Attualità Genova Sabato 10 dicembre 2016

Dab dance: cos'è? Il ballo di tendenza secondo i Millennials

Dab Dance
© vi.wikipedia.org/wiki/Dab_(điệu_nhảy)#/media/File:Do_the_Dab.jpg

Genova - Dai su, ammettiamolo. I ragazzi nati nel 2000 - i Millennials - non sanno cosa sia un apriscatole, ma la maggior parte di noi adulti ignora cosa sia la dab.

Vi sarà capitato, così come per l'Andiamo a comandare di Rovazzi, di vedere ragazzini dimenarsi in movimenti poco comprensibili, ma che in realtà per loro costituiscono un preciso linguaggio. Nel caso di Andiamo a comandare, diventato un must anche nel linguaggio verbale, il movimento in questione era dato dall’inarcare mollemente la schiena all’indietro, braccia penzoloni e scuotimento ondeggiante del corpo. Roba vecchia.

Adesso c’è la dab: una particolare danza che si fa distendendo un braccio lateralmente, ripiegando l’altro braccio verso il petto e abbassando la testa sul braccio ripiegato. Come sempre la mia fonte di informazione è la mia figliola, altrimenti ammettiamolo, sarei tagliata completamente fuori da questo mondo segreto e rapidissimo della comunicazione giovanile.

L’occasione per acquisire questo ennesimo input è stata una foto sul cellulare scattata a scuola a una sua compagna che faceva la dab insieme… alla bidella. Ho così scoperto l’esistenza (oltre alla dab) di questa meravigliosa signora genovese, probabilmente abbastanza vicina alla pensione, che vive per i suoi ragazzi ed è da loro riamata come si può amare la zia preferita.

La Maria (nome di fantasia), è sempre sorridente, allegra, ha sempre una parola dolce per i ragazzi, si prende cura di loro se non stanno bene, se sono tristi, scherza con loro. Fa la bidella in un liceo di Genova, quindi vive ogni giorno circondata da centinaia di adolescenti urlanti, maleducati e fastidiosi, non è certo una loro coetanea, eppure li ama incondizionatamente.

La Maria qualche settimana fa è caduta e si è fratturata qualche costola: dovrà stare a casa per un po'. I ragazzi, quegli stessi alieni egoisti e insensibili che vivono nelle nostre case e si sono impadroniti dei corpi dei nostri dolci bambini, hanno deciso a turno di andare a trovarla per tenerle compagnia. Lei gli prepara la cioccolata e loro le raccontano quello che succede a scuola.

I ragazzi hanno insegnato la dab a Maria, perché lei è una di loro.
Mia figlia mi racconta queste cose con entusiasmo e non può capire la dolce emozione che mi scalda il cuore nel vedere che sono ancora possibili sentimenti così delicati e profondi, che sono la speranza del futuro.

Meravigliosa Maria, al tuo rientro dovrò assolutamente venire a conoscerti e ringraziarti per quello che sei.

Potrebbe interessarti anche: , Arriva l'inverno a Genova: neve a bassa quota? Previsioni del 12 e 13 dicembre , L'albero di Natale per le vittime del Morandi, con 43 opere all'asta per beneficenza , G20 dello shipping a Genova: l'idea dei giovani del Propeller Club , Al Gizmark 2018 in arrivo un pieno di novità con l'esibizione di Vittorio Brumotti , Genova, aperta la rampa tra via Guido Rossa e il casello dell'Aeroporto

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

La prima pietra Di Rolando Ravello Commedia Italia, 2018 È un normalissimo giorno di scuola, poco prima delle vacanze di Natale, e tutti sono in fermento per la recita imminente. Un bambino, intento a giocare con gli altri nel cortile della scuola, lancia una pietra rompendo una finestra e ferendo lievemente... Guarda la scheda del film