Genova Giovedì 13 novembre 2014

Emergenza ebola, lavoro e volontariato al convegno SPeRA

© originis.myblog.it

Per informazioni sulle associazioni di volontariato di Genova contattate il Celivo al numero 010 5956815.

Genova - «L’Africa sta cambiando. I paesi sub sahariani stanno attraversando un momento di crescita economica. Se la maggioranza della popolazione resta poverissima, l'interesse verso le ricchezze del territorio è salito notevolmente: c'è molto fermento, e sempre di più in quei paesi si sente il bisogno di giovani che portino in Africa le loro competenze», spiega Edoardo Berti Riboli, professore del Dipartimento Discipline Chirurgiche, Morfologiche e Metodologie Integrate dell’Università di Genova, nonché presidente di SPeRA e dell’associazione Medici in Africa, che continua: «Per gli universitari le possibilità di trovare un lavoro in Italia sono sempre meno. E allora perché non utilizzare il volontariato in Africa come un punto di passaggio per mettere in atto le proprie conoscenze e per affinare la propria sensibilità?».

Il quinto Congresso Nazionale SPeRA (Solidarietà, Progetti e Risorse per l'Africa) è dedicato quest’anno proprio ai giovani - Italia & Africa, volontariato e lavoro – e si svolgerà giovedì 20, venerdì 21 e sabato 22 novembre a Genova, presso il MuMa – Galata Museo del Mare.

«Lo scopo del convegno è quello di mettere in rete le associazioni che operano nell’Africa sub sahariana, perché riescano a unire le forze e creare tra loro nuove sinergie», prosegue Berti Riboli. Nel corso del convegno, le associazioni presenteranno i loro progetti, confrontandoli con quelli degli altri volontari. Nel 2013 i progetti erano circa 300 e trattavano temi che andavano dall’agricoltura ai diritti delle donne, dall’infanzia all’istruzione, la prevenzione e la salute, le strutture e le infrastrutture.

L’anno scorso sono stati molti gli studenti universitari che hanno partecipato volontariamente all’iniziativa. È nata così l’idea di dare vita a un nuovo corso universitario che nasce proprio a Genova: per l’anno accademico 2014/15 è stato attivato il primo insegnamento interscuola di cooperazione allo sviluppo nei corsi di laurea delle Scuole di Scienze Matematiche e Fisiche, Naturali, Scienze Umanistiche, Scienze Sociali, Politecnica, Medicina e Farmacia.

«Il nuovo corso è un insegnamento libero, aperto agli studenti di tutte le Scuole dell’Ateneo», spiega Antonio Guerci, ordinario del Dipartimento di Scienze della Formazione (Disfor), docente di Antropologia e coordinatore scientifico del progetto insieme a Massimo Ruggero, membro del Consiglio direttivo di Medici in Africa e docente a contratto di Antropologia sociale e Cooperazione allo sviluppo presso il Dipartimento di Scienze dell’Architettura.

«La cooperazione può aprire nuovi network. Sono oltre 307 gli studenti che lo scorso agosto si sono resi disponibili a partecipare al corso. Circa 190 si sono poi iscritti ufficialmente», spiega Ruggero, che continua: «Abbiamo messo in campo un’equipe di 35 docenti provenienti da tutte le Scuole. Il corso è stato diviso in tre fasi e tiene conto della cooperazione sul campo, degli aspetti medici e ingegneristici, ma anche di quelli umanistici. Gli studenti hanno elaborato progetti che verranno poi esposti nel corso del convegno SPeRA».

Fra i temi trattati, anche quello attualissimo sull’emergenza Ebola: venerdì 21 novembre, ore 16.30 nella Sala Auditorium del Galata, un dibattito aperto su Emergenza Ebola e iniziative possibili, con Valerio Del Bono, infettivologo (Università di Genova) e Marco Pratesi (Cuamm). Sabato 22, ore 11 nella Sala Vespucci, Pratesi presenta anche l’incontro Il rischio Ebola per gli operatori italiani.

Potrebbe interessarti anche: , Associazione San Marcellino: dall'accoglienza ai laboratori, per ritrovare il gusto della vita , Premio per esperienze innovative di partnership sociali 2017 al progetto Smart Home , Il mago dei bambini speciali: una fiaba per parlare di disabilità , 150 anni di Azione Cattolica Diocesana: una veglia per festeggiare , Mondo in pace 2017 a Palazzo Ducale: il programma

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

La prima pietra Di Rolando Ravello Commedia Italia, 2018 È un normalissimo giorno di scuola, poco prima delle vacanze di Natale, e tutti sono in fermento per la recita imminente. Un bambino, intento a giocare con gli altri nel cortile della scuola, lancia una pietra rompendo una finestra e ferendo lievemente... Guarda la scheda del film