Genova Lunedì 11 dicembre 2017

Il mago dei bambini speciali: una fiaba per parlare di disabilità

© pixabay.com

Per informazioni sulle associazioni di volontariato di Genova contattate il Celivo al numero 010 5956815.

Genova - Può una fiaba insegnare ai più piccoli cos’è la disabilità? Questo è l’ambizioso progetto dell’associazione Uildm (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), nata a Genova nel 1969. I volontari si occupano dell’assistenza a persone affette da distrofia muscolare e altre malattie neuromuscolari.

«Come far arrivare le informazioni sulle malattie rare ai bambini? Una fiaba può educare e divertire», spiega Stefano Dossi, collaboratore dell’associazione, che continua: «Grazie anche all'intervento della psicologa Alessia D’Agostino è nato il racconto fantastico Il mago dei bambini speciali (edizione Chiave di lettura), il libro scritto da Pietro Alfredo Moros e illustrato da Cecilia Gattullo».

Il libro verrà presentato giovedì 14 dicembre, ore 17, presso la biblioteca De Amicis del Porto Antico di Genova (Magazzini del Cotone, modulo 1). Insieme all’autore e alla psicologa D’Agostino saranno presenti Andrea Rivano, direttore Uildm, e Ornella Occhiuto, presidente Uildm.

Il Mago dei bambini speciali è una fiaba che offre ai piccoli cittadini di domani l’opportunità di comprendere la bellezza della diversità. Il minuscolo mago Matteo abita su una nuvoletta. Matteo è così piccolo che nessuno lo nota. Le sue ore scorrono tutte uguali, in compagnia della solitudine, finché un giorno non riceve la strana nomina di Mago dei bambini speciali. Tra gioia mista a stupore, ma anche con un pizzico di paura, il maghetto lascia la sua soffice casa di nuvola e scende con un volo notturno sulla terra per vivere l’avventura che cambierà la sua esistenza. Tra sfide emozionanti, alleati e ostacoli, Matteo scoprirà chi sono i bambini speciali, affronterà il tema della malattia e il superamento dei propri limiti, non senza l’aiuto di tanti amici.

Il progetto di comunicare con una fiaba il tema delle malattie rare, in particolare della distrofia muscolare, è nato durante gli incontri del gruppo di mutuo aiuto organizzati da Uildm. A Genova l’associazione è attiva all’interno di una casa famiglia, che da quindici anni si trova in viale Brigate Partigiane 14 ed è pensata per ospitare persone disabili che hanno bisogno di assistenza e cure adeguate o che, più semplicemente, scelgono di vivere una vita autonoma e indipendente dalla famiglia di origine. Oltre a condividere il tempo libero con gli ospiti della casa, i volontari preparano loro i pasti e offrono il proprio aiuto nelle semplici mansioni domestiche, effettuano turni di assistenza diurni o notturni.

Potrebbe interessarti anche: , Associazione San Marcellino: dall'accoglienza ai laboratori, per ritrovare il gusto della vita , Premio per esperienze innovative di partnership sociali 2017 al progetto Smart Home , 150 anni di Azione Cattolica Diocesana: una veglia per festeggiare , Mondo in pace 2017 a Palazzo Ducale: il programma , Colletta alimentare 2017 in Liguria: donare cibo a chi ne ha bisogno

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Renzo Piano L'architetto della luce Di Carlos Saura Documentario 2018 Nel 2010 la Fondazione Botín di Santander, sulla costa cantabrica, legata al grande gruppo di credito spagnolo, affida al Renzo Piano Building Workshop l'incarico di costruire un centro culturale che porti il nome del suo fondatore. Un edificio... Guarda la scheda del film