Weekend Genova Martedì 21 febbraio 2017

Ghost Tour Genova a Carnevale

di
© shutterstock.com

Genova - Un rogo approntato per Una strega chiamata Caterina e una magica danza con cui, anticamente, le maliarde onoravano la natura, ma anche i battibecchi e le voci del Mercato. Poi canzoni, costumi e musica che riportano indietro nel tempo, alla vegia Zena: quella arrampicata tra il mare e le crêuze, quella nascosta fra il sole capace di infilarsi nelle ombre strette dei caruggi.

Sabato 25 febbraio 2017 torna il Ghost Tour del Borgo di Prè, giunto alla sua seconda edizione: un viaggio, in dodici tappe, per andare alla scoperta di racconti e leggende e vivere - in un modo un po’ diverso dal solito - il centro storico di Genova. A Carnevale ogni spettro vale: questo lo slogan del percorso che, grazie a diversi gruppi artistici, culturali, folclorici e storici, permetterà ai visitatori di addentrarsi dentro a scorci della città - attorno a Prè e alle sue adiacenze - ognuno con una storia da raccontare.

Si potrà, per esempio, solcare i mari attraverso la leggenda del brigantino Mary Celeste, calandosi nel mistero della sparizione del suo equipaggio, oppure conoscere la storia di Vittoria Firpo, la fattucchiera del Borgo di Prè e, con l’occasione, riscoprire (o conoscere per la prima volta) piazza Don Andrea Gallo, inaugurata all’interno dell’Ex Ghetto Ebraico. O ancora concedersi un tuffo in quel dolce frutto che dona l’oblio in piazza della Giuggiola.

Per questo Ghost Tour del Borgo di Prè anche due novità: l’allargamento del territorio interessato con l’entrata del quartiere del Carmine e la volontà di far rivivere i Truogoli di Santa Brigida.

Tra i banchi del Mercato del Carmine si potrà assistere a un’antica pagina della storia di Genova, avvolgendo le parole dei battibecchi con il profumato ricordo dei sapori di una volta, e in piazza del Carmine rivivere un Carnevale della vecchia Superba, quando la festa diventava anche un’occasione per il popolo di manifestare le proprie idee coperti dal gioco della maschera.

L’entrata del Carmine nel Ghost Tour del Borgo di Prè segna «un salto di qualità», per usare le parole di Simone Leoncini, presidente Municipio I - Centro Est: una zona bellissima, sottolinea, e, nel contempo, «ancora poco conosciuta e usufruita. Creare collegamenti tra due zone vicinissime», continua, significa «costruire un flusso positivo, con un’importante ricaduta nel tempo in termini culturali, di aggregazione e anche economici».

A rivivere anche i Truogoli di Santa Brigida dove, per il Ghost Tour del Borgo di Prè 2017, tornerà a zampillare l’acqua. Una sperimentazione che il Municipio è disposto a ripetere anche in occasione di altri eventi.

«Due le modalità per partecipare gratuitamente al ghost tour di sabato 25 febbraio», afferma l’esperto di tradizioni magico popolari Marco Alex Pepè. «La prima è quella individuale. Alle ore 15, in via Vallechiara (adiacente largo Zecca), si potrà ritirare la cartina con la mappa e le didascalie per potersi muovere liberamente tra le dodici tappe dove, fino alle ore 19, si ripeteranno gli spettacoli di intrattenimento. La seconda prevede la possibilità - fino a esaurimento dei posti disponibili - di essere condotti da guide turistiche o da accompagnatori specializzati. I gruppi, in questo caso, partiranno ognuno da punti diversi del percorso e potranno non vedere tutte le tappe la cui scelta è a discrezione della guida. Per partecipare, in questo caso, è necessario inviare una mail a: fondazioneamon@live.it».

Il Ghost Tour del Borgo di Prè, che nel 2016 ha visto incamminarsi sulle tracce delle antiche leggende circa 2500 persone, come sottolinea l’assessora al Municipio I - Centro Est Paola Ravera, chiama a raccolta volti che raccontano un incontro di esperienze ed età. Oltre i diversi gruppi, a dare una mano in questo 2017, anche i giovani studenti dell’istituto Vittorio Emanuele-Ruffini che, «in maniera serie e professionale» come sottolinea Ravera, hanno realizzato il manifesto dell’iniziativa.

L’obiettivo è quello di tenere viva una zona bella e fragile come quella di Prè. «Il nostro centro storico - continua Simone Leoncini -, non nascondendo i problemi che oggettivamente ci sono, ha una potenzialità enorme. La zona di Prè, anche se in questi anni sono stati fatti dei passi in avanti, resta un’area ancora sofferente. Il ghost tour assume, quindi, un valore doppio: aprire una finestra su questa realtà facendola conoscere in maniera non convenzionale e suggestiva».

Dal momento che A Carnevale ogni spettro vale sarà ben accetto anche chi vorrà partecipare in maschera. Grandi e piccini, dunque, sono invitati a mettersi in cammino per partecipare ai festeggiamenti per la ricorrenza del Miracolo della Madonna della Fortuna o ballare insieme durante il sabba delle streghe.

Il programma del Ghost Tour del Borgo di Prè è curato da Circolo Culturale Fondazione Amon e la cartina potrà anche essere reperita sul sito www.ghosttour.it.

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Santiago, Italia Di Nanni Moretti Documentario 2018 Il cinema di Nanni Moretti procura sempre un trasalimento, legato alla presenza ricorrente dell'autore nella sua opera. Che il film si richiami oppure no alla sua esperienza personale, lo spettatore oscilla tra finzione del personaggio e intimità... Guarda la scheda del film