Attualità Genova Lunedì 17 ottobre 2016

Festival dell'eccellenza al femminile 2016: il programma

di
Emma Bonino

Genova - Edizione numero XI per il Festival dell’Eccellenza al Femminile, diretto da Consuelo Barilari, che, nell’anno del Giubileo straordinario, coglie l’occasione per affrontare una riflessione sul ruolo della donna nelle religioni del Mediterraneo e non solo e intitola la rassegna Dio ama le donne? I Dialoghi.

Sono oltre 50 gli eventi che si terranno a Genova, Imperia, Savona e La Spezia dal 19 al 26 novembre, con oltre 100 ospiti nazionali e internazionali, che daranno via al dibattito con l’obiettivo di infondere nel pubblico, soprattutto giovane, una più consapevole coscienza dell’importanza del ruolo della donna nella società, a partire da una riflessione sulla sua posizione nelle religioni, dalla storia alla contemporaneità.

Il Festival, che è stato insignito di quattro medaglie del Presidente della Repubblica, è diventato una manifestazione nazionale a tutti gli effetti, che si realizza ogni anno a Genova e in varie città italiane: nel novembre 2015 c’è stata l’edizione a Napoli e, nell’agosto scorso, è stato realizzato anche nella città di Bari.

Il Comitato d’Orientamento del Festival, composto dai membri della Giuria del Premio Ipazia, Silvana Zanovello, Silvio Ferrari, Giuliana Manganelli, Carla Olivari, Eugenio Pallestrini, Etta Cascini, Gianfranco Bartalotta, quest’anno conta anche sulla presenza di Giuliana Sgrena, giornalista, Francesca Corrao, islamista, Lucy Ladikoff, arabista.

l Festival propone anche il progetto Disconnect - La scuole e la rete contro la violenza di genere, che da un anno va nelle scuole, con la collaborazione di esperti, per prevenire i fenomeni di violenza, in classe e nella rete legati all’uso inconsapevole del web da parte dei ragazzi. Il progetto Disconnect aprirà il Festival giovedì 17 novembre, ore 16, al Teatro Modena (Sala Mercato) con l'incontro Essere social ma... Più sicuri in rete, rivolto a studenti e a tutto il pubblico sull’utilizzo dei social, la sicurezza in rete e le strategie di approccio.

Durante il festival andranno in scena spettacoli teatrali nei luoghi sacri e cristiani della città di Genova: dalla Santa Teresa, con Pamela Villoresi (il 19 novembre, ore 18) nella Cripta del Museo Diocesano, a Matilde di Canossa, con Edoardo Siravo e Alessandra Fallucchi(il 26 novembre, ore 18), nella chiesa di Santa Caterina di Portoria.

La kermesse di carattere multidisciplinare al femminile presenta, nell’edizione 2016, una nuova formula: i Dialoghi saranno portati nelle Università, scuole, teatri, nei luoghi sacri e di culto, nei Centri Civici, nei Musei – andando a tessere una rete che contribuisca a rinsaldare il territorio e i suoi abitanti.

Protagoniste dei Dialoghi saranno donne come Giuliana Sgrena, Pamela Villoresi, Claudia Koll, Carmen Lasorella, Ilaria Caprioglio, Barbara Alberti, solo per citarne alcuni.

Oltre ai Dialoghi, Il Festival presenta tre premi:

  • Premio Ipazia all'Eccellenza al Femminile e internazionale, riconoscimento attribuito ogni anno a una donna che si sia distinta contribuendo con il proprio operato al miglioramento sociale, culturale ed economico del proprio paese (tra le premiate ricordiamo Carla Fracci, Elisabetta Pozzi, la blogger tunisina Lina Ben Mhenni, Kalthoum Kannou) e quest’anno sarà assegnato all’Onorevole Emma Bonino, che sarà a Genova a ricevere il premio il 22 novembre, ore 16, nel Salone di Rappresentanza della Città Metropolitana.
  • Premio Ipazia alla nuova drammaturgia, giunto alla sua sesta edizione e rivolto a giovani drammaturghi. Il titolo del bando 2016 è Dio ama le donne? La Giuria del Premio proclamerà durante il festival l’opera vincitrice e premierà nella medesima occasione la vincitrice 2015 Lidia Bianchini. Novità dell’edizione 2016 è l’apertura di una sezione al Carcere Femminile di Alta Sicurezza di Latina, che parteciperà al concorso con un testo collettivo scritto dalla carcerate.
  • Premio Lady Track, ultimo dei premi ideati dal Festival, è un riconoscimento per le donne che nelle professioni più onerose hanno saputo coniugare progetti e imprese di successo con attività e iniziative di eccellenza nella cultura e nel sociale. Dopo il premio sarà consegnato per l’edizione 2016 a Pina Amarelli, leader dell’Antica Azienda d’Eccellenza Liquirizia Amarelli, Cavaliere del Lavoro, che con il Museo della Liquirizia Amarelli ha dato vita al primo vero Museo d’Impresa.

Potrebbe interessarti anche: , L'albero di Natale per le vittime del Morandi, con 43 opere all'asta per beneficenza , G20 dello shipping a Genova: l'idea dei giovani del Propeller Club , Al Gizmark 2018 in arrivo un pieno di novità con l'esibizione di Vittorio Brumotti , Genova, aperta la rampa tra via Guido Rossa e il casello dell'Aeroporto , Begato 9, via libera al restyling dei campi da calcio. Il progetto

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Dinosaurs Di Francesco Invernizzi Documentario 2018 Pochi sono a conoscenza del fatto che la maggior parte degli scheletri di dinosauri esposti nei musei sono ricostruzioni e che nel mondo gli esemplari originali sono presenti in un numero limitato. Questo documentario, con immagini in 8K girate in Italia,... Guarda la scheda del film