Genova Martedì 22 dicembre 2015

Come aiutare le persone non vedenti? Un nuovo progetto

Braille
© shutterstock

Per informazioni sulle associazioni di volontariato di Genova contattate il Celivo al numero 010 5956815.

Genova - È avvenuta nel pomeriggio di lunedì 21 dicembre, in occasione dell’Assemblea privata di Confindustria Genova, la cerimonia annuale di assegnazione del Premio per Esperienze Innovative di Partnership Sociali 2015, giunto alla sua undicesima edizione.

Dieci le proposte presentate, trenta i protagonisti coinvolti, tra organizzazioni di volontariato, imprese, istituzioni ed enti del terzo settore, un vincitore: il Progetto Horus, realizzato dal partenariato tra l’associazione R.P. Liguria – Associazione per la Retinite
Pigmentosa e altre malattie della retina - e l’azienda Horus Technology.

Il progetto congiunto vede la realizzazione di un dispositivo finalizzato ad aiutare le
persone ipo vedenti e non vedenti, cercando di minimizzare le difficoltà incontrate nello
svolgimento delle attività quotidiane: lettura di testi, riconoscimento di oggetti e di volti,
individuazione di ostacoli in ambienti esterni.

Così è nato Horus, strumento dotato di piccole telecamere che possono essere posizionate su una struttura realizzata ad hoc, oppure sulle comuni montature degli occhiali. Le mini telecamere rilevano l’ambiente circostante, comunicando all’utente ciò che percepiscono attraverso una sintesi vocale e un trasduttore a conduzione ossea, soluzione adeguata specialmente quando ci si trova all’aperto, poiché permette di udire i rumori che pervengono dall’ambiente circostante a tutto vantaggio della sicurezza personale. Horus è anche in grado di rispondere alle richieste dell’utente riguardo alla scena osservata, fornendo le informazioni per muoversi al meglio.

L’associazione R.P. Liguria ha collaborato dal momento zero, partecipando in modo
economicamente considerevole durante la campagna di crowfunding attuata da Horus
Technology al fine di contribuire alla realizzazione del dispositivo, nonché creando e
coordinando gli incontri tra le persone ipo e non vendenti con gli sviluppatori dello strumento.

Ma non solo: grazie a R.P. Liguria è stata avviata una collaborazione con altri importanti
soggetti, a partire dalla Clinica Oculistica dell’Università di Genova.
Il progetto Horus è risultato quindi rispondente a tutti i criteri richiesti dal Comitato
Paritetico - il gruppo di rappresentanti del Celivo e Confindustria con il compito di vagliare le
proposte: efficacia e originalità; miglioramento degli aspetti sociali e ambientali; valore
sociale dell’iniziativa; capacità di coinvolgere attori sociali diversi; trasferibilità e replicabilità
in altri luoghi.

L'associazione R.P. Liguria, rappresentata da Claudio Pisotti, ha ricevuto un assegno di mille Euro direttamente da Giuseppe Zampini, presidente di Confindustria Genova. All’Associazione e all’azienda è stata altresì consegnata dal Celivo una targa commemorativa.

di C.S.

Potrebbe interessarti anche: , Associazione San Marcellino: dall'accoglienza ai laboratori, per ritrovare il gusto della vita , Premio per esperienze innovative di partnership sociali 2017 al progetto Smart Home , Il mago dei bambini speciali: una fiaba per parlare di disabilità , 150 anni di Azione Cattolica Diocesana: una veglia per festeggiare , Mondo in pace 2017 a Palazzo Ducale: il programma

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

L'ape Maia Le olimpiadi di miele Di Alexs Stadermann, Noel Cleary Animazione Australia, Germania, 2018 Guarda la scheda del film