Genova Venerdì 6 marzo 2015

Malnutrizione: un aiuto per migliorare la qualità della vita

Volontariato
© shutterstock

Per informazioni sulle associazioni di volontariato di Genova contattate il Celivo al numero 010 5956815.

Genova - Si è tenuto sabato 7 marzo, a Rapallo, il convegno organizzato da A.N.N.A. – Associazione Nazionale Nutriti Artificialmente Onlus, focalizzato a fare chiarezza e a informare il pubblico sul tema della malnutrizione nella persona anziana.

«C'è chi si nutre artificialmente solo in parte, aiutandosi con integratori, e chi invece si serve della nutrizione artificiale perché molto anziano, o in coma. Su questo tema c'è tanta disinformazione, spesso anche tra il personale medico degli ospedali, e noi cerchiamo di aiutare i pazienti e le famiglie che non sanno come affrontare la situazione», spiega Alessandra Rivella, presidente di A.N.N.A., che si dedica anima e corpo alle attività dell'associazione. Lei stessa è una persona nutrita artificialmente.

L’associazione è nata a Genova nel 2008 per volontà di alcuni pazienti e dei loro familiari, con il supporto del reparto di nutrizione dell’ospedale San Martino di Genova e del personale addetto alla nutrizione parenterale domiciliare. L’associazione vuole migliorare la qualità della vita dei pazienti, rivolgendosi anche a chi si occupa della loro assistenza.

Quando si parla di malnutrizione si intende uno stato di alterazione funzionale, strutturale e di sviluppo dell’organismo conseguente al contrasto tra fabbisogni, introiti e utilizzo dei nutrienti.

Le cause di malnutrizione nella persona anziana possono essere molteplici: cause organiche correlate all’età, cause organiche correlate a patologie, cause sociali, ambientali e psicologiche. Va da sé che a molte cause corrispondano innumerevoli conseguenze, quali la mancata autonomia, la comparsa di piaghe da decubito, un maggiore rischio di fratture, un maggiore rischio di ospedalizzazione, un peggioramento di patologie croniche, depressione e apatia e in generale un forte peggioramento della qualità della vita.

In tutte le situazioni in cui l’apporto dietetico non corrisponde alle reali necessità energetiche e di nutrienti si può verificare un rischio di potenziale malnutrizione. La conoscenza dello stato nutrizionale è premessa necessaria per stabilire un intervento corretto di dietoterapia e per riconoscere una condizione di malnutrizione.

Tra i progetti di A.N.N.A. c'è l'attivazione di sportelli aperti a tutti coloro che vogliono saperne di più. Lo sportello è un servizio di prima accoglienza orientamento sul territorio per persone in nutrizione artificiale e loro familiari, che si pone l’obiettivo di rispondere alle richieste primarie degli interessati, raccogliere e monitorare i bisogni sul territorio e attivare nuove risorse, affiancare le persone in nutrizione artificiale e le famiglie nelle procedure per l’ottenimento delle adeguate terapie e nella scelta del centro di riferimento.

«È già attivo lo sportello aperto lo scorso settembre 2014 presso l'ospedale di Sestri Levante. Ci trovate nell'atrio tutti i lunedì, dalle 10.30 alle 13». Questo progetto pilota vuole essere un format da riproporre e avviare in quante più strutture ospedaliere possibili a livello regionale e nazionale. «Vorremo aprirne un altro al San Martino, uno al Galliera e uno al Gaslini. Mancano però i volontari», spiega Rivella.

Per diventare volontari di A.N.N.A. basta scrivere a info@associazioneanna.it

Potrebbe interessarti anche: , Associazione San Marcellino: dall'accoglienza ai laboratori, per ritrovare il gusto della vita , Premio per esperienze innovative di partnership sociali 2017 al progetto Smart Home , Il mago dei bambini speciali: una fiaba per parlare di disabilità , 150 anni di Azione Cattolica Diocesana: una veglia per festeggiare , Mondo in pace 2017 a Palazzo Ducale: il programma

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

The predator Di Shane Black Azione, Avventura, Horror, Fantascienza U.S.A., 2018 Dai confini dello spazio inesplorato, la caccia arriva nelle strade di una piccola città nella terrificante reinvenzione della serie di Predator nel progetto registico di Shane Black. Geneticamente modificati, attraverso la combinazione dei DNA di specie... Guarda la scheda del film