Concerti Genova Venerdì 7 novembre 2014

Omaggio a Freak Antoni: Altera in concerto

di
La copertina dell'album I love Freak, degli Altera
Altre foto

Genova - Si terrà sabato 8 novembre al Carmine, l'evento I love Freak: piazza della Giuggiola, un piccolo mondo da salvare, al via alle ore 18.

Protagonisti assoluti dell'evento, Roberto Freak Antoni (voce degli Skiantos) e la caratteristica piazzetta, che era uno dei luoghi più belli, pittoreschi eppure misconosciuti della città vecchia. La piazza, che prende il nome dall'unico albero di giuggiole ultracentenario rimasto in città, fu la location di uno show speciale dell'artista bolognese, in occasione della Notte Bianca 2008.

Sei anni dopo, un'immagine di quello spettacolo è diventata la copertina del disco I love Freak, degli Altera, interamente dedicato all'inventore del genere demenziale. Piazza della Giuggiola (oggi parzialmente transennata), per la prima volta compare sulla copertina di un disco, ma dal 2011 si ritrova in condizioni di grave e progressivo degrado, con la pavimentazione che sta cedendo a causa di affossamenti e buche, con forte disagio per gli abitanti, preoccupati per il futuro e per il disinteresse e la lentezza mostrata delle istituzioni.

L'evento è organizzato dal gruppo musicale Altera, La Giuggiola di Marta Nadile e l'associazione Cantiere di Idee del Carmine, in collaborazione con il Civ Zecca Carmine. Verrà presentato il progetto I love Freak (album e singolo in vinile realizzati in collaborazione con il Mei), con ampio spazio al ricordo di Freak Antoni e vari interventi, un mini live acustico degli Altera, con ospite la fisarmonicista Marina La Torre, un video testimonianze a tema, un rinfresco e la sciarpa speciale Freak in Giuggiola, a cura del laboratorio di maglieria La Giuggiola. Nell'occasione si potranno visitare il suddetto laboratorio e il giardino con l'albero di giuggiole ultracentenario.

Antoni era molto legato a questa piazza, dove soggiornava spesso, ospite proprio degli amici Altera; il 13.09.08 vi realizzò uno straordinario spettacolo, da una finestra del civico 3 (dove abita il cantante della band genovese), tra quadri d'arte contemporanea appesi come lenzuola. In quell'occasione, a causa della pioggia battente, Freak, la pianista Alessandra Mostacci che lo accompagnava e il pubblico presente si trasferirono nel laboratorio artigianale di maglieria La Giuggiola, concludendovi lo spettacolo: fu un evento unico e irripetibile.

Oggi piazza della Giuggiola è stata lasciata al degrado. A causa di un intervento di rinnovamento della rete gas, avviato nel 2010, la piazza e l'adiacente salita Monterosso sono state oggetto di un ripristino inadeguato della pavimentazione (pietre di fiume e le classiche creuze in mattoni rossi). L'utilizzo eccessivo di cemento, il riposizionamento approssimativo e la sostituzione di varie porzioni di acciottolato ne hanno alterato fatalmente la stabilità.

Poco dopo la conclusione dei lavori si sono verificati i primi avvallamenti, poi divenuti negli ultimi anni veri e propri cedimenti, buchi, crepe pericolose in alcuni muri. Lo scorrere sotterraneo di rivi e acque ha completato l'opera.

«Freak si innamorò di piazza della Giuggiola a prima vista, tanto da citarla espressamente in alcuni spettacoli», ricordano gli Altera, «per noi è un'ulteriore stimolo per chiedere con forza, insieme agli abitanti, un intervento risolutore da parte del Comune».

Potrebbe interessarti anche: , La Voce e il Tempo 2019, un gennaio e febbraio tra concerti e incontri: il programma , 20 anni senza De Andrè: Colapesce reinterpreta La canzone dell'amore perduto , La Voce e il Tempo: i Carmina Burana alla Chiesa di santo Stefano , Salmo in concerto a Genova nell'estate 2019 , Genova: «Il Museo del Jazz non esiste più», la lettera di Dado Moroni

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Bohemian rhapsody Di Bryan Singer Biografico, Drammatico, Musicale U.S.A., Regno Unito, 2018 Un racconto realisto ed elettrizzante degli anni precedenti alla leggendaria apparizione dei Queen al concerto Live Aid nel luglio del 1985. Guarda la scheda del film