Cinema Genova Giovedì 8 maggio 2014

Silvio Soldini: «I miei antieroi ciechi alla conquista del mondo»

Silvio Soldini

In occasione dell’uscita del film in dvd + libro nella collana Feltrinelli Real Cinema, Silvio Soldini e Giorgio Garini al Cinema America di Genova lunedì 12 maggio, ore 20.30, introducono la proiezione del docu-film Per altri occhi – Avventure quotidiane di un manipolo di ciechi, vincitore del Nastro d’Argento come miglior documentario del 2014.
In collaborazione con l'Istituto Chiossone - Dialogo nel buio, l'Unione Italiana Ciechi e Genova-Liguria Film Commission.

Dopo la proiezione, Silvio Soldini e Giorgio Garini, uno dei protagonisti del film, Giovanni Bosio, e una guida di Dialogo nel Buio si intratterranno con il pubblico.

I possessori del biglietto del cinema che si presenteranno a visitare il percorso sensoriale Dialogo nel Buio avranno diritto a uno sconto di 1 Euro sul biglietto di ingresso.

Genova - Chi sono i ciechi? Le persone portatrici di un handicap oppure coloro che credono di conoscere il mondo dei non vedenti, anche se in realtà lo intuiscono soltanto? Silvio Soldini è un regista sensibile e curioso. Non c’è un suo film che sia uguale all’altro: dalla commedia al dramma, fino al documentario. Le sue storie parlano di persone che cadono e si rialzano, raccontano le loro scelte, la vita quotidiana.

Dopo il docu-film Un piede in terra e l’altro in mare, che Soldini, amante com’è della Liguria, ha girato tra Genova, Imperia e l’entroterra, oggi propone un nuovo viaggio, se possibile ancora più intimo. Per altri occhi - avventure quotidiane di un manipoli di ciechi, scritto con Giorgio Garini, ci porta a conoscere le vite straordinarie di dieci persone che hanno in comune l'handicap della cecità, e che affrontano la vita quotidiana con caparbietà e determinazione, ma anche con umorismo e autoironia.

«L’idea è nata per caso: avevo mal di schiena e mi è stato consigliato un bravo fisioterapista: Enrico, non vedente. Chiacchierando con lui ho scoperto la sua vita straordinariam e mi è venuta voglia di raccontarla». Così è iniziata la ricerca di altre persone non vedenti da coinvolgere nel progetto.

Ed ecco il cast del film: «Ci sono Giovanni,un piccolo imprenditore che ama sciare e godersi la vita, e poi Gemma, che studia violoncello e gareggia sugli sci. Felice è uno scultore che gioca a baseball, Luca è un musicista con l'hobby della fotografia, Loredana una centralinista con la passione del tiro con l'arco, Mario è un super-sportivo in pensione. E poi ci sono Piero, consulente informatico, e Claudio e Michela, una coppia che adora ridere e scherzare». E naturalmente non poteva mancare Enrico, «il mio fisioterapista, che appena può scappa in barca a vela».

Insomma, dieci antieroi ciechi alla conquista del mondo. Con loro, Soldini ha instaurato un rapporto speciale: «Fin dall’inizio ognuno di loro ha accolto me e Giorgio Garini, dandoci fiducia in modo veloce e profondo. Di solito, quando si gira un documentario, è necessario conquistare i protagonisti prima di girare, ma in questo caso tutto è successo con grande naturalezza».

Quello di Soldini non è un documentario sui ciechi, «ma su persone che, pur avendo un handicap, hanno il coraggio di fare e sperimentare, alzando ogni giorno di più l’asticella, senza fermarsi di fronte a niente. In quanti tra noi possono dire di fare lo stesso?».

Silvio Soldini ha voluto sperimentare Dialogo nel Buio, il percorso multisensoriale, in totale assenza di luce, attraverso ambienti e situazioni reali di vita quotidiano che a Genova si trova in Darsena, al Porto Antico: «L’ho fatto prima di girare il film e poi successivamente: l’effetto è stato molto diverso. Consiglio a tutti di provarlo, non solo per capire cosa significi muoversi e toccare oggetti senza vedere, ma anche per rendersi conto di quanto sappiamo poco degli altri sensi».

Guardando Per altri occhi si riflette, ma si ride anche, spesso e volentieri: «Ho voluto raccontare le storie dei protagonisti con leggerezza e allegria. Ogni giorno siamo bombardati da immagini di ogni tipo, la cui vista è spesso pericolosa perché ci porta a giudicare prima ancora di capire chi ci troviamo di fronte. I non vedenti che ho conosciuto sono dotati di un’apertura verso gli altri che molti di noi hanno perso, e che sarebbe bello ritrovare».

Soldini ha girato in Liguria alcune scene del docu-film: «Le regate a cui Enrico ha partecipato si sono svolte a Sanremo». In passato il regista ha scelto la nostra regione per girare due dei suoi film – Agata e la tempesta e Giorni e nuvole, oltre a Un piede in terra e l’altro in mare – ma come è nata la sua passione per la nostra regione? «Prima di girare Agata e la tempesta non avevo mai trascorso una sola notte a Genova. La città per me è stata una vera e propria sorpresa: me ne sono innamorato».

Potrebbe interessarti anche: , Genova, bus gratis con il biglietto del cinema: le sale aderenti , Il cinema ritrovato, proiezione di film immortali: il programma da Bergman a Hitchcock , In Italia l'Ocean Film Festival World Tour 2018: i migliori film sul mondo del mare e degli oceani , Jennifer Aniston e Adam Sandler a Santa Magherita Ligure: si gira Murder Mystery , Il fantasy arriva a Genova con Game of Kings, la serie tv girata in Liguria

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

L'agenzia dei bugiardi Di Volfango De Biasi Commedia 2019 Il seducente Fred, l'esperto di tecnologia Diego e l'apprendista narcolettico Paolo sono i componenti di una diabolica e geniale agenzia che fornisce alibi ai propri clienti e il cui motto è 'Meglio una bella bugia che una brutta verità'.... Guarda la scheda del film