Mostre Genova Lunedì 30 giugno 2014

Walter Vogel: «I miei scatti raccontano Genova»

Piazza San Matteo
© Walter Vogel
Altre foto

Genova - «Genova è una città così affascinante, così particolare: un fotografo che non ne viene colpito non può ritenersi tale». Con queste parole il fotografo tedesco Walter Vogel ha esternato il suo amore per il capoluogo ligure.

Orfana della splendida mostra di Gianni Berengo Gardin, finita i primi di giugno, la Superba sfodera un tridente invidiabile: fino a domenica 24 agosto, a Palazzo Ducale, saranno visitabili contemporaneamente le mostre fotografiche di Robert Capa, Lorenzo Capellini e Walter Vogel. L’esposizione di quest’ultimo, Genua 1964 - 2014 rimarrà aperta da martedì primo luglio a domenica 24 agosto nella Sala del Munizioniere di Palazzo Ducale.

Vogel, diventato famoso per aver fotografato Joseph Beyus e Pina Bausch, vincitore del World Press Foto Award, ha viaggiato molto per realizzare reportage in tutto il mondo, ma è sempre tornato, negli ultimi 50 anni, a Genova, città che ama moltissimo, per ritrarla attraverso il passare del tempo.

«Nel 1963 ho comprato la prima macchina e sono partito per il classico itinerario turistico attraverso le meravigliose città del Bel Paese. Quando sono passato per la Liguria e ho visto Genova in lontananza ne sono rimasto incuriosito. Così mi sono ripromesso di tornare per visitarla. Così feci nel ’64», ha spiegato Vogel.

La mostra è costituita da sessanta scatti e racconta appunto la città dal ‘64 ai giorni nostri: il porto, il centro storico con le sue botteghe e i suoi caffè; i genovesi incastonati nei loro vicoli stretti, nei loro angusti negozi, catturati sulla pellicola in bianco e nero della Leica di Vogel mentre lavorano o passano il tempo, magari chiacchierando sull’uscio di un’attività.

Le foto di Vogel colgono la realtà genovese con il tatto di un osservatore che, con discrezione, senza essere invasivo, riesce a farsi largo nellintimità della vita quotidiana della Superba.

«Per qualsiasi fotografo curioso è un piacere immergersi nei caruggi genovesi. È un po’ come spiare la città da dietro le quinte. Per le stradine del capoluogo ligure c’è un’atmosfera che non si può trovare altrove, una combinazione unica tra la scenografia costituita dal centro storico e le persone che lo abitano e lo vivono quotidianamente».

«Non so spiegare esattamente cosa mi abbia colpito di Genova: è una questione di gusti, credo. C’è chi ama gli ampi spazi aperti e luminosi, altri invece, come me, prediligono la giungla metropolitana, il brivido di non sapere cosa si potrebbe incontrare dietro langolo. A Genova non ci sono tappe obbligatorie, si è liberi di seguire qualsiasi percorso».

La mostra è aperta dal martedì alla domenica, dalle 15 alle 19. Il biglietto costa 5 Euro. Il biglietto per vedere le mostre di Robert Capa, Lorenzo Capellini e Walter Vogel costa 10 Euro.

Potrebbe interessarti anche: , Da Monet a Bacon: al Ducale 60 capolavori dal Sud Africa. Foto, orari e biglietti , Il Salotto del Cavalier Tempesta: gli affreschi di Pieter Mulier a Palazzo Lomellino , Paganini Rockstar come Hendrix, la mostra infiamma Palazzo Ducale: foto e percorso , Handhumans vs Handimals, in mostra le mani dipinde di Guido Daniele , La mostra Fulvio Roiter. Fotografie 1948-2007 a Palazzo Ducale: le foto

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Glass Di M. Night Shyamalan Drammatico, Fantascienza U.S.A., 2019 Ritroviamo la guardia giurata David Dunn all’inseguimento dell’identità sovrumana di Kevin Wendell Crumb, ovvero la Bestia, in una serie di incontri sempre più pericolosi, mentre Elijah Price Price emerge dall’ombra nel... Guarda la scheda del film