Weekend Genova Martedì 2 settembre 2014

Sagra del Fuoco di Recco. A Renzi il Pirotino d’argento

di
La Sagra del Fuoco di Recco 2013 vista da un battello
© Matteo Steccolini / Flickr.com

Genova - Sette spettacoli pirotecnici sul mare, di cui uno in pieno giorno, all’ora di pranzo, decine di sparate, i colpi a terra sul greto del torrente con i tradizionali mascoli di ferro riempiti con la polvere da sparo, concerti bandistici, stand gastronomici, solenni processioni con l’arca della Madonna del Suffragio.

Tutto è pronto a Recco, in provincia di Genova, per l’edizione 2014 della Sagra del Fuoco, che si porta dietro secoli di storia e cultura, tra fede, passioni, tradizioni popolari, volontariato e anche tragedie più recenti, come il bombardamento anglo-americano del 1943 che rase al suolo la cittadina, attraversata da un viadotto ferroviario di importanza strategica per le operazioni belliche.

Un appuntamento che nei giorni della festa porta a Recco centomila persone e chiude la lunga estate pirotecnica ligure, che si è snodata in tanti centri da Sarzana a Ventimiglia, promossa dal sito web Le città liguri dei fuochi, realizzato dall’Agenzia di promozione turistica In Liguria.

Sono decine di migliaia i turisti che la festa di domenica 7 e lunedì 8 settembre richiamerà con ogni mezzo a Recco. Confermati i treni straordinari promossi dalla Regione Liguria nella cittadina del Golfo Paradiso e bus dell’Apt.

La Sagra del Fuoco di Recco sarà animata dai fuochi artificiali allestiti da aziende pirotecniche provenienti da Campania, Sicilia e Puglia. I sette team pirotecnici impiegheranno cinque tonnellate di esplosivi, con una sessantina di fuochini specializzati al lavoro, poco meno di ventimila i mortaletti che esploderanno sul greto del torrente, in spiaggia e in collina, caricati e preparati da 150 fuochini di Recco.

Sono 850 i volontari al lavoro in sette stand per quattro giorni, e 40 i portatori dell’Arca della Suffragina, che percorreranno la processione in circa 2 ore per 2,5 km.

Venerdì 5 settembre aprono gli stand gastronomici dei quartieri. Domenica 7 settembre, ore 23, si entra nel vivo della festa con i primi tre spettacoli pirotecnici: a partire dalle 23 si esibiscono i fratelli Scudo (i guaglioni) di Roccarainola (Napoli) per il quartiere Spiaggia, poi Gerardo Scudo di Ercolano (Napoli) per San Martino e infine Gianni Vaccalluzzo, detto Zio Piro, per il quartiere Liceto.

Lunedì 8 settembre, dopo la sparata di mascoli alle 3.30 da parte dei quartieri per il saluto alla Madonna e la messa dell’alba, che inizia alle 4.30. La celebrazione sarà presieduta dal cardinale di genova Angelo Bagnasco. Alle 11 ci sarà la solenne celebrazione eucaristica, e alle 13 spazio allo spettacolo pirotecnico a giorno nel quartiere Verzemma, curato dalla Tirrena Fireworks di Mondragone (Caserta).

In serata, sempre a partire dalle 23, i fuochi artificiali della Pirotecnica Bruscella Italian Group di Modugno (Bari) per il quartiere Bastia, seguiti da quelli dell’azienda di Lorenzo La Rosa, che arriva da Bagheria (Palermo), ingaggiata dal quartiere Ponte. Poi lo spettacolo pirotecnico dei fratelli Pannella di Ponte (Benevento) per il quartiere Collodari e, alle 24, la sparata del quartiere San Martino.

La città di Recco vuole assegnare al premier Matteo Renzi il Pirotino d’argento. Lo ha reso noto il vicesindaco Gian Luca Buccilli. Il premio è nato nel 2007. Il Pirotino, che richiama l’antico mortaletto ligure delle sparate, i tradizionali mascoli di ferro riempiti con la polvere da sparo, è il simbolo della Sagra del Fuoco e delle cerimonie ultrasecolari in onore di Nostra Signora del Suffragio .

Recco vuole assegnare il riconoscimento a Matteo Renzi «per aver sempre comunicato in modo pirotecnico il suo programma di governo, i provvedimenti e gli impegni assunti da Palazzo Chigi».

In passato il riconoscimento era stato consegnato, fra gli altri, alla cantante romana Tosca, che nel 2007, al Festival di Sanremo, aveva interpretato la canzone Il terzo fuochista, una ballata popolare che racconta di un'antica festa patronale di paese che si conclude con un grande spettacolo pirotecnico.

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Nessuno come noi Di Volfango De Biasi Commedia Italia, 2018 Betty è un’insegnante di liceo bella, anticonformista e single per scelta. Umberto è un noto docente universitario, affascinante, strafottente alle prese con un matrimonio noioso e privo di passione. I due si incontrano per la prima volta quando Umberto... Guarda la scheda del film