Attualità Genova Lunedì 21 luglio 2014

Piazza Don Andrea Gallo: subito su OpenStreetMap

di
Piazza don Andrea Gallo
© Andrea Carozzi

Genova - Venerdì 18 luglio è stata intitolata a Don Andrea Gallo la piazza più grande dell’area del Ghetto, racchiusa tra via Lomellini e via delle Fontane.

Un luogo, che fino a quel momento, era rimasto uno slargo senza nome nel cuore di Genova. Ora, invece, chi si connetterà on line potrà subito individuare la piazza dedicata al prete di strada. L'associazione Open Genova, infatti, ha indicato il nuovo toponimo dello slargo su OpenStreetMap, segnalandolo addirittura la settimana precedente l'intitolazione a seguito del sopralluogo sull’area stessa (questa la modifica relativa).

L'associazione, da diverso tempo, si sta muovendo nella direzione di una rimappatura ad ampio spettro della città, condividendo on line i dati in modo che risultino disponibili per tutta la cittadinanza. Questo per consentire una consultazione facile e diretta e per promuovere, grazie alla rete, nuove sinergie.

I temi trattati sono i più diversi: si va dai progetti per bambini e anziani, all'ambiente e energia fino all'arte e cultura, senza dimenticare le attività sul quartiere, la condivisione di spazi e la mobilità sostenibile.

Per esempio alcuni mesi fa Open Genova ha lanciato una proposta al Comune di Genova in riferimento alla mappatura degli immobili dismessi di sua proprietà. Se, infatti, i dati fossero disponibili in formato Open Data (licenza d’uso aperta e facilità di riutilizzo dei dati), potrebbero essere un buon punto di partenza per stimolare la creatività e incoraggiare la cittadinanza attiva e le buone energie nella direzione del recupero e della riqualificazione.

Il caso di piazza Don Gallo è un esempio della rapidità e dell'immediatezza con cui, a pochissima distanza dall'intitolazione, il pubblico possa già usufruire di una mappa di Genova aggiornata.

Tramite OpenStreetMap si scopre anche una curiosità, ovvero che lo slargo genovese intitolato al prete di strada non è il primo, in Italia, a portare questo nome. In Toscana, nel pistoiese, precisamente nel comune di Massa e Cozzile, esiste già una piazza, secondo una modifica effettuata due mesi fa e di cui su Internet si trova traccia in una delibera del consiglio comunale.

Potrebbe interessarti anche: , Arriva l'inverno a Genova: neve a bassa quota? Previsioni del 12 e 13 dicembre , L'albero di Natale per le vittime del Morandi, con 43 opere all'asta per beneficenza , G20 dello shipping a Genova: l'idea dei giovani del Propeller Club , Al Gizmark 2018 in arrivo un pieno di novità con l'esibizione di Vittorio Brumotti , Genova, aperta la rampa tra via Guido Rossa e il casello dell'Aeroporto

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

L'uomo che rubò Banksy Di Marco Proserpio Documentario 2018 È il 2007. Banksy e la sua squadra si introducono nei territori occupati e firmano a modo loro case e muri di cinta. I palestinesi però non gradiscono. Il murales del soldato israeliano che chiede i documenti all'asino li manda su tutte... Guarda la scheda del film