Genova Mercoledì 9 novembre 2016

L'Africa di Cesare Mazzolari in mostra ad Arenzano

Monsignor Cesare Mazzolari in Sud Sudan

Per informazioni sulle associazioni di volontariato di Genova contattate il Celivo al numero 010 5956815.

Genova - «Un grande carisma, tanta dolcezza e umiltà. Monsignor Cesare Mazzolari era una persona mite, ma allo stesso tempo sicura di sé, tanto che in Sud Sudan, dove il missionario comboniano ha vissuto gli ultimi trent'anni della sua vita, prima come amministratore apostolico e poi come vescovo della Diocesi di Rumbek, era un punto di riferimento per tutti».

Queste le parole commosse di Valentina Tamburro, presidente dell'associazione Genova con l’Africa, che da oltre dieci anni collabora e sostiene la Fondazione C.E.S.A.R., creata nel 2000 da Mazzolari per promuovere attività dicooperazione allo sviluppo umano esensibilizzazione a favore delle popolazioni del Sud Sudan.

Ad Arenzano, dal 18 al 27 novembre, presso la Serra Monumentale, arriva la mostra biografica Persona per gli altri:l’uomo, il missionario, il pastore degli ultimi, dedicata proprio alla vita e alle opere del missionario.

L’iniziativa è partita lo scorso 30 settembre dall’Istituto VI di Concesio, a Brescia, paese natio di Mazzolari, meglio noto come padre Cesare. Arenzano rappresenta, dopo Verona, la terza tappa di un tour itinerante che nei prossimi mesi coinvolgerà diverse località italiane.

Undici grandi pannelli espositivi ripercorrono le tappe fondamentali della vita di monsignor Mazzolari (1937 – 2011). Accanto alla mostra biografica, anche le fotografie di GiBì Peluffo, fotografo che si è distinto per il suo impegno umanitario accanto ai padri Carmelitani del Bambino Gesù di Praga, nella Repubblica Centrafricana. Le sue immagini raccontano i Mille volti d'Africa. La missione vista da un fotoreporter.

La storia personale di Mazzolari, come uomo e come pastore, è ricca e complessa, sempre a fianco dei più poveri e dimenticati anche durante la lunga guerra civile sudanese. Padre Cesare parlava di uguaglianza, fratellanza e solidarietà fra i popoli, considerando l’educazione un’emergenza prioritaria e sostenendo che senza cultura i poveri non potranno mai uscire dalla miseria: «Padre Cesare voleva che i giovani restassero nella loro terra per ricostruirla», spiega Tamburro, «Grazie a lui sono stati costruiti pozzi e scuole. La nostra associazione ha raccolto il suo grido di aiuto e l'anno scorso, anche grazie al nostro contributo, è nato il Teacher Training Center, la prima scuola a fornire un’adeguata formazione ai docenti in Sud Sudan. Oggi il cenmtro è funzionante, con aule, laboratori e dormitori».

Padre Cesare ha lasciato un’eredità spirituale indimenticabile. A cinque anni dalla sua scomparsa, si è sentito il bisogno di raccontare il suo impegno perché possa costituire uno sprone a continuare la sua missione e insieme lanciare un forte appello a non spegnere i riflettori sulla nuova Repubblica del Sud Sudan, giovane paese ripiombato in una disastrosa guerra civile e pertanto bisognoso di tutto.

La mostra biografica sarà inaugurata venerdì 18 novembre, alle ore 16.30, con il patrocinio del Comune di Arenzano, e rimarrà aperta fino al 27 novembre 2016 con il seguente orario: sabato e domenica, dalle 10 alle 12 e dalle ore 16 alle 18 (giorni feriali dalle ore 15.30 alle 18). Accoglienza delle scolaresche, su prenotazione, nelle mattinate dei giorni feriali.

La mostra verrà esposta nuovamente dal 30 novembre al 3 dicembre al Palazzo Ducale di Genova, in occasione della manifestazione Mondo in Pace: la fiera dell'educazione alla Pace, promossa da LaborPace Caritas Genova, in collaborazione con Fondazione Cultura Palazzo Ducale.

Potrebbe interessarti anche: , Associazione San Marcellino: dall'accoglienza ai laboratori, per ritrovare il gusto della vita , Premio per esperienze innovative di partnership sociali 2017 al progetto Smart Home , Il mago dei bambini speciali: una fiaba per parlare di disabilità , 150 anni di Azione Cattolica Diocesana: una veglia per festeggiare , Mondo in pace 2017 a Palazzo Ducale: il programma

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Shark Il primo squalo Di Jon Turteltaub Azione U.S.A., 2018 Un sommergibile oceanico – parte di un programma internazionale di osservazione sottomarina – viene attaccato da un’imponente creatura che si riteneva estinta e che ora giace sul fondo della fossa più profonda del Pacifico...... Guarda la scheda del film