L'assessore Bordilli, poco prima di fare un giro in barca con la direttrice Ghigino, ha sottolineato l'importanza di questo evento per Villa Pallavicini: «È un momento fondamentale per il Ponente, perchè sulla villa oggi stiamo puntando molto. Serve lavorare sempre di più per porre nuove offerte basate sull'esperienza, che in questo caso trae spunto dal passato. Un'esperienza non solo per i genovesi, ma anche per i turisti, che negli ultimi anni hanno raggiunto la villa spinti dalla curiosità».

Il parco di Villa Pallavicini, al momento, è aperto dalle ore 9.30 alle ore 17 (ultimo ingresso alle 15). Il costo del biglietto per il giro in barca del Lago Grande è di 5 euro, e si può fare dalle 10 alle 16 (oltre al biglietto di entrata al parco). Per informazioni: info@villadurazzopallavicini.it, 010 8531544. Gli orari del parco di Villa Pallavicini si modificheranno con il cambio delle stagioni

Potrebbe interessarti anche: , Accensione presepe di Manarola 2019: programma, fuochi e treni straordinari , Natale 2019 a Genova: accensione dell'albero, focaccia e dolci per tutti e musica , Il Ravera detective: un percorso nel centro storico di Genova, tra enigmi e delitti , Luna Park Genova 2019/2020: date, orari, sconti e novità , Genova, a San Fruttuoso un albero di Natale da record mondiale

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.