Genova Lunedì 30 marzo 2015

La storia del vapore raccontata in una mostra

Locomotiva
© shutterstock

Per informazioni sulle associazioni di volontariato di Genova contattate il Celivo al numero 010 5956815.

Genova - Cesare Pozzo e il tempo del vapore: è questo il titolo della mostra visitabile nella Sala Spazio Incontri della Regione Liguria, in piazza De Ferrari 1, dal 9 al 19 aprile 2015.

La mostra è stata organizzata dall'associazione Onlus Mastodonte dei Giovi (Ronco Scrivia, via Vittorio Veneto 1), in collaborazione con la Fondazione Cesare Pozzo (Milano, via San Gregorio 48) e la partecipazione della SNMS Regione Liguria. È a ingresso libero ed è aperta dalle 10 alle 18, con orario continuato.

«La nostra associazione è nata per valorizzare la linea Genova-Torino, che consideriamo la più importante d'Italia», spiega Francesco Bertuccio, presidente di Mastodonte dei Giovi, «Uniamo la passione per il modellismo a quella per la cultura del territorio. Per questo abbiamo creato un museo, con sede a Ronco Scrivia, che espone un grande plastico, lungo oltre sei metri, che riproduce le due linee dei Giovi e arriva fino a Borgo Fornari. Il plastico è apprezzatissimo dagli appassionati, che per vederlo arrivano da tutta Italia».

L'esposizione Cesare Pozzo e il tempo del vapore ha carattere divulgativo, ed è stata pensata e organizzata soprattutto per i giovani e gli studenti della scuola media e superiore. Realizzata con il coordinamento scientifico di Stefano Maggi, docente di Storia delle comunicazioni presso l'Università di Siena, presenta con pannelli, immagini e modelli la storia del vapore, la realizzazione delle prime ferrovie in Italia, la storia delle Linee ferroviarie dei Giovi e le macchine che su di esse hanno viaggiato, dall'ideazione e costruzione della Genova-Torino (prima metà del sec. XIX) all'elettrificazione delle due linee, col sistema trifase, completata nel 1915.

Parallelamente la mostra ricorda la nascita delle prime associazioni di Mutuo Soccorso nel mondo, in Piemonte e in Liguria, e le prime organizzazioni dei lavoratori, tra le quali la Mutua dei Macchinisti e dei Fuochisti fondata il primo maggio 1877, della quale Cesare Pozzo, nato a Serravalle Scrivia nel 1853, in forza come macchinista a Pontedecimo dal 1874, è stato eletto presidente nell’aprile 1866.

La mostra ripercorre quindi la vita di Cesare Pozzo, dapprima mazziniano poi fondatore del Partito Socialista, presidente della Macchinisti e fuochisti, fondatore della Lega dei Ferrovieri e morto suicida il 15 maggio 1898, a seguito della repressione dei moti milanesi per il pane da parte di Bava Beccaris e dei tormenti a cui la direzione delle ferrovie sottopose lui, rimasto sempre in forza come macchinista, e la sua famiglia, con continui trasferimenti punitivi. Un personaggio attuale, che tanto ha contribuito alla formazione del sistema di relazioni industriali del Novecento e alla nascita del welfare in Italia, e che quindi merita di essere maggiormente valorizzato e ricordato.

Sarà esposto anche il modello in grande scala - gentilmente concesso dalla Fondazione Ansaldo - della Sampierdarena, la prima locomotiva interamente progettata e realizzata in Italia nelle officine Ansaldo, nel 1855.

Per visite di gruppo si prega di prenotare al 349 4705325.

Potrebbe interessarti anche: , Associazione San Marcellino: dall'accoglienza ai laboratori, per ritrovare il gusto della vita , Premio per esperienze innovative di partnership sociali 2017 al progetto Smart Home , Il mago dei bambini speciali: una fiaba per parlare di disabilità , 150 anni di Azione Cattolica Diocesana: una veglia per festeggiare , Mondo in pace 2017 a Palazzo Ducale: il programma

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Notti magiche Di Paolo Virzì Commedia Italia, 2018 Italia '90: la notte in cui la Nazionale viene eliminata ai rigori dall’Argentina, un noto produttore cinematografico viene trovato morto nelle acque del Tevere. I principali sospettati dell’omicidio sono tre giovani aspiranti sceneggiatori, chiamati... Guarda la scheda del film