Teatro Genova Teatro Politeama Genovese Lunedì 23 marzo 2015

Ferite a morte: Lella Costa al Politeama Genovese per dire no al femminicidio

di
Giorgia Cardaci, Orsetta De'Rossi, Lella Costa e Rita Pelusio in Ferite a morte

Acquista i biglietti dello spettacolo Ferite a morte comodamente da casa su happyticket.

Genova - Martedì 24 marzo (ore 21) va in scena al Politeama Genovese, Ferite a morte.
Lo spettacolo scritto da Serena Dandini con Lella Costa, Orsetta De’ Rossi, Giorgia Cardaci e Rita Pelusio, ha ripreso il suo tour nei teatri italiani per portare sul palco il tema della lotta al femminicidio.

Serena Dandini ha attinto dalla cronaca e dalle indagini giornalistiche per dare voce alle donne che hanno perso la vita per mano di un uomo - marito, compagno, amante o ex - che avrebbe dovuto amarle. Per una volta, sono loro, le vittime, a parlare in prima persona per raccontare ognuna la propria storia, con toni che spaziano dalla drammaticità all'ironia passando per il grottesco.

Sul palco due schermi rimandano immagini evocative (realizzate dall'artista Rossella Fumasoni) e la musica accompagna le voci di queste donne.
«L’avventura di Ferite a morte ha compiuto due anni lo scorso novembre, e non mi sarei mai aspettata questa forte risposta del pubblico quando ho iniziato insieme a Maura Misiti, amica e ricercatrice del Cnr, ad analizzare quei terribili dati sulla violenza alle donne in tutto il mondo, afferma Serena Dandini. Una vera e propria strage, che passava spesso sotto silenzio, quasi come un destino ineluttabile riservato al genere femminile. Questi monologhi teatrali nascono proprio dal desiderio di dare luce e visibilità a storie spesso ridotte dalla cronaca nera solo a morbosi delitti passionali. Ho pensato che il teatro con il suo linguaggio diretto potesse arrivare cui spesso siamo assuefatti».

Uno spettacolo, dunque, per parlare di attualità e anche di sentimenti. Di un amore malato che, troppo spesso, è capace di far diventare fragili, un amore che difficilmente si può definire tale. Sono i suoi fraintendimenti, come afferma Lella Costa, una delle attrice in scena, a rendere vulnerabili «dedizione, abnegazione, sottomissione, annullamento di sé... E soprattutto il terrore ancestrale di non poter esistere se non definita da un ruolo preciso, che sia di moglie o di madre o anche di donna di: se non sono o non sono più quello, non esisto. E fra non esistere e essere fisicamente annientata a volte non si ha modo di scegliere».

Potrebbe interessarti anche: , Comicità, poesia, riflessione politica in Labbra di Irene Lamponi , La Tosse rialza il sipario del Teatro del Ponente: gli spettacoli della stagione 2019 , Il gabbiano di Čechov al Teatro della Corte: la crisi esistenziale dell'uomo contemporaneo , Se mia madre mi facesse a pezzi... Dragonetti fa di nuovo centro con l'adolescenza , Il Teatro della Tosse sbarca a Ponente: gestirà il Cargo di Voltri. Il progetto

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Copia originale Di Marielle Heller Drammatico 2018 Un film biografico sulla vita Lee Israel che, dopo essere caduta in disgrazia, decise di contraffare delle lettere di scrittori e celebrità decedute per pagare l'affitto. Quando le falsificazioni cominciarono a sollevare dei sospetti, decise di... Guarda la scheda del film