Attualità Genova Mercoledì 23 aprile 2014

25 aprile: cosa fare, tra riflessione e svago

© Corbis Images (www.style.it)

Genova - Il 25 aprile si celebra la fine della seconda guerra mondiale, il termine dell’occupazione nazista e il crollo della dittatura fascista con cerimonie istituzionali, cortei e letture. Genova, sempre presente e attiva in questo genere di ricorrenze, ha organizzato varie iniziative e appuntamenti (leggi anche su mentelocale il programma delle celebrazioni per la Liberazione).

Giovedì 24 aprile, alle 9.30 nel piazzale di Fincantieri Riva Trigoso, si terrà la celebrazione per commemorare la Resistenza. Ci saranno Valentina Ghio, sindaca di Sestri Levante, i rappresentanti Anpi e l’assessora regionale Raffaella Paita. Durante la cerimonia sarà deposto un mazzo di fiori presso il cippo ai caduti.

Venerdì 25 aprile l’amministrazione comunale di Campo Ligure, in collaborazione con l’Anpi, ha organizzato una mattinata di celebrazioni che si svolgerà secondo il seguente programma: alle 9.15 si terrà la Santa Messa, officiata nella chiesa parrocchiale; alle 10 avrà luogo la deposizione di una corona al monumento ai caduti di piazza Vittorio Emanuele II, con saluto alla tomba di Don Andrea Gallo. Seguirà il corteo, che sfilerà per le vie cittadine per rendere omaggio ai cippi.
Infine, alle 11.15, ci sarà la commemorazione presso il palazzetto dello sport, durante la quale interverranno Andrea Pastorino, sindaco del comune di Campo Ligure, Antonino Oliveri, consigliere della Regione Liguria, Massimo Bisca, segretario provinciale Anpi. Vittorio Gallo ricorderà Don Gallo e il fratello partigiano Dino. Maurizio Landini, segretario nazionale Fiom, terrà l’orazione ufficiale.

Ancora il giorno della Liberazione, alle 21, presso la Casa del marinaio di Camogli, l’associazione culturale L’Ochin presenta il volume Storie della Resistenza (edito da Sellerio), curato da Domenico Gallo, studioso di letteratura e di linguaggio, e Italo Poma, storico, saggista e autore di documentari sulla lotta di Liberazione. Si tratta di una raccolta antologica di racconti e testimonianze sulla Resistenza, scritti dagli autori durante gli eventi bellici, o poco tempo dopo. Alcuni sono inediti, altri editi ma ormai introvabili perché stampati su riviste clandestine o nell’effervescenza editoriale del dopoguerra.

Sempre venerdì 25 aprile, presso i giardini Tanini di Borgoratti, alle 9 partirà la Marcia del levante, un percorso storico letterario Dal risorgimento alla resistenza. Sette chilometri fino a San Desiderio, a cura di Giorgio Grimaldi e Alberto Nocerino. Un percorso attraverso storie resistenti e anche poetiche, ispirate ai luoghi attraversati dai protagonisti di questo periodo di battaglie politiche.
Attraverso la memoria di uno dei protagonisti della vita politica e sociale della vallata, Giordano Bruschi, e grazie al materiale da lui raccolto nel corso degli anni, vengono ricostruite e narrate le vicende che hanno visto protagonisti i comitati spontanei di cittadini della Valbisagno.

E poi un'altra escursione, perché venerdi 25 aprile, presso la sede di Vivinbici Fiab Tigullio, in viale Dante 132h, a Sestri Levante, partirà alle 9 una gita in bicicletta di 50 chilometri, sulle vie della Restenza. Si pedalerà fino al Campo 52, in Val Fontanabuona, per poi fare ritorno per la Ciclovia dell’ardesia. È consigliato l’uso di una mountain bike.
Il percorso attraverserà luoghi significativi della lotta partigiana del territorio. Meta finale sarà il Campo 52, il campo di concentramento che nel 1941 ha accolto i militari inglesi e del Commonwealth catturati durante la guerra d’Africa. Dopo l’armistizio del ’43, il campo si è svuotato per diventare campo di internamento e di smistamento di ebrei. . 

All’Antica trattoria della posta (Casella, via Pietro De Negri 10; info: 010 9675202), sempre il 25 aprile, si terrà, alle 21, la Serata partigiana, nella quale alcune testimonianze verranno accompagnate dai canti della Rionda. A partire dalle 19.30 verrà servita, al costo di 20 Euro, una cena a tema tricolore. Info e prenotazioni al 010 9675202 o al 335 6132057.

I Giardini Luzzati dedicano due giorni alla festa della Liberazione. Giovedì 24 aprile, dalle 14, un pomeriggio dedicato a bambini e famiglie: Seminiamo memoria per raccogliere futuro. Tutti riuniti, quindi, per letture partigiane, giochi anti-razzisti e il laboratorio per la pace delle 18.30. Seguirà, intorno alle 20, un momento musicale con i Kalimba-folk sud sound, il gruppo musicale che si prefigge di diffondere la cultura e le tradizioni del sud Italia.
Sempre ai Luzzati, sabato 26 aprile, dalle 20.30, arriva il teatro in piazza con lo spettacolo Il cantico delle api, alla scomparsa delle biodiversità. Un viaggio di narrazione in musica con Andrea Pierdicca ed Enzo Monteverde, orchestrato da Antonio Tancredi e illuminato da Federico Canibus. Una voce, una fisarmonica e cinque faretti che ricreano le atmosfere della ribalta di un vecchio teatro. A seguire dalla Germania, si esibirà il Trio Villani, jazz e improvvisazione.

Anche Palazzo Lomellino ricorda la Liberazione aprendo le sue porte venerdì 25, sabato 26 e domenica 27 aprile. L’edificio privato di via Garibaldi sarà visitabile dal pubblico dalle 10 alle 18. In questa occasione sarà possibile entrare in uno dei più affascinanti tra i Palazzi dei Rolli e ammirare gli affreschi di Bernardo Strozzi al primo piano nobile, il ninfeo di Domenico Parodi nel cortile e il giardino segreto, dove si potrà ammirare la suggestiva fioritura del glicine.
L’appuntamento è nell’atrio del palazzo, in via Garibaldi 7. Le visite guidate partiranno dalle ore 10, ogni 40 minuti circa. Il costo del biglietto per la visita guidata è di 8 Euro. Per informazioni e prenotazioni: Associazione Palazzo Lomellino: 393 8246228.

Anche Galleria di Palazzo Spinola resterà aperta venerdì 25 aprile, dalle 13.30 alle 19.30. Per l'occasione sarà possibile visitare: la Galleria nazionale della Liguria, la donazione del servizio da tavola Raggi, la mostra Pittori fiorentini a Palazzo Spinola, i dipinti di primo Cinquecento e la sezione tessile. Il costo del biglietto intero è di 4 Euro (ridotto: 2 Euro).

Il Museo di Palazzo Reale rimarrà aperto il 25 aprile, dalle 13.30 alle 19. Oltre al museo, sarà possibile visitare, inclusa nel costo del biglietto di ingresso, la mostra Capolavori della galleria sabauda nel Palazzo Reale di Genova. Da Bernardo Strozzi ad Angelika Kauffmann, che presenta al pubblico undici capolavori, tra cui dipinti di Anton van Dyck e Tintoretto. Il costo del biglietto intero è di 4 Euro per gli adulti, 2 Euro per la fascia di età compresa tra i 18 e i 25 anni, e gratuito per gli under 18 e gli over 65.

Per scoprire quali sono i musei civici aperti a Genova venerdì 25 aprile, guarda il box grigio Approfondisci, che trovi in alto, a destra.

Dialogo nel buio, il percorso multisensoriale che si svolge in totale assenza di luce attraverso ambienti e situazioni reali di vita quotidiana, resterà aperto il 25 aprile, dalle ore 10 alle ore 19.30. Appuntamento all’interno della chiatta ormeggiata in Darsena, davanti al Galata - Museo del Mare. Biglietto intero 7 Euro, ridotti (bambini 5-12 anni; militari e invalidi; over 65) 4 Euro.

Villa Durazzo di Santa Margherita Ligure resterà aperta il 25 aprile. Le camere della villa contengono preziosi lampadari di Murano, elaborati pavimenti in graniglia genovese, una quadreria di scuola genovese e splendidi arredi del Settecento. Aperta al pubblico anche la camera della regina Margherita, recentemente restaurata. Chi ama il cinema potrà infine visitare le sale che sono state il set del film di Checco Zalone Sole a catinelle. Orario di apertura: dalle 9.30 alle 13 e dalle 14 alle 18. Il costo del biglietto è di 5.50 Euro per gli adulti, 4 Euro per gli aderenti Fai e soci Touring e 3 Euro per i bambini. Per informazioni: 0185 293135, o 0185 205449.

Lunedì 28 aprile, alle 18, presso la libreria Feltrinelli di Genova, avrà luogo la presentazione del libro di Giordano Bruschi dal titolo Quelli dei comitati-Lotte popolari in Valbisagno 1991-2014, edito da Internos, a cura di Mauro Baldassarri, con prefazione di Silvio Ferrari. Introduce la giornalista Teresa Tacchella e presenta Luca Borzani, presidente della Fondazione Ducale.

Prosegue senza interruzioni fino a domenica 4 maggio Days of the Dinosaur, la mostra dedicata al mondo della preistoria che si svolge nel Padiglione C della Fiera di Genova. La mostra sarà aperta tutti i giorni, dalle 10 alle 19 (anche il 25 aprile e il primo maggio). Days of the Dinosaur è un viaggio alla scoperta dell’epoca giurassica, con più di quaranta animali riprodotti a dimensione naturale, capaci di ruggire e di muoversi in un habitat riprodotto con cura, grazie alla regia di paleontologi di livello internazionale. Il costo è di 10 Euro per il biglietto intero, 8 Euro fino a 13 anni, gratis fino ai 3 anni.

Potrebbe interessarti anche: , Meteo Liguria, inverno in arrivo: previste nevicate nell'entroterra , Spim Genova, al via la gara per la vendita di 49 appartamenti: prezzi e info , Scalinata Borghese a Genova: il progetto di riqualificazione. Le foto , A Los Angeles abbattuta la statua di Cristoforo Colombo: ecco perché , Via 30 Giugno: info sulle chiusure via Telegram della Protezione civile

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Cosa fai a Capodanno? Di Filippo Bologna Thriller Italia, 2018 31 dicembre, strade di montagna e boschi innevati. Mentre la radio annuncia una tempesta solare, il furgone di una ditta di catering carico di aragoste, ostriche e champagne cerca di raggiungere uno sperduto chalet di montagna, dove i padroni di casa... Guarda la scheda del film